Alimenti naturalmente privi di glutine

Un'alimentazione sana ed appropriata è spesso la migliore delle medicine, soprattutto quando si parla di allergie ed intolleranze alimentari. Non ci sfamiamo più per un fabbisogno quotidiano, il cibo è diventato espressione di nuove tendenze e stili di vita. È molto importante che anche chi è costretto a seguire una dieta rigorosa, come nel caso del celiaco, possa sentirsi parte integrante del mondo gastronomico, in modo tale che la malattia non venga vissuta come una condizione invalidante.
Ci sono molti alimenti naturalmente privi di glutine, sani ed equilibrati, tra questi alcuni sono poco conosciuti nella nostra tradizione culinaria, ma facilmente reperibili presso i negozi del commercio equo e solidale, e ci permettono di variare l'alimentazione, realizzando piatti semplici e gustosi.

Quinoa
Viene coltivata da oltre 5000 anni sugli altipiani delle Ande. Appartiene alla famiglia delle chenopodiacee, come gli spinaci o la barbabietola. Produce una spiga ricca di semi, simili a quelli del miglio. È un alimento particolarmente ricco di proprietà nutritive, contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco; è un’ottima fonte di proteine vegetali.

Amaranto
L’amaranto appartiene alla famiglia delle Amarantacee, coltivato per millenni dagli Aztechi, i quali lo consideravano un alimento sacro. È un cereale privo di glutine, che contiene il doppio del ferro rispetto al grano e fornisce un maggiore quantitativo di proteine, fibre ed è ricco di vitamine e calcio: il calcio presente in 100 gr. di questo cereale supera addirittura quello presente in 100 ml. di latte!
L'amaranto possiede inoltre grandi quantità di aminoacidi come la lisina, la metionina e la cisteina che lo rendono un'eccellente risorsa di proteine con un valore nutrizionale più elevato rispetto ad altri cereali. È povero in sodio e non contiene grassi saturi.
Si consuma generalmente in chicchi o soffiato, è un ingrediente pregiato per i minestroni di verdura. La farina è bene ottenerla con un piccolo mulino casalingo, per mantenerne la freschezza.

Miglio
La provenienza di questo cereale è piuttosto incerta, alcuni lo fanno risalire al continente asiatico, altri all'Africa. Il Miglio è uno fra i cereali più nutrienti e digeribili, diuretico e antianemico, è ricco di vitamina A, proteine, grassi, ferro e di aminoacidi solforati, ciò che lo rende anche un alimento ideale per rinforzare i capelli. Contiene circa il 10% di proteine e solo il 3% di grassi. Si può cuocere mescolato ad altri alimenti, per la preparazione di minestre, oppure separatamente, per preparare sformati, tortine e crocchette.
Il miglio venduto come mangime non è stato né pulito né decorticato della scorza indigesta. A questi processi sono invece sottoposti i chicchi che vengono poi impiegati nell’alimentazione umana.

Manioca
La pianta è originaria dell'America meridionale dove viene coltivata da migliaia di anni. Oggi viene coltivata in tutte le zone tropicali del mondo, soprattutto per le grosse radici che formano tuberi da cui si estrae la fecola: la tapioca. La farina di tapioca è un alimento piuttosto povero, è costituita per il 93% da amido, con tracce di proteine, grassi e fibre. Contiene un glucoside che produce acido cianidrico, una sostanza velenosa che viene eliminata con il lavaggio e l'essicazione in forno, nonché con la cottura. Allo stato naturale non si conserva a lungo, in alcuni paesi il tubero viene tagliato in rondelle e fatto essiccare. La farina viene utilizzata per addensare salse e budini, o per preparare pappe per bambini che soffrono di problemi digestivi.

Pin It
Accedi per commentare

Parla con me. Comunicare con i nostri figli è difficile? Consigli, situazioni, soluzioni per un dialogo sereno

Non si può non comunicare e come genitori dobbiamo sempre pensare agli effetti che la nostra comunicazione avrà sui destinatari dei nostri messaggi, cioè i nostri figli. Non esiste solo una comunicazione verbale atta a trasmettere concetti e significati, esiste anche una comunicazione implicita, non verbale, caratterizzata da comportamenti e da atteggiamenti attraverso i quali i bambini percepiscono cosa i genitori pensano di loro e sono il veicolo di emozioni e sentimenti.

 

Leggi tutto...

Stella fata del bosco

Grandi alberi, rocce, animali: il bosco può far paura, soprattutto a un bambino timido e fifone
come il piccolo Sam. Ma Stella, entusiasta e affettuosa, saprà mostrare al fratellino la bellezza
di api e farfalle, lepri e tartarughe, giganti e fate, e fra scambi di battute surreali e irresistibili
lo convincerà ad amare la foresta e tutte le sue creature.

Leggi tutto...

Libri di Marcello Bernardi

Leggi tutto...