Decoriamo la Pasqua

Durante il periodo pre pasquale si possono preparare insieme ai nostri bimbi tante belle uova per addobbare l'albero di Pasqua o la tavola imbandita a festa. Gusci, colori, fantasia e delicatezza sono gli ingredienti principali per questi lavoretti. Grazie alle ricette pasquali le uova non mancheranno in casa e si possono riciclare con allegria! Ecco alcuni esempi che potrete perfezionare ed elaborare con la vostra fantasia.

 

Uova sode colorate 
Per addobbare il tavolo del pranzo pasquale! 

Occorrente: 
uova sode 
una ciotola piena d'acqua o un pentolino d'acqua 
colori in pastiglie 
oppure cipolle e prezzemolo 
oppure pennelli ed acquarelli 

Con le pastiglie, che potrete trovare in cartoleria o negozi di bricolage, il gioco è facile: basta mettere a bollire le uova ed una volta sode si immergono nell'acqua dove avrete fatto sciogliere la pastiglia del colore preferito. I tempi sono indicati sulla confezione. 
Nella versione antica del gioco ci vuole un po' di pazienza in più! Prendete le uova fresche, scegliete 4/5 foglie di prezzemolo per ogni uovo ed applicatele a piacere sul guscio bagnandole un pochino per farle aderire bene. Prendere delle cipolle dorate e scegliendo le bucce più colorate avvolgetele sulle uova con le foglie di prezzemolo. Prendete dello scottex ed avvolgete le uova così da tenere ferme le foglie e le bucce. 
Mettete a bollire le uova per il tempo necessario per farle rassodare. Una volta liberate dagli strati di foglie risulteranno ambrate con lo stencil del prezzemolo! 
Al posto delle foglie di prezzemolo si possono usare anche altre forme di carta che avrete ritagliato a piacere! 
Se invece vi sentite degli artisti e volete usare le uova sode come segnaposti per il pranzo, con i pennelli e gli acquarelli potrete sbizzarrirvi a colorare e scrivere i nomi degli invitati! 

L'albero di Pasqua 
Molto frequente nei paesi del nord è un bellissimo addobbo che si può ricreare con pochi oggetti e tanta fantasia! 

Occorrente: 
uova fresche 
un chiodino 
una siringa senza ago 
una ciotola 
sapone per i piatti ed aceto 
nastrini colorati 
un ago da tappezziere (deve essere più lungo del diametro maggiore dell'uovo) 
pennelli e tempere in tubetto 
per i temerari: un trapano con la punta più piccola e fil di ferro 

Le uova da appendere 
Prendete le uova fresche e bucate delicatamente il guscio sulle estremità dell'uovo, svuotate il contenuto nella bacinella aiutandovi con la siringa. Risulterà più facile scuotendo l'uovo così da far rompere il tuorlo. Svuotato, il guscio andrà lavato con sapone per i piatti e risciacquato abbondantemente. Una volta asciutte andranno decorate con pennelli e colori, creando prima uno sfondo tinta unita che copra tutto l'uovo e poi decorato a piacere (fiorellini, bordure, a pois, zebrato, tigrato, etc). a colori asciutti con estrema delicatezza bisogna renderlo appendibile: con l'ago lungo ed un nastro colorato della lunghezza di 20cm bisognerà attraversare l'uovo internamente e passando in doppio il nastro si fermerà con un nodino le due estremità creando un occhiello dall'altra parte! 

Preso un vaso e riempito di rami di pesco in fiore, di ciliegio o di salice si potrà creare un bellissimo centro tavola con tutte le uova appese! 

Per i più portati, ecco un'altra idea: con le uova già colorate a tinta unita e con il nastrino già confezionato si possono fare le uova cucite: prendere il trapano e a piacere fate dei piccoli buchini a distanza regolare sulla pancia del guscio, ci vuole tanta pazienza e delicatezza... oltre a tanti gusci di riserva! Con un piccolo pezzo di fil di ferro createvi un ago curvo. Ad una estremità dell'ago curvo fissate un nastrino colorato (piegando il fil di ferro su se stesso) e fatelo passare dentro e fuori per i buchini appena fatti! Una volta completato il giro tagliate il nastro della misura che vi piace e fissatelo con un fiocchetto oppure con una goccia di colla. 


Candele di Pasqua
Tanti gusci colorati che illuminano tavole e davanzali! 

Occorrente: 
uova fresche 
ciotola 
pennelli e tempere o acquerelli 
cera in granelli 
stoppino 
stuzzicadenti 
porta uova 

Certe ricette pasquali richiedono l'uso del tuorlo e dell'albume separati quindi le uova andranno aperte tradizionalmente, ma i gusci si possono riciclare! 
Una volta rotto l'uovo prendete la parte di guscio più grande e lavatela con sapone per i piatti e aceto e risciacquateli molto bene! Una volta asciutti colorate l'esterno a piacere e l'interno con colori chiarissimi.
Asciugate le uova colorate e adagiatele nei porta uova. Prendete lo stoppino e tagliatelo un po' più lungo dell'altezza dell'uovo rotto, fissate ad una estremità dello stoppino un pezzettino di stuzzicadente, così da creare la base dello stoppino, ed infilatelo all'interno dell'uovo e riempite per tre quarti il guscio con la cera in granuli. Ed ecco fatto le candele di Pasqua! 

Animaletti di Pasqua. 
Con le uova sode si possono fare gli animaletti! tanti topini, coniglietti, gattini e perché no, anche una tigre! 

Occorrente: 
uova sode 
pennelli a punta fine e tempere 
porta uovo 
carta bianca e pennarelli 
forbici 
colla 
spago 

Prendere le uova sode e disegnate con i pennelli i musetti degli animali preferiti, sulla carta disegnate le orecchie, le criniere e le zampine colorandole con i pennarelli. Con la colla attaccatele sulle uova e con lo spago ricordatevi di attaccare la coda ai nostri amici animaletti! 
Adagiadeteli nei porta uovo e... la tavola si trasformerà in una bellissima fattoria (o una savana!!) 

Per i più intraprendenti si potranno ricreare farfalle ed apine da appendere all'albero di Pasqua. Però attenzione che i buchini andranno fatti non sul lato più lungo ma sul lato più corto così da ricreare il volo degli insetti! Per le ali consigliamo di usare la carta velina e per le antenne dello spago rigido, oppure dello spago precedentemente immerso nella colla. 

Buona Pasqua a tutti e... buon divertimento! 

Pin It
Accedi per commentare

Desiderare un figlio, adottare un bambino

L'adozione di un bambino è una scelta complessa ed articolata che inizia dal desiderio di prendersi cura di un figlio nato da altri. Il nostro lavoro, che ci mette in contatto quotidianamente con questa realtà, ci ha fornito uno spazio privilegiato di osservazione, e ci ha indotte a riflettere su quale ruolo possano svolgere i servizi per sostenere le famiglie adottive. Abbiamo cercato di dare voce a tutti i protagonisti dell\'adozione: i genitori, i bambini, gli operatori, gli insegnanti e gli educatori delle case-famiglia, proponendo una chiave di lettura in cui ognuno possa ritrovare un terreno di confronto e trasformare le peculiarità in risorse.

Autore: Simonetta Cavallie Maria Cristina Aglietti

Editore: Armando

UN DUE TRE SCALA

"UN DUE TRE SCALA" è una nuova collana di libri illustrati per bambini, ideata da Tita e Teatro alla Scala, edita da Skira-Classica, che racconteranno ai più piccoli attraverso un linguaggio adatto a loro, il mondo della musica classica.

Il progetto nasce dall'incontro di testi e immagini ed è pensato per avvicinare i piccoli lettori al mondo della musica classica.

Ogni volume è realizzato con un'innovativa tecnica artigianale "a fisarmonica": leggibile da entrambi i lati, un formato originale, capace di trasformare il libro in un coloratissimo gioco interattivo. Una vera sfida ai supporti informatici ormai alla portata anche dei più piccoli

Libri dinamici e istruttivi (in edizione bilingue, italiano e inglese), che segnano la felice unione tra parole, arte illustrata e musica, grazie anche ai colorati disegni di navigati illustratori per l'infanzia.

Il primo volume "10 e più cose incredibili sulla Scala. Lampadine, uova e leggende a teatro" è illustrato da Brendan Wenzel e curato dal musicologo Marino Mora. Racconta un viaggio alla scoperta di tutti i segreti della Scala, davanti e dietro al sipario.

Il secondo volume "Giuseppino. Come il piccolo Verdi è diventato il grande Verdi" è dedicato all'infanzia di Giuseppe Verdi, nell'anno del bicentenario della sua nascita. Disegni di Gloria Pizzilli e testi di Marino Mora.
Tutti i volumi di "Un due tre Scala" sono in vendita in esclusiva presso La Scala Shop di Milano e sul sito internet www.lascalashop.it

In occasione della presentazione della nuova collana editoriale per bambini "123 Scala",
Skira Classica Srl e Tita, in collaborazione con l'Associazione L'ILOPERA, invitano le famiglie ad un
PERCORSO DIDATTICO al MUSEO TEATRALE ALLA SCALA DOMENICA 26 MAGGIO 2013

I partecipanti saranno condotti dai professionisti di L'ILOPERA attraverso le sale del Museo: alla visita guidata sarà affiancato un coinvolgente percorso didattico di approfondimento sull'opera lirica e sulle arti e i mestieri che la rendono probabilmente la forma di spettacolo più ricca e multidisciplinare che esista.

Potranno partecipare all'iniziativa le famiglie composte da almeno un genitore ed un bambino/ragazzo (fino a 18 anni) per un massimo di 80 persone.
Si potrà scegliere l'orario di ingresso fra i due seguenti (durata della visita 1 ora e mezza):
1. primo gruppo alle ore 9.30 (massimo 40 persone)
2. secondo gruppo alle ore 11.00 (massimo 40 persone)

Per prenotare la visita inviare un'e-mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.:
• indicando nell'oggetto "26 maggio"
• indicando nel testo il numero di adulti e di bambini/ragazzi partecipanti
• indicando nel testo l'orario scelto (9.30 o 11.00)

La prenotazione sarà confermata oppure sarà comunicato l'esaurimento dei posti disponibili.

La musica in testa

Autobiografia del giovane pianista e compositore Giovanni Allevi che intervalla il racconto degli episodi che hanno contrassegnato la propria ascesa al successo con riflessioni filosofiche sulla vita e sull’importanza che l’arte musicale ha esercitato su di essa. Il libro inizia con il primo concerto di Napoli quando a 22 anni  era ancora agli inizi della propria carriera e a vederlo erano solo 5 spettatori e approda ai trionfi conquistati negli Stati Uniti.

 

Leggi tutto...