Username: Password: Auto: | Entra nel forum | Registrati
   Copyright | Privacy
Home page > Sessualità ed affettività nell’adolescenza

i bambini e la loro famiglia   L'apprendista genitore
  Psicologia ed educazione

  Cercando le parole
  Proposte di lettura

  Crescere giocando
  Occasioni di sviluppo ludico

  Stili di vita
  Opportunità ecosostenibili


misurare e calibrare   Mille e una realtà
  Frammenti di mondo

  Famiglie & Società
  Istruzioni per l'uso

  Incontri in officina
  Vite e storie

  Girovagando
  In giro per fare ed imparare



partecipa anche tu

 proponi un articolo,
 una segnalazione, o altro.
 scopri come scrivendo a
 
redazione@officinagenitori.org

 

Condividi versione stampabile
Tags: adolescenti, educazione sessuale, adolescenza

Sessualità ed affettività nell'adolescenza

Sessualità ed affettività nell’adolescenza

Sessualità ed affettività nell'adolescenza

L'innamoramento è una delle esperienze più belle che un essere umano possa fare, una novità sconvolgente, la più ricca di emozioni contrastanti, gioia, felicità, entusiasmo, ma anche incertezza, paura, gelosia.
La maggior parte degli adolescenti vive tale esperienza più di una volta, a dimostrazione del fatto che l'adolescenza è un periodo di intensa sperimentazione, anche se spesso "il primo amore non si scorda mai". Queste diverse esperienze portano ad una graduale maturazione, che aiutano a vivere in modo più coinvolgente e più approfondito ogni nuovo rapporto.

Gianni Bollea, neuropsichiatria infantile, in una riflessione sulla sessualità degli adolescenti scrive "Prima dovremmo segnalare e commentare il sentimento di appartenenza, quel desiderio di essere suo o sua, dopo parlare di sesso" in effetti molto spesso le lezioni di educazione sessuale che ricevono i nostri adolescenti a scuola, descrivono solo l'anatomia degli organi genitali, ed i metodi per evitare le gravidanze indesiderate e le malattie sessualmente trasmissibili, senza mai parlare di amore, di appartenenza, di sentimenti. Inoltre attraverso i mezzi di comunicazione i ragazzi vengono bombardati da notizie riguardanti il sesso, così come da immagini o riferimenti attinenti alla sfera sessuale senza però ricevere una corretta educazione in merito.

L'atteggiamento nei confronti della sessualità è cambiato negli ultimi 50 anni, gli adolescenti di oggi hanno più dimestichezza con la sessualità di quanta ne avessimo noi, spesso considerano i genitori degli ingenui, ma ciò nonostante apprezzano la possibilità di poter ricorrere a loro per avere dei consigli, ne apprezzano l'interessamento, soprattutto se dimostrato ragionando insieme a loro, senza limitarsi ad impartire istruzioni o lezioncine.

Noi genitori possiamo fare da "filtro" affrontando l'argomento a seconda dell'età dei figli, gli spunti che offre l'attualità possono essere commentati insieme, rispondendo serenamente alle domande in modo autorevole, sì, ma senza mai dimenticare che l'amore è bello, unico e che il sesso non deve essere vissuto come mero atto fisico.

Se vogliamo che i nostri figli siano responsabili del proprio corpo facendo scelte sessuali solo quando si sentono realmente coinvolti, li dobbiamo rispettare senza chieder loro di fare o non fare qualcosa esclusivamente per compiacerci. In pratica se sono gli altri a scegliere cederanno facilmente alle pressioni di chiunque. Potranno invece fare scelte personali senza andare dietro al branco.

Il 90% dei ragazzi italiani ha rapporti sessuali completi prima dei venti anni. Secondo i dati della campagna nazionale promossa dalla SIGO (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia) 16 anni è l'età media del primo rapporto sessuale, e il 37% dei ragazzi arriva alla "Prima volta" impreparato, solo lo 0,3% delle ragazze sotto i 19 anni possiede una buona educazione sessuale, il 58% delle ragazze afferma di non utilizzare metodi contraccettivi, e il 43% delle under 26 ha cambiato almeno 4 patner dopo il primo.
Giorgio Vittori, presidente della SIGO, dice che "Ogni anno a settembre i nostri studi si riempiono di ragazze rimaste incinte per rapporti in villeggiatura o con problemi di malattie trasmesse attraverso rapporti sessuali poco sicuri".
Una corretta educazione sessuale, attenta anche alla contraccezione, riduce significativamente le gravidanze in età adolescenziale.

Nonostante sia difficile parlare di sessualità con i figli è palese che sia molto importante affrontare con loro questo argomento, visto che sono sempre più a rischio sotto il profilo della contraccezione e delle malattie sessualmente trasmissibili.

Le ricerche dicono che in Italia l'età dello sviluppo si è molto abbassata; nelle bambine i primi segni di pubertà (peluria e crescita del seno) compaiono fra i 10/11 anni, e la prima mestruazione ora si verifica intorno ai 12/13 anni mentre agli inizi del novecento si verificava intorno ai 16/17 anni.

Per cercare di tenere i figli al sicuro da comportamenti sessuali a rischio una cosa importante è l'atmosfera famigliare, dove c'è confidenza, amore e rispetto reciproco è più facile imparare l'arte di amare e la fiducia, sviluppando così la capacità di riconoscere i pericoli.

In famiglie con rapporti affettivi profondi ed intensi è probabile che l'adolescente cresca con una sana fiducia in se stesso favorendo scelte di compagni più adeguate, inseguendo l'amore, il desiderio e la passione ma mantenendo la capacità di auto-protezione.
Di contro quando l'adolescente si sente solo e la famiglia non lo ascolta, è più vulnerabile, può finire con l'avere rapporti sessuali molto precocemente, esclusivamente per assecondare l'eccitazione fisica di una sera, per il semplice bisogno di attenzioni e di affetto o semplicemente per sentirsi adulto, consumando rapporti senza protezione magari sotto l'effetto di alcool e droghe.

L'educazione sentimentale non si improvvisa, ma cresce con la presenza ed il dialogo vero. Alessandra Graziottin in "Educazione sessuale. Tutto quello che dovete sapere se avete un figlio adolescente" scrive che è importante trasmettere con chiarezza messaggi specifici per una sessualità sana e più felice:

· I sentimenti sono importanti quanto il rapporto sessuale.

· La contraccezione salvaguardia dalle malattie sessualmente trasmissibili, non basta conoscere una persona per essere sicuri che non possa trasmetterci virus.

· La prevenzione favorisce una migliore sessualità.

· È importante impartire una buona educazione sessuale per farli crescere più sani e responsabili e possibilmente felici.

· Per l'adolescente è importante potersi confidare con un adulto di cui si fida (genitore, medico insegnante) nei momenti di paura, vergogna o quando ha sensi di colpa. Inoltre è importante conoscere le varie parti del proprio corpo il loro funzionamento e le malattie sessualmente trasmissibili.

· È importante insegnare ai ragazzi e alle ragazze che il profilattico è l'unica vera barriera efficace per proteggersi dal malattie sessualmente trasmissibili.

· I ragazzi devono saper dire di no quando non sono convinti e quando non si sentono pronti.

Tutti gli adolescenti dovrebbero essere messi al corrente che esistono i consultori, strutture pubbliche o private, istituite nel 1975 (legge 405 del 29 luglio 1975). Per gli adolescenti sono dei punti di riferimento importanti, dove possono trovare più figure, quali medici, ginecologi, ostetrici, psicologi e assistenti sociali, che possono rispondere, in totale riservatezza, alle loro domande sulla salute e sulla sessualità.

Inoltre http://www.sceglitu.it è il portale dedicato alla sessualità responsabile, nato nel 2005, promosso dalla Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO), si rivolge agli adolescenti, categoria più vulnerabile a gravidanze indesiderate e malattie sessualmente trasmissibili. Vi si trovano pubblicazioni utili, ve ne segnaliamo due:
"Sesso senza sorprese" è un opuscolo nato dall'analisi di vari blog frequentati dagli adolescenti, per smentire i più diffusi luoghi comuni in merito a come evitare malattie o gravidanze indesiderate.
Mentre "Prima volta: istruzioni per l'uso"
contiene consigli e suggerimenti per un approccio al sesso informato, protetto e consapevole.

Ilaria Nasini per Officina Genitori

Foto di:Solofotones

Riferimenti bibliografici:

G. Bollea "Genitori grandi maestri di felicità" Feltrinelli

A. Graziottin "Educazione sessuale. Tutto quello che dovete sapere se avete un figlio adolescente" Giunti Editore

G. Setter "Amicizia e innamoramento nell'adolescenza" Giunti Editore, 2007

"Travel Sex! Contraccezione e prevenzione in viaggio" Giunti Editore in collaborazione con SIGO Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia!

Data di pubblicazione: 13-07-2011

COMMENTI
Per inviare un commento devi autenticarti con la tua password di Officina!
Commenti pervenuti finora: