Diagnosi precoce. Impariamo a volerci bene

Un tumore (o neoplasia) è lo sviluppo anormale di un tessuto che forma una massa che cresce. 
Si parla di "tumori benigni" quando non mettono in pericolo la vita del paziente, presentano solo un accrescimento lento e locale nell'organo in cui si sono sviluppati e quando possono arrestare la loro crescita. Si parla di "tumori maligni" invece, quando crescono progressivamente e tendono a diffondersi agli altri tessuti e organi fino a creare localizzazioni secondarie (metastasi) lontane dalla sede originaria.

In genere, tanto più precoce è la diagnosi dei tumori, tanto migliori sono le possibilità di cura.
È molto importante diagnosticare un tumore in fase iniziale, quando è ancora curabile, e questo è possibile attraverso la prevenzione. Qui di seguito trovate alcune informazioni generali su alcuni tipi di tumore molto diffusi e sulla loro prevenzione. Per approfondimenti e notizie su altre neoplasie, consigliamo di visitare i siti segnalati e di consultare il proprio medico che saprà consigliare il percorso di prevenzione più adatto per la propria età e situazione di salute. 


Diagnosi precoce del tumore della mammella

Un tipico esempio è rappresentato dal tumore della mammella, il più frequente tumore delle donne nei paesi occidentali. Si calcola che nei Paesi dell'Unione Europea nel 1995 sia stato diagnosticato un tumore al seno a circa 200.000 donne. 

La mammografia è il mezzo più efficace per la diagnosi precoce del tumore al seno. È un esame semplice, rapido e poco doloroso. La dose di raggi X utilizzata è molto bassa e non comporta rischi per la salute.

Le linee guida dell'American Cancer Society per donne asintomatiche prevedono:
- autopalpazione del seno mensile per tutte le donne dopo i 20 anni;
- autopalpazione mensile più visita senologica, da parte di un medico specialista, almeno ogni tre anni, per tutte le donne dai 20 ai 39 anni;
- autopalpazione mensile, visita senologica annuale e mammografia annuale per tutte le donne a partire dai 40 anni.

Le donne che invece presentano un sintomo di qualunque tipo a carico della mammella dovrebbero rivolgersi immediatamente al proprio medico curante, che provvederà alla visita senologica ed eventualmente a consigliare ulteriori accertamenti diagnostici: mammografia e/o ecotomografia.


Diagnosi precoce del tumore della cervice uterina

Sempre grazie alla prevenzione, attraverso il Pap-test nel mondo vengono diagnosticati ogni anno circa 400.000 nuovi casi di carcinoma, tumore maligno, della cervice uterina.
Il più importante fattore di rischio per il tumore della cervice uterina è non aver mai fatto il Pap-test: per questo motivo ogni donna dovrebbe eseguire il Pap-test ogni 3 anni.


Diagnosi precoce del carcinoma del colon-retto

Un'altra forma tumorale molto frequente è il carcinoma del colon-retto, che si manifesta soprattutto a partire dai 50 anni, in entrambi i sessi, in particolare tra le popolazioni con alto tenore di vita.
È bene rivolgersi al medico curante se si lamentano da diverse settimane disturbi intestinali quali: 
• modificazioni delle abitudini intestinali 
• presenza di sangue nelle feci 
• sensazione di ingombro rettale persistente dopo l'evacuazione
• dolore localizzato all'addome o all'ano
• perdita di peso senza motivo

La malattia può essere diagnosticata precocemente attraverso:
- esplorazione rettale annuale sopra i 45-50 anni
- ricerca del sangue occulto nelle feci dopo i 50 anni, anch'essa annuale
- rettoscopia al clisma opaco con doppio mezzo di contrasto


Diagnosi precoce dei tumori della pelle

Rarissimo prima dell'adolescenza, il melanoma colpisce prevalentemente tra i 30 ed i 60 anni. Considerato fino a pochi anni fa una forma rara di cancro, oggi è in crescita in tutto il mondo: il numero di melanomi, infatti, è raddoppiato negli ultimi 10 anni. I carcinomi basocellulare e spinocellulare sono più frequenti (circa 50 volte più dei melanomi) e non risparmiano i giovani (dai 20 anni in su) (dati dal sito dell'Airc).
Il fattore di rischio principale è l'esposizione alla luce solare, a cui possono aggiungersi esposizione a sostanze e radiazioni, anomalie genetiche. Esiste una predisposizione familiare, e sono più soggetti a questa forma di tumore gli individui con lentiggini o nei, soprattutto con occhi, capelli e pelle chiara.

Fondamentale per la prevenzione è proteggere la cute dai raggi ultravioletti, soprattutto in età pediatrica, e controllare periodicamente i nei, sia da soli o con l'aiuto di un familiare (per verificare cambiamenti di forma, dimensione e colore) sia consultando un dermatologo o i centri di prevenzione. 


Diagnosi precoce del tumore alla prostata 

Il tumore della prostata rappresenta la seconda causa di morte per neoplasia nella popolazione maschile italiana, dopo il cancro al polmone. Attualmente ogni italiano con più di 65 anni ha circa il 3% di probabilità teorica di morire per questa malattia. Per una corretta e precoce diagnosi delle patologie della prostata dopo i 50 anni devono essere effettuati una volta all'anno il dosaggio del PSA (Prostatic Specific Antigen) e/o l'esplorazione rettale e/o l'ecografia prostatica trans-rettale (per informazioni: Campagna Nazionale di Informazione e Sensibilizzazione sulle Patologie della Prostata, promossa dalla Società Italiana di Urologia). 

Il PSA è un normale esame che prevede un prelievo di sangue per individuare i livelli di antigene prostatico specifico, una glicoproteina prodotta dalla prostata. In presenza di cancro, infatti, i valori del PSA aumentano perché le cellule ghiandolari malate, infiammate o tumorali producono molto più PSA di quelle normali. 
L'esplorazione rettale è un esame semplice grazie al quale l'urologo può individuare l'aumento volumetrico, la consistenza della prostata e l'eventuale presenza di noduli prostatici sospetti per patologia tumorale. 
L'ecografia prostatica trans-rettale è un banale esame ecografico che permette uno studio dettagliato della prostata ed è in grado di documentare l'aumento volumetrico della ghiandola e la presenza di eventuali zone sospette per neoplasia prostatica. 


Diagnosi precoce del tumore al polmone 

Il tumore del polmone è la prima causa di morte nei paesi industrializzati e costituisce il 20% dei tumori maligni negli individui di sesso maschile. Tuttavia, poiché la sua prima causa è il fumo, e l'aumento delle donne fumatrici sta facendo registrare un aumento dell'incidenza di tumore al polmone anche nel sesso femminile. Non va dimenticato che anche il fumo passivo è responsabile di questa forma di cancro: più fumo si respira, attivamente o passivamente, maggiore è la probabilità di ammalarsi. 

I primi sintomi di un tumore al polmone possono essere simili a quelli di altre malattie dell'apparato respiratorio: tosse, difficoltà respiratorie, dolori al torace, ma non sempre questi campanelli di allarme sono presenti. 
La prima forma di prevenzione è sicuramente l'eliminazione del fumo. Per quanto riguarda la diagnosi precoce, gli esperti non sono tutti d'accordo sull'utilità di sottoporre a screening periodici i fumatori e gli ex fumatori. In ogni caso, per individuare i vari tipi di tumore al polmone si utilizzano radiografie, TAC del torace e esame al microscopio del tessuto. In particolare, la TAC spirale è in grado di evidenziare anche tumori polmonari di piccolissime dimensioni, aumentando le possibilità di diagnosi precoce e di cura. In alcuni casi si utilizzano anche la PET e la broncoscopia.



Per saperne di più:

Prevenzione Tumori 

Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori 

Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro 

Centro per lo Studio e la Prevenzione Oncologica 

American Cancer Society (in inglese)

Pin It
Accedi per commentare

Una bambina

Una bella bambina con grandi problemi emotivi e con una grave situazione familiare e di disagio viene accolta in una classe speciale da un'insegnante specializzata a seguire bambini con difficoltà, con fragilità emotiva.

Torey Hayden racconta questa esperienza con grande partecipazione ed emozione; il coinvolgimento per chi legge è davvero grande: si prova rabbia, speranza, apprensione e commozione per i progressi di questa bambina. Il libro si legge tutto d'un fiato e l'empatia che l'autrice mostra per questa bambina è totale. La Hayden è specializzata in psicopatologia infantile e i bambini che descrive nei suoi libri, i "suoi" bambini, sono provati da terribili esperienze di abbandono, violenze sia fisiche che morali. Eppure rimangono pur sempre dei bambini e le loro emozioni ci coinvolgono e ci accorgiamo che sono anche le nostre.

Autore: Torey L.Hayden

Editore: Corbaccio

 

Che forza papà!

Un gruppo di vivaci bambini conversando tra loro riflettono su quanti tipi di papà ci sono al mondo.

Dai loro racconti viene fuori che le tipologie sono le più variegate; ci sono papà che lavorano vicino e quelli che lavorano lontano, quelli che aggiustano automobili e quelli che "aggiustano" animali. Quelli che fanno la spesa, quelli forti, quelli coraggiosi, quelli che sanno fare tutte le faccende domestiche. Poi c'è chi ha due papà, quello biologico e quello di "cuore", ci sono papà che si frequentano tutto l'anno, altri solo nei fine settimana o nel periodo delle vacanze; alcuni singoli altri doppi...

Sarà Mario, che ha un papà single, ad aiutarli a capire che, quale che sia la tipologia del proprio papà, è importante ed unico il forte legame che unisce un padre al proprio bambino.

Una tenera storia da leggere insieme ai bambini, priva di stereotipi, piena d'ammirazione per i diversi tipi di papà, e che fa certamente sorridere e riflettere.

autore: Autore Isabella Paglia - Illustratore Francesca Cavallaro

editore: Fatatrac

Un computer dal cuore saggio. Considerazioni educative sull’uso consapevole del computer e della rete

Scrivere una fiaba su sicurezza in internet e minori è stato un  percorso  condiviso con Mauro Ozenda esperto in materia e collaboratore  della associazione Mani colorate.

Si sono toccate tematiche delicate come la  potenzialità della rete, il rispetto e  il significato della “Netiquette”  ma anche rischi e pericoli quali la pedopornografia, cyberbullismo,  sexting, sicurezza, tutela della privacy, etc.

Leggi tutto...