Spesa a km 0

Come risparmiare, acquistando i prodotti del proprio territorio, direttamente dal produttore, nella stagione giusta.

I prezzi sono sempre più alti.
Per risparmiare molte persone hanno cambiato, o stanno cambiando, il loro modo di fare la spesa, privilegiando la "filiera corta": meno passaggi intermedi e contatto diretto tra produttore e consumatore.
Per spendere meno ma anche per avere prodotti di qualità e di provenienza certa.
Al cibo globale dunque molti preferiscono il cibo locale, detto anche "a km 0": prodotti di stagione, più saporiti e più sani, che percorrono una breve distanza per arrivare sulle nostre tavole, invece di quelli di paesi lontani, che percorrono migliaia di chilometri in aereo.

Secondo la Coldiretti (http://www.coldiretti.it ), l'associazione che riunisce più della metà delle aziende agricole italiane e che ha lanciato il progetto "Spesa a km zero", comprando prodotti di stagione e del territorio si possono risparmiare fino a 100 euro al mese dei 467 che la famiglia media spende per l'alimentazione. La campagna per il cibo locale è nata nel mondo anglosassone per proteggere l'ambiente: riducendo le distanze percorse dai mezzi di trasporto si diminuiscono infatti anche le emissioni di gas.

Dove si compra il cibo locale?
Innanzitutto in cascina, cioè presso le imprese agricole che fanno vendita diretta. Secondo i dati Coldiretti e Agri2000 (la società di servizi e ricerca per l'agroalimentare e l'ambiente), nel 2007 un italiano su sette ha fatto acquisti dal contadino. Le aziende coinvolte sono quasi 60mila, vendono carne, vino, olio, formaggi, cereali, frutta e verdura con un risparmio del 20-30% (trovate gli indirizzi su http://www.campagnamica.it, link "In viaggio per fattorie&cantine", ehttp://www.biodiversita.info, link "La mappa del cibo locale" ).
Alcune fattorie organizzano percorsi turistici e giornate aperte, come quelle lombarde con la manifestazione "Per corti e cascine" (http://www.turismoverdelombardia.it).
Per facilitare il rapporto diretto produttore-consumatore, si stanno diffondendo i "Farmers market", mercati contadini in città, già presenti in Paesi come Stati Uniti, Francia e Gran Bretagna. Regolamentati da un decreto ministeriale (in alcuni centri esistevano già) e sostenuti dalla Coldiretti, i Farmers Market consentono un risparmio del 20-30% e sono diffusi soprattutto nel Nord Italia (l'elenco sul sitohttp://www.farmersmarket.it) dove si svolgono uno o più giorni la settimana.

Quanto costa? Guarda sul cellulare!
È giusto il prezzo delle pesche che state comprando? Per saperlo basta mandare un sms al 47947, digitando la parola "pesche". In tempo reale si ottiene il costo medio. È il servizio gratuito SMS Consumatori promosso dal Ministero delle Politiche agricole con le associazioni di consumatori. Comprende 84 prodotti alimentari come carne, pesce, latticini ecc. (http://www.smsconsumatori.it).

Pin It
Accedi per commentare

Il volo di Sara

In un grigio pomeriggio autunnale la piccola Sara scende dal treno che la porta insieme a tanti altri verso le baracche di un campo di concentramento.

Leggi tutto...

Genitori Manipolatori. Riconoscere e fuggire l'amore malato

Sappiamo tutti che colpevolizzare i figli, insultarli o denigrarli in pubblico sono azioni abominevoli, che intaccano l'autostima dei ragazzi, rendendoli insicuri delle proprie sensazioni. Ma a nessuno viene in mente che ciò significhi non amare i figli, né tanto meno essi hanno la percezione di subire un sopruso. 

In effetti non è facile capire dove sta il limite tra un normale sbotto genitoriale, un momento di debolezza o insicurezza educativa e un comportamento persistente di maltrattamento emotivo. La differenza sta nella frequenza e nei modi impiegati per esercitare il proprio potere, instillando sensi di colpa con comportamento spesso insensati e ingiustificati. I genitori di questo tipo sono "manipolatori" patologici, sono quelli che in psichiatria vengono definiti con personalità narcisistica.

Leggi tutto...

Ai bambini piace leggere

"Scegliendo questo libro, avete dimostrato di essere interessati all'amore dei bambini per la lettura... Spero che i miei suggerimenti possano suscitare in voi nuove idee, stimolandovi a sviluppare nuovi metodi che contribuiscano al tentativo di educare i figli alla passione per la lettura."

Lettori non si nasce, lo si diventa, ma, come c'insegna Kathy Zahler, non è detto che il diventarlo debba essere noioso, faticoso o difficile. In questo libro ci presenta cinquanta attività divertenti, facili e pratiche che possono aiutare i banbini a sviluppare un amore duraturo per i libri. Ogni attività è descritta in modo semplice ed esauriente. Le istruzioni spiegano cosa fare, che materiale procurarsi e come incoraggiare i ragazzi a voler sapere sempre di più. Un manuale utilissimo per genitori ed insegnanti.

autore: Kathy A. Zahler (traduzione di A. Zabini)

editore: TEA