Consapevolezza ambientale

Il 5 giugno è la Giornata Mondiale dell'Ambiente, un evento istituito dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 1972, in occasione dell'apertura della Conferenza di Stoccolma sull'Ambiente Umano. 

Come si legge nel sito delle Organizzazioni delle Nazioni Unite in Italia, la Giornata Mondiale per l'Ambiente è uno dei principali strumenti attraverso cui le Nazioni Unite sensibilizzano l'opinione pubblica sulla questione ambientale a livello mondiale e favoriscono l'azione e l'attenzione del mondo politico. Lo slogan scelto per la Giornata Mondiale per l'Ambiente del 2007 è in inglese Melting ice – a Hot Topic? (in italiano Ghiaccio che si scioglie – un tema che scotta?) e focalizza l'attenzione sugli effetti del cambiamento climatico.
L'obiettivo della Giornata 2007 è di dare un volto umano alle questioni ambientali; far si che le persone diventino agenti attivi dello sviluppo equo e sostenibile; accrescere la consapevolezza che le comunità sono di importanza fondamentale per il cambiamento dell'atteggiamento riguardo le questioni ambientali; promuovere partnership, che garantiranno a tutte le nazioni e popolazioni un futuro maggiormente sicuro e prospero. 


Quante volte, ogni giorno, sentiamo parlare di problemi ambientali, di impegno ecologico, di "futuro del Pianeta"? Anche a scuola, i nostri figli sono abituati ad affrontare gli argomenti legati a ecologia e ambiente in tutte le materie. E spesso questi temi diventano spunti per riflessioni, temi, recite, disegni, laboratori.
Perché non restino soltanto belle parole, sarebbe importante che in famiglia diventassero comuni alcuni atteggiamenti e "buone pratiche" come la raccolta differenziata dei rifiuti, l'attenzione agli sprechi di acqua e energia, l'uso parsimonioso di detersivi e sostanze inquinanti. Anche le scelte familiari durante gli acquisti possono diventare esempi positivi importanti per i bambini: fare la spesa in modo ecologico non significa lasciarsi abbagliare da etichette fiorite o da slogan pubblicitari, ma scegliere i prodotti che richiedono meno energia per essere trasportati (cioè quelli prodotti localmente), la frutta e la verdura coltivate senza pesticidi, le confezioni con imballaggi ridotti e in materiali riciclabili. 

E ora che è tempo di vacanze, ricordiamoci che possiamo diventare consumatori consapevoli e attenti all'ambiente anche in questo settore: lo scorso 12 maggio si è svolta a Lisbona la settima edizione del Tourism for Tomorrow Award, dedicato alla promozione dei comportamenti eco-compatibili di viaggiatori, strutture turistiche e aziende. I premi, assegnati dal WTTC (World Travel and Tourism Council), sono andati a strutture come parchi marini, aziende di trasporti e resort che hanno dimostrato di tutelare effettivamente l'ambiente, di attuare campagne educative per i propri clienti e di saper coniugare le esigenze turistiche a quelle di sviluppo delle comunità locali. 
Nel nostro piccolo, possiamo accertarci – quando prenotiamo una vacanza – di scegliere tour operator o strutture che non siano invadenti e irrispettosi nei confronti degli ecosistemi naturali. 

Per saperne di più:

ONU Italia

Pin It
Accedi per commentare

Il ritmo del corpo. Muoversi con consapevolezza

Un libro e un percorso sulla consapevolezza del sé, per sintonizzare il proprio corpo e la propria mente con i ritmi interiori e con quelli dell’ambiente che ci circonda attraverso la pratica costante, perseverante e umile del Daoyin Yangshen Gong, la forma del qi gong diffusasi in Cina negli anni 70 al fine di migliorare la salute e acquisire longevità.

Gli autori del libro, uno insegnante di qi gong e operatore tuina e l’altra fondatrice dell’Associazione Culturale ”Centro per lo Sviluppo Evolutivo dell’Uomo”, raccontandoci la propria esperienza personale maturata da contesti diversi, ci conducono passo dopo passo e con estrema chiarezza in questa dimensione caratterizzata da esercizi fisici armonici e rilassanti di estremo beneficio per la nostra salute, ma anche e soprattutto funzionali ad un recupero della capacità del nostro corpo-mente di ascoltarsi lasciando scorrere le energie vitali.

Leggi tutto...

Padri e Figlie istruzioni per l'uso

"[…] il cuore non deve appartenere al papà. Il cuore di una ragazza deve essere libero. Libero di diritto.
Guai a quei padri "idoli "che rendono impossibile un altro amore. Guai a quei padri così assillanti da impedire di vivere una vita propria. Guai infine a quei padri assenti che costringeranno la figlia a una ricerca lunga tutta una vita."

Leggi tutto...

Bianco come Dio

Nicolò è un ragazzo italiano che a vent’anni non ha ancora finito il liceo. Insoddisfatto dalla vita, in perenne conflitto con il padre, è alla ricerca della sua strada

 

Leggi tutto...