Bibliografia. Chi legge non ha paura

La paura è una delle prime emozioni che i bambini manifestano sin da piccini, ed anche se è un emozione negativa è importante che il bambino impari a riconoscerla per comprenderla e superarla, rafforzando così la propria autostima.
Tipiche dei bambini sono ad esempio la paura dell'abbandono, la paura dell'estraneo o la paura del buio.
Le paure sono anche un meccanismo di difesa ed hanno la funzione di dissuadere il bambino dal correre troppi rischi, ma è importante che i bambini imparino a condividerle con i genitori, per far sì che non si manifestino in modo eccessivo impedendo loro di avere una vita normale.
Per aiutarli in questo, ci sono delle fiabe che parlano di "paura" e che possono contenere emotivamente il bambino, rassicurandolo ed insegnandogli delle strategie per sconfiggerla.

Età di lettura: da 2 anni

K. Sapp Karen "Che paura, la notte buia!" Ed. Crealibri 2008
Quella notte gli orsi polari si radunarono per dare il benvenuto alla luna piena, tutti tranne uno, anzi, una! Bianca, infatti, è un'orsetta che ha tantissima paura del buio! Per questo è molto triste perché non può divertirsi come gli altri... Chi può aiutarla a vincere le sue paure? Un volume con dettagli morbidi da accarezzare e un grande pop-up a sorpresa! 

Età di lettura: da 3 anni

A. von Stemm "Chi ha paura del buio?" Ed. White Star 2008
Tutto è pronto per la favola della buona notte, i bimbi sono a letto, poi finalmente si spegne la luce. Ma cosa succede al buio quando tutti dormono? Questo libretto lo racconta, con simpatia e humor. I protagonisti - mostri, scheletri e fantasmi - hanno ben altro da fare che spaventare i bambini: devono recarsi a un party, andare a mangiare lo stufato, farsi scherzi divertenti. Pagina dopo pagina, le figure si animeranno con la tecnica del pop-up e le illustrazioni di Antje von Stemm, regalando risate e allegria. 

M. L. Giraldo "Una casa per il mostro" Ed. Fatatrac 2009
Un mostro buffo e pasticcione entra per sbaglio nella casa di un bambino. Qui, per sfuggire alla caccia spietata della mamma del piccolo, prova a nascondersi sotto il letto, nell'armadio, sotto il tappeto, ma viene sempre scoperto e scacciato. Fino a che un bel giorno si rifugia tra le pagine di un libro, dove finalmente trova la sua vera casa. Un libro-gioco per affrontare il tema della paura con i bambini, che si divertiranno a scoprire il mostro nascosto sotto finestrelle di varie forme.

R. Pavanello C. Aliprandi M. Rubino "Non mi fai paura! Oscar & Co." Ed. Piemme 2008
Ciao a tutti! Mi chiamo Oscar e vivo a Green Town con mamma, papà e la mia sorellina Ginger. Sono un draghetto fifone e combino un sacco di pasticci! A scuola ho tanti amici: il criceto Teo, la scimmietta Olivia, l'orsetto Bruno, la lupacchiotta Lisa.

T. Robberecht P. Goossens "Benno non ha mai paura" Ed.Clavis 2009
Un'istruttiva storia sulla paura e sul bullismo, temi affrontati con dolcezza e serenità. 

S. Lloyd "Non mi fai paura Puc!" Ed.De agostini 2009
Il perfido Puc è convinto di fare tanta paura! E tu, che cosa ne pensi? Il libro è dotato della marionetta di Puk con cui il genitore potrà far giocare il bambino mentre legge la storia. 

O. Texier "Lupodrillo e la paura" Ed. Motta Junior 2009
Lupodrillo è molto coraggioso e si diverte quando papà lo rincorre per fargli paura. Ma se la sera scoppia un temporale, decide che è meglio godersi lo spettacolo dentro casa, al calduccio. La notte, quando i rumori e le ombre sono davvero inquietanti, nel suo lettino Lupodrillo tiene stretto stretto Dudù e trema di paura, finché due sagome minacciose non avanzano verso di lui. Ognuno è coraggioso, a modo suo. 

A.Benevelli Orsoleo "Piccola paura, grande coraggio" Ed. San Paolo 2007
Orsoleo ha paura del temporale e quando ha paura diventa piccolo piccolo. Ad ogni tuono cerca di nascondersi sempre di più. Va a rifugiarsi persino nella tana dei topolini. Loro sono assai stupiti perché non hanno mai visto un orso tanto piccolo. Intanto il temporale ha rovinato anche la gita in barca degli amici di Orsoleo. Loro sono tra le onde del fiume e sono in pericolo. Ma Orsoleo corre a salvarli e quando dentro di lui la paura lascia il posto al coraggio, Orsoleo diventa grande, grande, grande."Orsoleo, ora sei un gigante!".

M. Trace "Sai perchè ho paura ?" Ed. Crealibri 2006
Chiunque avrebbe paura di certe cose, per esempio di un leone... Ma molte altre cose non sono così spaventose come sembrano! 

A.Rouvière E. Battut "Uh! Che paura!" Ed. Arka 2000
Pipistrelli, civette, ragni e topolini… Tutti animali che a volte spaventano i bambini. Ma c'è un modo divertente e tenero per riconciliarsi con i propri nemici.

S. Donnio "Mangerei volentieri un bambino" Ed. Babalibri 2005
Ogni mattina, mamma Coccodrillo porta ad Achille delle ottime banane per la sua prima colazione, ma, un bel giorno, ad Achille viene un'idea assurda e irrealizzabile: quella di mangiare un bambino.

G. Quarenghi, C. Carter "Mamme e mostri" Ed. Giunti Kids 2004
Notte e mostri... Mostri di notte... Notte di mostri... Un mostro di notte... Digli che è un mostro! Un libro per vincere la paura del buio e dei mostri. Perché tutti possiamo avere paura e tutti possiamo vincerla!

Età di lettura: da 4 anni

Gay Marie-Loise "Stella. Sirena del mare" Ed Terre di Mezzo, 2012

"L'acqua del mare è fredda? È profonda? Ci sono i mostri marini?" "Il cavalluccio nitrisce? Il pesce gatto fa le fusa? Il pesce cane abbaia?" Stella ha già visto il mare, prima che Sam nascesse, e conosce tutti i suoi segreti. Per il piccolo Sam, invece, ogni cosa è nuova: come al solito la sua sfrenata curiosità si mescola a mille incertezze ("Da dove arrivano le stelle marine?") e ancora una volta Stella prende per mano il fratellino ("Sono stelle cadenti che si sono innamorate del mare"), insegnandogli che il mondo è un'avventura e che non deve temere quello che non conosce.

A. Ossorio G. Sburelin "Il bello dell'ombrello" Ed. Fatatrac 2009
Questo libro narra dell'incontro tra il Bambino e il Matto e della loro amicizia, che non ha paura del "diverso" e che vaga tra sogno e fantasia, per scoprire la libertà attraverso il gioco delle parole e delle immagini.
Il Bambino che ama fantasticare, da grande vuole fare l'inventore, per inventare una serie di macchine, che sembrano inutili, ma che aiuterebbero, la mamma, il nonno, il papà ed anche se stesso, a superare una serie di problemi quotidiani.
Per lui vuole costruire una macchina che sappia catturare le parole, ed una volta catturate le userebbe per fare domande. La macchina avrà la forma di un telefono, perché la gente ha bisogno di cose che conosce perché quelle diverse gli fanno paura. Il bambino di domande da fare ne ha tante, e comincia proprio con il Matto che sta sempre fermo sotto il lampione davanti a casa sua.
Un libro delizioso che intreccia l'originalità del testo con la bellezza delle illustrazioni.


S. Gemmel, M.-J. Sacré "Dormi tranquillo, piccolo coniglio" Ed Bohem 2007
Un coniglietto chiede a Bodo, un drago buono, di fare il cattivo e incutere spavento per scacciare quella brutta e fastidiosa paura che lo assale quando va a dormire. Bodo deve forzare la sua natura di drago gentile, più portato a cantare e danzare che ad emettere urla e fuoco da spavento. Lo farà con impegno per aiutare il suo piccolo amico che, rassicurato, riuscirà ad addormentarsi. A Bodo, però, resta un'ultima domanda: "Chissà, dovrei forse chiedere scusa alla paura?".

M. A.C. Quarello Maurizio "Una bambina coraggiosa" Ed Bohem 2006
In una piccola città, tra tante case appiccate l'una all'altra, vive Anna. Anna è una bambina molto paurosa. Così tanto da non uscire quasi di casa. Ha paura del buio e del ripostiglio, ha paura dei vicini, ha paura dei bambini e del cane nero. Insomma ha davvero paura di tutto e di tutti! Fino a un giorno, uguale a tutti gli altri giorni, in cui Anna si fa coraggio... un libro per riconoscere e affrontare le proprie paure

B. Weninger "Che spavento Paolino!" Ed. Nord-Sud 2002
È la prima volta che Paolino e i suoi fratelli rimangono a casa da soli. In un primo momento i coniglietti si godono l'assenza dei genitori, ma nel bel mezzo della notte compare uno spaventoso fantasma! Paolino, però, decide di non lasciarsi intimorire e, insieme ai fratellini e alle sorelline, troverà il modo di scacciare l'ospite indesiderato... 

P. Parazzoli "Aiuto che paura! Filastrocche scacciamostri" Ed Fabbri 2000
Cosa succede quando c'è un serpente nascosto in un armadio e quando dalla radio escono ben 4 streghe, o quando il vento fischia e sbatte tanto forte da farci rizzare i capelli in testa o quando il dottore vuol farci una puntura? Quanti brutti babau e mostri orrendi popolano la nostra fantasia. Leggiamo una filastrocca e scacciamoli tutti via. 

C. Corinne "Filastrocche per giocare alla paura" Ed. Motta Junior 1998
I lupi, i temporali, le streghe, i mostri e i vampiri! Che terrore! Ma ci si può anche fare una risata delle proprie paure e scoprire che avere un pò di brividi a volte è divertente. Tante filastrocche divertenti e fantasiose per giocare con le rime e le parole. Un primo approccio alla poesia!

V. Gorbachev "Tommaso e i cento lupi cattivi" Ed.Nord-Sud 2007
È notte. Una notte nera come la pece. Le raffiche di vento fischiano alle finestre, quasi volessero spalancarle. Ed è proprio in notti come questa che, feroci e affamati, i lupi cattivi vanno a caccia di bambini... per mangiarseli! Cento lupi famelici... no, forse erano cinquanta. Cinquanta lupi assetati di sangue... beh, forse erano dieci. Dieci lupi mannari... o era soltanto uno? Comunque, con una cacciatrice di lupi esperta e coraggiosa come la mamma, si può dormire tranquilli! 

Y. Kimura "In una notte di temporale" Ed. Salani 1998
Il temporale infuria, la pioggia scroscia e la capretta spaventata si rifugia in una capanna buia.
Dopo poco un lupo, spaventato come lei, entra nella capanna. I due per colpa del buio, non si riconoscono e si fanno coraggio a vicenda. La favola si svolge tutta al buio, ed è proprio il buio che fa scoprire ai bambini quanto siano simili nei desideri e nelle paure i due antagonisti per antonomasia. Il buio, come complice in positivo, non svelerà loro la vera identità dell'altro. Anzi, riprendendo il loro cammino al termine del temporale, si saluteranno come due buoni amici e con l'impegno di rincontrarsi il giorno dopo a mezzogiorno nello stesso posto.

R. Piumini "Giovannin senza paura" Ed. El 2005
C'era una volta un ragazzino che non aveva paura di niente: lo chiamavano Giovannin senza paura. Un giorno disse: "Parto per il mondo: chissà se trovo qualcosa che mi possa spaventare", e partì.

M. Loretta Giraldo "Filastrocche scaccia paura" Ed. Giunti Kids 2006
Filastrocche per tutti i bambini, per giocare con orchi piccini, per conoscere la notte scura, per dormire senza paura.

G. Maiolo e G. Franchini "Ciripò, Lilli, Rataplan e altri animali paurosi" Ed. Erickson 2003
Le fiabe di questo libro sono state pensate e scritte da due psicoterapeuti proprio per aiutare i bambini a superare le loro paure, e hanno come protagonisti dei cuccioli di animali che si trovano ad affrontare le difficoltà più comuni nel percorso evolutivo. Con le loro soluzioni magiche, queste fiabe fanno capire al bambino che i passaggi difficili sono importanti per "diventare grandi", e offrono consolazione, fiducia e speranza nella vita e nei sogni.

O'Neill Rikki "Notti di paura" Ed. White Star 2007
Una semplice storia, che di fronte agli occhi dei bambini si colloca a metà tra la fantasia, il sogno e la realtà: il protagonista incontra una serie di esseri dall'aspetto mostruoso, ma comunque simpatico, che si nascondono nei luoghi più impensati e hanno fogge fantasiose e colorate. Attraverso l'osservazione degli originali modi con cui i mostri si presentano, e grazie al supporto di un adulto, il lettore ha la possibilità di non avere più paura del buio!!

A.S. Baumann "Io non ho paura del dottore!" Ed. Mondadori 2005
Vai con Paolo e Sara nell'ambulatorio del pediatra, del dentista e dell'oculista, riconosci le sagome degli oggetti e divertiti a leggere e a giocare da solo o in compagnia per imparare a non aver più paura dei dottori.

T.Kerr "Come affrontare le cose che ti fanno paura" Red Edizioni 1992
Un libro dedicato ai piccoli lettori su come affrontare e vincere le proprie paure. 

M. D'Allancé "Quando avevo paura del buio" Ed. Babailibri 2002
La mamma ha lasciato la porta della camera aperta e la luce accesa nel corridoio, ma Roberto sa che i mostri arriveranno lo stesso. Cosa fare?

A.Ziliotto "Storie di coraggio e di paura" Ed. Fabbri 2005
Cicco va ai grandi magazzini con la mamma poi si stufa e si nasconde. Dopo un po' però sarebbe meglio tornare. Ma dov'è finita la mamma? Il gatto Pepe fa un sacco di scherzi agli animali della fattoria. E così un giorno gli animali, tutti insieme, decidono di dargli una bella lezione. Per l'orsetto Bonifacio è giunto il primo giorno di scuola e per rassicurarsi porta con sé una sveglia che batte come il cuore della sua mamma. Tre storie illustrate per parlare di piccoli grandi esempi di coraggio e paura. 

Età di lettura: da 5 anni

A.Casalis M. Campanella "Flipsy. Mi sento solo! Che paura! Ahi, che male!" Ed. Dami 2009
Povero piccolo coniglietto! Sei solo e impaurito... Per fortuna nel bosco ci sono tanti amici pronti ad aiutarti! Dopo la Grande Tempesta, Flipsy si è perso nel bosco. Dove saranno la sua mamma e il suo papà? Chissà se li ritroverà o se, come tutti i coniglietti, crescerà e imparerà a cavarsela da solo... 

Giraldo M. Loretta "Anna e la paura più grande" Ed. San Paolo 2005
Anna è una bambina dalla forte personalità: ha i capelli rossi e le lentiggini sul naso. Oggi si parla della paura: tutti (anche le maestre) dicono cos'è per loro la cosa più spaventosa. Con la guida delle insegnanti, Anna scopre che anche la paura può aiutare a crescere. 

P. Bright "Sotto il letto" Ed. Il punto d'incontro 2003
Sotto il letto ci sono scarafaggi e in più strane bestiole, che in compagnia di un drago, un orso e un alligatore a mezzanotte organizzano allegre festicciole... "Ma sotto il letto c'è qualcosa oltre a tutto questo... qualcosa che è più grande della stanza e di tutto il resto... "Orribile, peloso e con bitorzoli sul naso. Non crederai ai tuoi occhi, se indagherai su questo strano caso!". Un libro divertente e irresistibile, per affrontare con un sorriso la paura del buio e di dormire da soli.

M. Rosen, H. Oxenbury, "A caccia dell'orso" Ed. Mondadori 2003
Un libro in rima nel quale le illustrazioni e l' onomatopea imitativa dei rumori che incutono paura, stimolano nei bambini la lettura ascoltata del racconto e degli stati d'animo dei protagonisti attraverso la vicenda di un'avventura familiare.

J. Donaldson, A. Scheffler, "A spasso col mostro" Ed. EL 2006
Un bel topino, si sa, è un boccone squisito per i predatori del bosco. Ma il topolino è un tipo furbetto. Si inventa la figura di un mostro con l'intento di mettere paura a volpi, serpenti e civette. Ma cosa succede se si scopre che il mostro esiste davvero? La divertente storia illustrata da Axel Scheffler è stata selezionata per lo "Smarties Prize". Già pubblicata in formato album sarà ora disponibile in formato tascabile. 

J. Donaldson, A. Scheffler "La figlia del Gruffalò" Edizioni EL 2004
Gruffalò ha proibito a tutti i gruffalò di avventurarsi nella buia foresta. Ma sua figlia, ignorato l'avvertimento del padre, si inoltra nella foresta in una notte di tempesta. Dopo tutto, il grande terribile topo non esiste per davvero... o no? 

R. Impey, M. Kemp, "L'orribile uomo piatto" Ed. EL 2002
Luca, ogni notte, quando si mette a dormire immagina di ricevere la terribile visita dell'orribile uomo piatto, che è così piatto che per entrare nella stanza riesce a scivolare sotto la porta o a passare attraverso le fessure della finestra. E Luca è paralizzato dalla paura. Ma esiste davvero l'uomo piatto? 

E. Cavalli e D. Gucciardini "Buonanotte buio" Ed. Lapis 2004
"Il mio problema è senza scappatoie. Ho paura della parola Buio con tutto quello che può starci dentro: mostri, fantasmi, scheletri e vampiri". In questo racconto l'autore narra di quella speciale paura, regina delle notti di molti bambini, che è la paura del buio, tanto avvolgente quanto apparentemente invincibile. Quando cala il silenzio ed il mondo perde tutti i suoi colori, proprio quando risulterebbe impossibile distinguere una pianta di melo da una sedia, il piccolo protagonista decide di provare ad affrontare tutto quel nero abitato da creature sconosciute, attribuendogli un nome amico... ma un tale espediente potrà funzionare con la spaventosa paura del buio? E non è forse nel capire che "non c'è trippa per mostri" che si inizia a diventare grandi?

Età di lettura: da 6 anni

M. Loretta Giraldo "Ridi, coniglio!" Ed. Giunti Junior 2007
Non è facile quando hai paura, soprattutto se le paure sono tante! Per fortuna qualche volta si riesce a non pensarci, approfittando per esempio di una bella giornata trascorsa nella casa di campagna della zia. Ecco però che ti viene chiesto di andare in cantina: buio, ragni, strani rumori e occhi che ti fissano! Per fortuna, la paura del buio la si può superare ritrovando il sorriso, anche dopo aver tremato assieme ad un coniglietto in un angolo di una cantina scura. Un incontro speciale e poi una scoperta serviranno a capire che tutti hanno paura di qualcosa.

J. Tomlison "Il gufo che aveva paura del buio" Ed. Nuove edizioni romane 2005
Plop è un gufetto che, contrariamente alla sua natura, teme il buio e perciò si rifiuta di uscire di notte per andare a caccia insieme al suo papà. Ma come spesso accade, è la mamma che lo aiuta a vincere le sue paure, convincendolo a uscire. Affrontare proprio quello che ci spaventa di più è una ricetta sicura per acquisire la fiducia in se stessi, così come conoscere ciò che è ignoto significa cessare di temerlo. Plop scopre che il buio non è solo nero come appare ma è abbagliante, utile, divertente e persino affascinante.

J. Irving "Un rumore come di uno che cerca di non fare rumore" Ed. Fabbri 2003
Tom si svegliò. Tim no. Due fratellini nel buio della notte, nella loro cameretta, in una grande casa. Il maggiore, quello che si sveglia mentre l'altro, il piccolino, continua beato a dormire, ha sentito qualcosa, uno strano rumore. E ha paura. Cerca di dare un nome al rumore, di riconoscerlo, ma è proprio diverso da tutti. È per questo che fa paura. L'arrivo del papà non risolverà il problema: Tom dovrà affrontare le sue inquietudini da solo, anche dopo che avrà scoperto che la fonte del rumore è un topo che zampetta nelle intercapedini della casa. E affrontare le proprie paure vuol dire crescere. 

R. Schami "Chi ha paura dell'uomo nero ?" Ed. Mondadori 2005
Papà è grande, forte e intelligente. Sa persino fare spettacolari giochi di prestigio. Eppure questo papà quasi perfetto ha un 'piccolo' problema: è spaventato a morte degli stranieri, soprattutto se sono di colore. Lui vorrebbe nasconderlo ma la sua bambina è sicura: ogni volta che passa uno straniero, il papà le strizza la mano per la paura! Non ci sono dubbi: tocca a lei aiutarlo, ma deve farlo senza che lui se ne accorga. 

Età di lettura: da 7 anni

S. Bordiglioni "Sogni da brivido" Ed. Emme 2002
Linda e Riccardo, due gemelli, sono in grado di incontrarsi ogni notte nei loro sogni. Possono addirittura intervenire sui loro sogni: li modificano infatti a loro piacere. A un tratto però cominciano a sognare un mostro che li insegue e non riescono a farlo scomparire. La paura per il mostro è grande, ma non è niente in confronto al terrore che li coglie quando vengono catturati da una strega che li vuole mangiare. 

Piumini, Dell'Oro, Bordiglioni "Uno…due…Trema!" Ed. Einaudi 2006
Sono 4 i protagonisti bambini di queste 5 storie: Martino cerca di sconfiggere un diavolo che lo tormenta, Niccolò compie un viaggio magico nel regno delle paure e poi deve vedersela con la "strega", Camilla è terrorizzata dalle ombre che si aggirano per casa, Linda e Riccardo precipitano in un incubo alla fine dell'universo... Ma in ogni avventura le paure si riescono a vincere con coraggio e ironia!

R. Pavanello "Chi ha paura del lupo Carnera?" Ed. Paoline 2006
Nella buia foresta di Boscoscuro vive Carnera, un enorme e feroce lupo nero che terrorizza tutti gli animali di Boscochiaro. Tutti tranne Scricchio, un piccolo e coraggioso scoiattolo che non ha paura di sfidarlo, scoprendo il suo segreto: Carnera è un vecchio lupo sdentato, calvo, quasi cieco e soprattutto è un lupo tanto solo che si difende facendo paura! Da questa debolezza nascerà un sodalizio tra Carnera e tutti gli animali di Boscochiaro. 

Età di lettura: da 8 anni

Gubule "Verdi di paura, morti dal ridere" Ed. Mondadori 2003
Che fare se hai una strega come vicina di casa? Se un orco ti vuole cuocere a fuoco lento? Se dei morti viventi ti inseguono nel cimitero? Non ci vuole molto a rispondere. Diventi verde dalla paura, ti tremano le ginocchia e batti i denti! Allora apri subito questo manuale di sopravvivenza: qui troverai una soluzione per tutte le tue angosce. 

N. Gaiman, "I Lupi nei muri" Ed. Mondadori 2003
È la storia di Lucy che sente dei rumori nei muri ed è convinta che siano lupi, mentre tutti gli altri della sua famiglia insistono dicendo che sono dei semplici topolini.

F. Poluzzi "Topomostro" Ed. Giunti Junior 2007
Nel cuore della notte Adelisa viene svegliata di soprassalto da un debole squittio: che ci fa un topino in camera sua ? Lei è più incuriosita che impaurita, sua mamma invece è inorridita e costringe il papà a liberarsene. Nelle notti seguenti la bambina comincia ad essere visitata da un topo mostruoso, che la terrorizza. A nulla valgono le rassicurazioni del papà, né la presenza della gatta dei vicini, Il Topomostro continua a perseguitarla! Finché l'amica Martina non la fa entrare nella "Banda dei mostri", un gruppo di ragazzi che ha molto in comune con lei: ognuno, infatti, è alle prese con un suo mostro notturno. Adelisa conosce così Fabio, che le racconta come è riuscito a sbarazzarsi del suo mostro personale, affrontandolo con coraggio e infine rinchiudendolo nella camera dei genitori. Cosa che decide di fare anche lei per vincere, una volta per tutte, le sue paure.

Età di lettura: da 9 anni

K. L. Going "I ragni mi fanno paura" Ed. Piemme 2007
Gabriel ha paura dei ragni, dei fantasmi, di cadere nel gabinetto, di cambiare classe e di un sacco di altre cose. La sua migliore amica, Frita, lo convince ad affrontare insieme le loro paure e questo significa anche per lei dover combattere ciò che teme di più. Ma non si tratta di ragni o altri insetti schifosi: il suo problema è molto più grave... e ha a che fare con il colore della pelle. 

Età di lettura: da 10 anni

Masannek Joachim "Vanessa senza paura" Ed. De Agostini 2007
Per Vanessa il calcio è tutta la vita. Non vede l'ora di cominciare l'allenamento con gli Scatenati della Tribù del pallone. Ma per una ragazza non è facile essere accettata da un gruppetto di ragazzini che fanno i duri, che cercano in ogni modo di scoraggiarla e la boicottano anche sul campo di gioco. Vanessa, però, più scatenata degli Scatenati, li sfida in una strepitosa partita finale, per dimostrare di avere tutte le carte in regola per entrare a far parte della Tribù del pallone. 

Adulti

M. Sunderland "Aiutare i Bambini che hanno paura" Ed. Erickson 2004
Sono tanti i bambini pieni di paure e inquietudini, assaliti da ansie e incubi. Questo libro è una guida per genitori, educatori, insegnanti, psicologi e quanti incontrano bambini che hanno bisogno di essere liberati dalle loro paure. Nella parte teorica l'autrice descrive i processi psicologici che portano i bambini ad avere paura, e fornisce pratici suggerimenti su come aiutarli a superare questo problema prima di tutto parlandone con gli adulti. Per realizzare concretamente il programma proposto nella parte teorica, al volume è allegata una favola, ricca di illustrazioni che permettono anche ai più piccoli di seguire la vicenda; leggendola da solo o con un adulto, il bambino potrà vedere le sue ansie da una prospettiva diversa e riuscire ad affrontarle e risolverle. Il volume aiuterà i bambini a superare problemi emotivi come la rabbia, l'incapacità di sognare e nutrire speranze, i lutti, l'ansia, le ossessioni, il bullismo, una bassa autostima, ecc.

M. Bernardi e P. Tromellini "La Tenerezza e la Paura: ascoltare i sentimenti dei bambini" Ed. Tea 2004
Marcello Bernardi e Pina Tromellini, due guide d'eccezione, per un viaggio nel mondo dell'infanzia. Un mondo che abbiamo imparato ad amare, ma che siamo ancora ben lontani dal conoscere e che soprattutto dobbiamo cominciare ad ascoltare. Questo libro è una lunga conversazione su cosa e come fare: fermarsi un istante, partire dall'esperienza di tutti i giorni e ascoltare le voci dei bambini, che ci parlano di se stessi, delle proprie paure e dei propri sentimenti. Per avvicinarci ai nostri figli con l'atteggiamento giusto, abbassando quelle barriere di incomprensione che, troppo spesso, noi stessi creiamo.

P. Tromellini "Nei loro panni. Le nuove domande dei genitori" Ed. Salani 2005
Pina Tromellini risponde alle domande più scottanti e attuali dei genitori con l'autorevolezza della pedagogista, la saggezza della sua esperienza professionale, e un tocco di umanità. Questo libro non dà solo risposte, ma una serie di consigli e di suggerimenti per crescere bene i propri figli, e imparare a crescere con loro. Tra i temi affrontati: il divorzio dei genitori, il ruolo dei nonni, la morte, la guerra, la sessualità, i bambini ribelli e quelli tiranni, il problema dell'autorità. Ma l'autrice muove anche una critica a una società che venera la ricchezza e incentiva la superficialità e lancia una sfida: essere madri e padri sinceri, raccontare la verità e trasmettere la speranza.

C. Voglino "Aiutami a non avere paura" Ed.EGA 2008
Una mamma, una bambina gravemente ammalata ricoverata in ospedale in attesa di affrontare un difficile intervento chirurgico, un lieto fine. Una storia vera, calda e commovente, raccontata in presa diretta dai protagonisti.
Un libro coinvolgente per testimoniare la forza di restare adulti nella sofferenza. Un libro per dare voce al mondo dei bambini attraverso i loro disegni che interagiscono e dialogano con il racconto dell'autrice. Un libro per "aiutare tanti bambini e tanti genitori a non avere paura".

B. Copper-Royer "Paura del lupo, paura di tutto" Ed. De Vecchi 2007
Paure, angosce, fobie, ansie, timori sono stati d'animo che riguardano tutti i bambini e che segnano le tappe della loro crescita fini all'adolescenza. Tuttavia se non risolte, possono impedire uno sviluppo corretto ed equilibrato.
Senza drammatizzare, i genitori devono saper rassicurare i propri figli e aiutarli a crescere superando queste difficoltà.
Questo libro, in particolare, spiega: l'origine delle paure tipiche; come rassicurare il bambino che ha paura del buio; come superare la paura della scuola; il significato delle paure adolescenziali; la differenza tra fobie "normali" e fobie patologiche; come e chi consultare in caso di bisogno.

M. Capurso M.A. Trappa "La casa delle punture. La paura dell'ospedale nell'immaginario del bambino" Ed. Ma.GI 2005
Come immaginano l'ospedale i bambini? Che tipo di paure incute il pensiero di un ipotetico ricovero? Cosa spaventa di più? Una ricerca ha evidenziato che, oltre alle siringhe e ai camici bianchi, fa paura l'idea della solitudine, dell'incertezza, del dolore, dell'abbandono, della morte. Ricco di disegni e di racconti dei bambini, il volume è dedicato agli adulti addetti a lenire e a gestire le paure dei piccoli. Ai genitori, quindi, ma anche ai pediatri, insegnanti ed educatori di ogni sorta. Tutti loro troveranno qui le nozioni fondamentali sulla paura nell'infanzia, sulle sue cause, sul 
suo senso, sul modo di amministrarla e di ammansirla.

M. Stiefenhofer "Brr...Che Bello Spavento!! 55 suggerimenti... quando il bambino ha paura" Ed. La Meridiana 2003
Le paure fanno parte integrante dello sviluppo del bambino: la paura dell'abbandono, dei mostri minacciosi, di non essere all'altezza, quella legata alla scuola... Tanti suggerimenti e giochi, semplici e creativi, per aiutare gli adulti a gestire le paure dei bambini con atteggiamento positivo e sicuro.

Foto Poster © Fatatrac "Chi legge non ha paura"

Pin It
Accedi per commentare

DIVERGENT

Ho sempre adorato i libri per gli adolescenti, ma ultimamente ho sviluppato un nuovo amore per una serie in particolare. Divergent, é il primo dell’omonima trilogia di libri di Veronica Roth. Popolarissima tra i giovani, é l’ennesima serie di libridistopici. O almeno credo si dica così...non conoscevo questo termine finché mia figlia Penelope ha iniziato a leggere questo nuovo genere di romanzi. Utilizzando un linguaggio ed una classificazione ‘tradizionale’ potremmo definirli romanzi di fantascienza, con delle sfumature di significato un pò particolari. Ambientati nel futuro, offrono la rappresentazione di una società fittizia nella quale alcune tendenze sociali, politiche e tecnologiche avvertite nel presente sono portate a estremi negativi. Il padre di questo genere potrebbe essere considerato1984(G. Orwell) oFahrenheit 451(R. Brandbury). The Hunger Gamesne é un’altro esempio contemporaneo popolarissimo, già diventato un cult.

Leggi tutto...

Ai bambini piace leggere

"Scegliendo questo libro, avete dimostrato di essere interessati all'amore dei bambini per la lettura... Spero che i miei suggerimenti possano suscitare in voi nuove idee, stimolandovi a sviluppare nuovi metodi che contribuiscano al tentativo di educare i figli alla passione per la lettura."

Lettori non si nasce, lo si diventa, ma, come c'insegna Kathy Zahler, non è detto che il diventarlo debba essere noioso, faticoso o difficile. In questo libro ci presenta cinquanta attività divertenti, facili e pratiche che possono aiutare i banbini a sviluppare un amore duraturo per i libri. Ogni attività è descritta in modo semplice ed esauriente. Le istruzioni spiegano cosa fare, che materiale procurarsi e come incoraggiare i ragazzi a voler sapere sempre di più. Un manuale utilissimo per genitori ed insegnanti.

autore: Kathy A. Zahler (traduzione di A. Zabini)

editore: TEA

Il bambino nascosto. Favole per capire la psicologia nostra e dei nostri figli.

“Sono due bambini nascosti protagonisti di queste pagine: quello che sta dietro ogni comportamento e sintomo infantile e quello che ognuno di noi adulti si porta dentro, proiettandolo spesso inconsapevolmente sui bimbi che ci camminano accanto nella vita.

Il libro vuole aiutare a scoprire attraverso la rielaborazione fantastica di effettive storie infantili come ogni comportamento, dal punto di vista psicologico, si strutturi in maniera del tutto inconscia nel mondo interno fin dai primissimi anni della nostra esistenza.

La fatica di crescere viene analizzata a partire da temi diversi (l’abbandono dell’infanzia, la nostalgia, la perdita, il tradimento, la paura), tutti ugualmente significativi del disagio infantile. Ed è così che la scoperta del mondo interno di un bambino attraverso la riappropriazione delle nostre stesse emozioni di una volta costituisce una valida chiave d’accesso al mondo dei ragazzi, per poterli capire e aiutare meglio”

autore: Alba Marcoli

editore: Mondadori (collana Oscar saggi)