Asilo nido

L’asilo nido è un servizio educativo che risponde ai bisogni di genitori con bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni. L’obiettivo è di accudire i bambini e, al contempo, favorirne un equilibrato sviluppo fisico e psichico assicurando un ambiente in grado di stimolare i naturali processi evolutivi e conoscitivi, attraverso un rapporto costante con la famiglia.

Il progetto educativo dei nidi accompagna ed integra l'opera della famiglia, promuovendo esperienze di partecipazione dei genitori alla vita del nido, di aggregazione sociale e scambio culturale attorno ai temi dell\'educazione attraverso:

  • un clima di accoglienza nell'ambiente educativo nei confronti dei bambini e dei loro genitori, con particolare attenzione al momento del primo ingresso nel nido;
  • scambi comunicativi armonici e costanti tra operatori e genitori, e occasioni frequenti per la partecipazione dei genitori alla vita dei nidi e all'approfondimento del progetto educativo;
  • contesti educativi in cui spazi, tempi, interventi sono tutti progettati per favorire l'attivazione integrata di relazioni, affetti e conoscenze.

La scelta del metodo e della struttura deve essere fatta secondo criteri di personali ed oggettivi. Tra i primi evidentemente vanno considerati la distanza da casa e dal luogo di lavoro di uno o entrambi i genitori (bisognerà tener presente la necessità di utilizzare un veicolo o i mezzi pubblici e dunque la possibilità o meno che venga accompagnato anche da persone non munite di automobile); l’orario di apertura (alcuni nidi offrono il servizio per tempi più o meno prolungati); la chiusura o meno in periodi particolari dell’anno (Natale, Pasqua, agosto). Riguardo ai criteri di qualità della struttura vanno considerati: la disponibilità di spazi all’aperto attrezzati; la qualità e manutenzione degli arredi e dei giochi; la disponibilità di spazi per la nanna e per il cambio ben attrezzati e curati; la presenza o meno della cucina per la preparazione dei cibi; l’aggiornamento permanente degli operatori su tutti i temi che coinvolgono la vita, lo sviluppo e l'educazione dei bambini.

Pin It
Accedi per commentare

Requiem per il giovane Borgia

 

Si tratta di un romanzo storico e nello stesso tempo di un avvincente giallo scritto da due giovani autrici milanesi esordienti che hanno svolto approfondite ricerche storiche sulla opulenta e maestosa Roma rinascimentale e le ricche corti italiane, soggiogate dalla morale del tempo, individualista e brutale, tesa al conseguimento dei fini senza curarsi dei mezzi con i quali ottenerli.

La vicenda parte dal brutale omicidio di Juan Borgia, duca di Gandia, figlio prediletto di papa Alessandro VI, al secolo Rodrigo Borgia.

Chi è il mandante dell'assassinio? L'indagine non è facile. È possibile il movente politico (il dominio dei Borgia è inviso alle potenti famiglie romane, agli Orsini, agli Sforza di Milano, a Guido da Montefeltro, ai baroni romani e a molti prelati che disapprovano la scandalosa condotta del papa), ma può essere un movente passionale o può essere maturato nell'ambito familiare....

La scrittura è scorrevole e varia e si presta facilmente ad una trasposizione filmica.

autore: Elena Martignoni, Michela Martignoni

editore: TEA

Il bambino nascosto. Favole per capire la psicologia nostra e dei nostri figli.

“Sono due bambini nascosti protagonisti di queste pagine: quello che sta dietro ogni comportamento e sintomo infantile e quello che ognuno di noi adulti si porta dentro, proiettandolo spesso inconsapevolmente sui bimbi che ci camminano accanto nella vita.

Il libro vuole aiutare a scoprire attraverso la rielaborazione fantastica di effettive storie infantili come ogni comportamento, dal punto di vista psicologico, si strutturi in maniera del tutto inconscia nel mondo interno fin dai primissimi anni della nostra esistenza.

La fatica di crescere viene analizzata a partire da temi diversi (l’abbandono dell’infanzia, la nostalgia, la perdita, il tradimento, la paura), tutti ugualmente significativi del disagio infantile. Ed è così che la scoperta del mondo interno di un bambino attraverso la riappropriazione delle nostre stesse emozioni di una volta costituisce una valida chiave d’accesso al mondo dei ragazzi, per poterli capire e aiutare meglio”

autore: Alba Marcoli

editore: Mondadori (collana Oscar saggi)

Cecilia passeggia nel parco

Cecilia è una bambina ipovedente. Il suo uccellino Pilù, che sempre la accompagna, non sa volare. Il mondo intorno a loro è privo di colore, ma una passeggiata nel parco, ricca di stimoli sensoriali e un incontro-scontro inatteso faranno tornare i colori nella sua vita e daranno nuove ali a Pilù.

Leggi tutto...