Bibliografia. Il lettone

Una bibliografia dedicata ai piccolissimi, anche loro hanno le loro piccole ansie.
I protagonisti di queste storie interpretano alla perfezione il desiderio della maggior parte dei bambini…Dormire nel lettone insieme ai propri genitori! 

Età di lettura: da 2 anni

S. Hunter "Teo fa la nanna" Ed. Gribaudo 2011
In Teo fa la nanna, l'elefantino accompagna i bimbi nel dolce rituale della buonanotte: con le tenere illustrazioni dai colori pastello, Teo li coccolerà prima di entrare nel mondo dei sogni. Mamma e papà potranno leggere ai loro piccoli la storia dell'elefantino che si prepara per dormire, mentre i bambini osservano le immagini e imparano a riconoscere gli oggetti a loro familiari, quali lo spazzolino, il pigiama, le pantofole e i termini a essi corrispondenti.

F. Ferri "A nanna Orsetto" Ed. El, 2009
Un morbidissimo e coloratissimo libro di stoffa per la nanna dei più piccoli.

P. Oud "A nanna con Tina e Milo" Ed. Clavis, 2009
Una divertente storia sui rituali della buonanotte.

D. Dufresne, A.Modéré "Il sonnellino" Ed Lapis, 2009
Margherita non ha per niente voglia di fare il sonnellino…

N. Costa "Tutti a nanna" Emme Edizioni, 2008
Scende la sera... il sole ha sonno"

N. Costa "La nuvola Olga va a nanna!" Emme Edizioni, 2008
La nuvola Olga ritorna con una nuova storia pensata per i lettori piccolissimi: con testi brevi, illustrazioni a tavola piena e un formato piccolo e robusto, la nuvola Olga accompagnerà il bambino nel dolce mondo del sonno.

R. Pagnoni "Anche io nel lettone" Ed. Mondadori, 2007
All'orsetto protagonista di questa storia non piace saltare e rotolarsi sul lettone quando è vuoto, ma solo al mattino quando i suoi genitori sono appena svegli e possono fargli le coccole o il solletico prima di alzarsi!

P.Goodhart, B. Granstroem "Vado a dormire" Ed. Editoriale Scienza, 2006
All'ora della nanna molti bambini fanno le stesse cose. Si svestono, fanno il bagno, si lavano i denti, ascoltano una storia. In questo libro si segue la bambina che si prepara ad andare a dormire: alla sera fate anche voi come lei? Leggere è bello: leggere insieme ancora di più! E rivivere insieme i momenti più belli della giornata è un divertimento da ripetere, ripetere, ripetere.

A.Abbatiello "Ninna nanna ninna mamma" Ed. Fatatrc, 2001
Una mattina la Mucca Moka si trova in un prato pieno di fiori e comincia a mangiare fino ad avere la pancia gonfia, per le mucche i fiori sono come le caramelle, dopo aver mangiato decide di schiacciare un pisolino e comincia a sognare. Una ninna nanna da cantare al bambino che si deve addormentare ma che non ne vuol sapere.

M. Brunellet "Il riposino non mi va!" Ed. Motta Junior, 1998
Oggi, all'ora del riposino, Iris non sa più che cosa inventare per non andare a letto. Perché bosogna andare a dormire quando non si ha sonno? Ma, all'improvviso, Iris smette di protestare. Cos'è successo...? I piaceri e i piccoli drammi della vita quotidiana presentati ai più piccoli con ironia e tenerezza.

Età di lettura: da 3 anni

S. Agostini, M. Tonin "Mirtillo non vuole fare la nanna" Ed. Gribaudo, 2011
Il gattino è riluttante a stare nel lettino; ha sete, gli scappa la pipì, poi deve soffiarsi il naso e alla fine è spaventato perché gli sembra di vedere dei mostri. In realtà, si tratta solo del suo "mostruoso" disordine e Mirtillo può mettersi a dormire sereno.

T. Moroney "Mi piace... andare a nanna!" Ed. Crealibri, 2001
Condividere con il bambino il tempo della nanna, leggergli una fiaba, lodarlo per i risultati della giornata vuol dire regalargli un sonno tranquillo e sereno.

C. Valentini, V. Perrot Soumagnac "Cucù" ED. Zoolibri 2010
Prima di addormentarsi Pepe vede spuntare una mano in fondo al letto. Di chi è quella manina che saluta, gratta, indica e accarezza? È dell'orso, della scimmia o del coccodrillo? 

C. Valentini, V. Perrot Soumagnac "Morsicotti" ED. Zoolibri 2010
E se prima di dormire ti rosicchio un ORECCHIO? MIAOO!!! MIAGOLO come un gatto. E se ti rosicchio una GAMBA? BUM BUM BUM!... mi BATTO IL PETTO come un gorilla. 
E se ti rosicchio un PIEDE? QUA QUA QUA!... starnazzo come un'anatra... E se ti do un bacino? 

S. Agostini, Irene, Tonini "Ninna nanna, ninna oh" E. Gribaudo, 2010
Le classiche filastrocche accompagnate da bellissime illustrazioni per far addormentare con dolcezza i bambini!

A.Kluber "A nanna Orsetto!" Ed. Ape Junior, 2010
Una storia in rima accompagnata da tenere illustrazioni. Un libro che si anima, ideale da raccontare ai bimbi più piccoli, che potranno così sviluppare le capacità primarie del linguaggio e della comunicazione.

S.Agostini, M. Tonin "Una fifa blu" Ed. Gribaudo, 2009
Di notte, con il buio, ogni cosa cambia, trasformandosi in ombre, mostri, incubi. I fratelli Sgarabulletti provano tutti lo stesso sentimento: una fifa blu! Come finirà? Ecco una storia davvero speciale da leggere ai vostri bambini, per condividere con loro ciò che provano scoprendo attraverso i colori le loro emozioni. 

M. Wright "Nicola niente nanna" Ed. Nord-sud, 2007
Il buio è arrivato ed è notte. In piedi sul letto Nicola è assonnato... e come tutte le sere va a bussare alla porta della camera dei suoi genitori per dormire con loro. Ma il lettone per tre è troppo stretto, bisogna pensare ad una soluzione diversa: che sia il tetto della casa il posto ideale? O forse la cucina, magari il bagno o addirittura i bidoni della spazzatura? Nessun posto sembra andare bene, nessuno dorme più! Ma alla fine Nicola avrà un'idea, quella giusta. E con un sospiro di sollievo di mamma e papà dormiranno tutti sonni tranquilli!

M. Waddell, B Firth "Sogni d'oro, Piccolo Orso!" Ed. Nord-Sud, 2006
Piccolo Orso e Grande Orso vivono in una grande caverna, comoda e spaziosa. Ma un giorno, giocando, il piccolo trova una caverna che sembra fatta apposta per lui. Ci porta una sedia, un tavolo e un letto, e gioca tutto il giorno a essere un orso grande, con una caverna tutta per sé. Quando però viene l'ora di fare la nanna, pensa che Grande Orso possa sentire la sua mancanza: e poi, Piccolo Orso ha nostalgia delle fiabe della buonanotte. 

C.Roth, V.Gorbachev "Voglio le coccole!" Ed. Nord-Sud, 2004
Il sole tramonta, è ora di andare a nanna. Ricciolino si infila a letto, ma... se non c'è la mamma a rimboccargli le coperte, l'agnellino non riesce a prendere sonno! 

A.Canalis "Topo Tip non fa la nanna" Dami Editore, 2003
Topo Tip fa i capricci, proprio come i nostri bambini. Ma la sua mamma è bravissima: sa farlo smettere e lui torna ad essere un topino bravo e ragionevole. Come farà? In questa storia, Topo Tip non vuole dormire e pensa: ''Uffa! Che noia stare a letto! Qui non succede nulla di interessante!'' La mamma allora gli mostra le stelle e gli parla della notte...

G. Michel "Zou" Ed. Babalibri, 2000
Quando si ha voglia di giocare al mattino con mamma e papà, bisogna essere sicuri che siano svegli. Se non sono ben svegli, si può portare loro una gran tazza di caffè. Ma se si rovescia quasi tutto il caffè, bisogna trovare un'altra soluzione. 

Età di lettura: da 4 anni

M. Vago "Adesso chiamo Zenone" Ed. Arka 2010
Che paura, per Luca, dormire da solo nella sua cameretta! I genitori sono in casa, la lampada è accesa, però i mostri se ne infischiano ed arrivano lo stesso. Uno dopo l'altro. E quando sono tutti insieme fanno un tale baccano da non riuscire a prendere sonno. Ma Luca un rimedio ce l'ha. E funziona sempre benissimo.

E. Bussolati, F. Crovara "Il primo libro della nanna" Ed. La coccinella,2009
Un libro dedicato alla magia della notte e ai piccoli, preziosi rituali che accompagnano il momento di andare a dormire. Una miriade di idee, giochi, storie, indovinelli, piccoli oggetti da costruire che aiuteranno i bambini ad andare a nanna contenti.

L. Panzieri, E. Samantha "I bambini della nanna" Ed. Lapis 2006

Quando i bambini si addormentano, sono tutti da guardare. Nei lettini, la sera, chiudono gli occhi e iniziano la loro avventura, tra bianchi lenzuoli e cieli stellati. Se ci si mette sulla porta, si vede il bambino ospitale, l'amante dei libri, il dormiglione accoccolato, l'inventore di sogni, uno che dorme preoccupato, l'altro a testa in giù. Questo è un libro che apre quella porta speciale, per guardare con un sorriso i bambini addormentati. 

M. Waddell, E. Firth "Non dormi, piccolo orso?" Ed Salani, 2004
È finita la giornata. Grande Orso mette Piccolo Orso a dormire nel letto in fondo alla caverna. Ma Piccolo Orso è irrequieto, si dimena, fa capriole sul letto, ha paura del buio. Grande Orso gli porta una piccola lampada, ma non basta, poi una media e poi una grande, ma l'orsetto è sempre più agitato. Nella caverna c'è luce, ma fuori è ancora buio. Grande Orso prende per mano il suo cucciolo e si avvia verso la porta. Piccolo Orso si aggrappa a lui pauroso. Grande Orso gli mostra l'enorme luna splendente sul paesaggio innevato e Piccolo Orso si addormenta sereno fra le sue braccia. 

B. Masini "C'è un ippopotamo nel lettino" Ed. Arka 2003
Guido ora è grande e non vuole più andare a letto con il pannolino. Ma ogni notte deve chiamare la mamma perché, dice, un ippopotamo è venuto a scrollarsi sul suo lettino, una balena a fare uno zampillo, una sirena a riscaldarsi vicino a lui…

I.Le Touzè "Un, due, tre… a letto!" Ed. Motta Junior, 2002
Stasera non riesco proprio a dormire! "Conta le pecorelle" dice la mamma. "una, due, tre quattro…" la stanza si riempie di pecorelle, che ballano, suonano, giocano. Riusciremo ad addormentarci?

B. Marchon "Gattino e il suo cuscino" Ed. Motta Junior, 2002
Gattino ama restare nel suo lettino morbido e caldo... Una bella collana per leggere con il papà e la mamma e diventare grandi, giorno dopo giorno, pagina dopo pagina.

Età di lettura: da 5 anni

H. Schirneck "Dimmi, che cos'è un sogno?" Ed. Motta Junior 2004
Osvaldo, la talpa, vorrebbe sapere che cos'è un sogno. La mamma gli risponde che è qualcosa che non esiste. Allora Osvaldo interroga gli altri animali: la volpe, la formica, l'orso... sapranno dargli una risposta?

M.Caviezel "Filastrocche in pigiama" Ed Motta Junior, 1998
Filastrocche birichine, se la notte è troppo nera. Filastrocche luccioline, da ascoltare quando è sera. Filastrocche candeline, molli e calde come cera. Tenere filastrocche per addormentarsi... Tante filastrocche divertenti e fantasiose per giocare con le rime e le parole. Un primo approccio alla poesia!

Età di lettura da 6 anni

A.Ahlberg "Dieci in un letto" Ed. Nord-Sud 2011
Ogni sera, quando Dina va a nanna, trova il suo letto occupato dal personaggio di una fiaba: la Bella Addormentata che si dà il rossetto, un principe ranocchio che nessuno vuole baciare, un orco che vuole mangiarsela col pane e burro. Dina non si stupisce e non si spaventa: sa raccontare loro storie così curiose, li confonde talmente e li lusinga che alla fine quelli se ne vanno arrabbiati o contenti, e Dina può farsi un bel sonno fino al mattino. 

S. Bordiglioni "Storie sotto il letto per dormire... quasi tranquilli" Ed. Enaudi 2001
Quante volte avete controllato se c'era un mostro sotto il letto prima di andare a dormire? Se la risposta è "una o due volte", siete dei leoni. Se la risposta è "cento o duecento volte"... Niente paura, siete in buona compagnia. Perché in questo libro ci sono draghi che scoppiano in lacrime appena fa buio, frilli che hanno il terrore degli altri frilli, troll che tremano alla vista di una ranocchia. La prossima volta che guardate sotto il letto, fate attenzione: i mostri si potrebbero spaventare.

Foto: Copertina del libro "Vado a Dormire" di Goodhart Pippa, Granström Brita edito da Editoriale Scienza

Pin It
Accedi per commentare

L’ora di lezione. Per un’erotica dell’insegnamento

Non sono più rami storti da raddrizzare e nemmeno vasi da riempire i nostri ragazzi che frequentano le scuole, siano esse primarie, secondarie o università . L’insegnante deve recuperare il ruolo che è indicato nella stessa etimologia  della parola “insegnare”, lasciare un segno, un’impronta importante nell’allievo, svincolandosi dal contenuto del sapere, per trasmettere l’amore per il sapere. 

Leggi tutto...

Il ritmo del corpo. Muoversi con consapevolezza

Un libro e un percorso sulla consapevolezza del sé, per sintonizzare il proprio corpo e la propria mente con i ritmi interiori e con quelli dell’ambiente che ci circonda attraverso la pratica costante, perseverante e umile del Daoyin Yangshen Gong, la forma del qi gong diffusasi in Cina negli anni 70 al fine di migliorare la salute e acquisire longevità.

Gli autori del libro, uno insegnante di qi gong e operatore tuina e l’altra fondatrice dell’Associazione Culturale ”Centro per lo Sviluppo Evolutivo dell’Uomo”, raccontandoci la propria esperienza personale maturata da contesti diversi, ci conducono passo dopo passo e con estrema chiarezza in questa dimensione caratterizzata da esercizi fisici armonici e rilassanti di estremo beneficio per la nostra salute, ma anche e soprattutto funzionali ad un recupero della capacità del nostro corpo-mente di ascoltarsi lasciando scorrere le energie vitali.

Leggi tutto...

Manuale a uso dei bambini che hanno genitori difficili

Con molto humour Jeanne Van den Brouck, pseudonimo dietro il quale si nasconde una psicoanalista parigina, cerca tutte le situazioni familiari in cui possono incappare i bambini di ogni età, attraverso le quali essi devono costruire la propria personalità e “educare” i loro genitori difficili.

Un estratto:
In breve bisogna aiutare quanto più si può la maturazione dei genitori; in caso contrario saranno soltanto dei “grandi” sempre più decrepiti ma non diventeranno mai adulti. Sembra siano i figli adolescenti quelli che si accollano più volentieri questa parte del lavoro educativo. Si tratta essenzialmente di scuotere le strutture sclerotiche nelle quali i genitori tendono a rinchiudersi appena cessano di venir stimolati. Per permettere ai genitori di conservare l’agilità necessaria, il figlio diventa allora fonte di difficoltà permanenti a tutti i livelli: affettivo, morale, intellettuale, materiale. Il lavoro è enorme, spossante e impegna tutta l’energia del figlio. In molti casi si rivela anche deludente: spesso i genitori non si rendono conto degli sforzi compiuti per loro e non mostrano alcuna riconoscenza. A volte si ribellano, o reagiscono con atteggiamenti quasi paranoici. Soltanto i figli pronti a pagare di persona dovranno dunque intraprendere un lavoro tanto ingrato.

autore: Jeanne Van den Brouck (tradotto da A. Vittorini)

editore: Cortina Raffaello