Bibliografia. Di mamma ce n'è una sola?

Fra ogni bambino e la propria mamma si instaura un rapporto complesso e profondo fatto di grandi emozioni che nascono grazie all'unicità del rapporto che viene a crearsi; per ogni bambino la sua mamma è unica, la più bella del mondo.

Per fortuna le mamme sono tantissime e sono di mille colori, sono calde, profumate e instancabili.
In questa bibliografia trovate mamme per tutti i gusti; ci sono mamme acrobate, quelle che lavorano, mamme che insegnano le buone maniere, quelle severe ma che sono sempre giuste, quelle speciali ed uniche, le mamme affettuose e sincere, quelle che sono lì sempre pronte a consolarti, le mamme calamite e quelle cannibali che ti annusano e ti mordicchiano, le mamme tatuate, quelle che hanno sempre il tacco e quelle che non abbandonano mai i jeans, le mamme fumatrici e le mamme di cuore.


Età di lettura: da 2 anni 

A.Sanna "La mamma" Ed. Emme Edizioni, 2011 
La mamma... ti annusa... La mamma... ti guarda.


Età di lettura: da 3 anni 

G.Cozza "Ti voglio bene mamma! Alice" Ed. Il Leone verde, 2012 
La mamma è il bacino che fa passare ogni male. È l'abbraccio che ogni paura fa dimenticare. La mamma è una canzone cantata nella via, io e lei per mano con tanta allegria... Alice ha preparato una sorpresa per la sua mamma. Ha inventato una poesia dedicata a lei. Il papà ha scritto la poesia su un bel foglio azzurro che è il colore preferito della mamma. Questo piccolo libro è un inno alla mamma e all'immensità dell'amore che la lega ai suoi bambini. 

S.Trotter, G.Mantegazza "Mamma, dove sei?" Ed. Coccinella, 2012 
Un pesciolino sperduto alla ricerca della sua mamma, in un mare grande e popolato di animali sconosciuti di cui non sempre ci si può fidare e pieno di anfratti, di tane e nascondigli nei quali non si sa mai cosa si incontrerà...

A.G.Bonazzi, V.Falcchini "Mamme" Rizzoli, 2011 
Una sequenza di mamme del nostro tempo: pasticcione, divertenti, alternative, ecologiste e salutiste, pronte a scherzare con i propri bambini e soprattutto a coccolarli moltissimo. I bambini le guardano: le osservano, le studiano, notano i loro punti deboli ma le perdonano sempre - e viceversa. Un grande libro tenero sul legame più importante.

E.Bennato "Viva la mamma. Con CD Audio" Ed. Gallucci, 2011 
Viva la mamma. Lei sa quello che bisogna fare e mi insegna le buone maniere. A volte è anche severa, ma è sempre giusta. È speciale, è unica, è sincera e affettuosa, è la più bella del mondo: è la mia mamma.

M.I.Minhòs, B.Carvalho "Cuore di mamma" Ed. La nuova frontiera, 2011 
Il cuore della mamma non è solo un muscolo che batte di continuo. È un luogo magico dove succedono cose straordinarie...

Z.Baldisserotto "Per fortuna c'è la mamma" Ed. Campass, 2011 
Cinque piccoli ricci si cacciano nei guai, ma grazie alla loro mamma tutto si risolverà!

L.Cella "Mamma cannibale" Ed. Nord-sud 2009 
La tua mamma ti mordicchia, ti annusa, ti pizzica? Allora appartiene anche lei alla categoria delle mamme cannibali, e apprezzerà queste ricettine per cucinarti nel modo più saporito, ma alla fine non riuscirà a mangiarti perché prima mangerai tu lei: ciuccerai il suo tempo, leccherai i suoi pensieri, berrai tutto il suo amore.

"Mamma ti voglio bene!" Ed. Sperling & Kupfter, 2005 
Ci sono moltissime ragioni che ti fanno amare la mamma! Ti coccola, ti prepara la merenda, si occupa di te in mille modi. Perché Peter Coniglio vuole bene alla sua mamma? Arriva all'ultima pagina e lo scoprirai! 


Età di lettura: da 4 anni 

I.Paglia "Di mamma ce n'è una sola" Ed. Fatatrac 2012 
La parola mamma all'orecchio di ogni bambino suona magica. Ma chi è una mamma? Quante mamme può avere un bambino? Quanti modi esistono per venire al mondo? Una storia tenera, che scalda il cuore e fa sorridere e riflettere sulle diverse maniere che esistono per "arrivare" in una famiglia: il concepimento naturale, quello in provetta e l'adozione. Il tutto spiegato ai piccoli uditori da buffi bambini coloratissimi usciti dall'allegro pennello di Francesca Cavallaro con linguaggio semplice e comprensibile. Un libro divertente per educare ad argomenti importanti e attuali. 

E.Nava "Mamma Nastrino, papà Luna" Ed. Piemme 2012 
Le mamme possono fare le astronaute, le dottoresse o le esploratrici, i papà possono andare in Africa a dorso di cammello o in America a ballare con gli indiani... non importa quanto siano lontani, perché il loro cuore è sempre in un posto: a casa, dai loro bambini!

L.Cima "Un regalo per te mamma. L'ho fatto tutto io!" Ed. San Paolo Edizioni, 2012 
"Come sono gli occhi della mamma? Come due stelle nel cielo o due velieri nel mare? E se fossi un artista come ti dipingerei?" Il bambino è libero di scegliere le risposte che preferisce, di darne delle proprie e di disegnare in massima libertà. Un activity book pensato per far giocare e rafforzare il legame madre-figlio.

J.Witek, C.Roussey "Il pancione della mamma" Ed. Gallucci, 2011 
Tu sei lì. Dentro la pancia della mamma. Io sto qui fuori. Davanti al pancione della mamma. Ti aspetto.

M.Barcilon "La mamma più bella del mondo" Ed. Il Castoro, 2011 
Luna ha perso la sua mamma al mercato dei mille mercanti. Bisogna ritrovarla subito! Ma com'è fatta la mamma di Luna? Facile, è la mamma più bella del mondo

C.Tassinari "Cosa succede alla pancia della mamma" Ed, EdiGiò, 2011 
Ma cosa mai sarà successo alla mia mamma? Ha una pancia che la fa sembrare una mongolfiera... Che ci siano dentro tanti biscotti di tanti gusti che le ha regalato Bert, l'elefante magico?

A.Casalis "Mamma ti voglio bene!" Ed. Dami, 2011 
Le tenerissime storie di cinque mamme e dei loro affettuosi e vivaci cuccioli. E che cosa dicono il coniglietto, l'orsetto, l'elefantino, il cagnolino e i pulcini alla fine della loro piccola avventura? "Mamma, ti voglio bene!" Il coniglietto vuole a tutti i costi aiutare la sua mamma perché nessuno è speciale come lei! L'orsetto vuole fare una sorpresa alla mamma perché lei fa così tante cose per lui! L'elefantina vuole seguire i consigli della mamma perché con lei si sente al sicuro! Il cagnolino è felice di trascorrere tutto il giorno con la mamma perché con lei si diverte un mondo! I pulcini seguono la loro mamma e ascoltano tutto ciò che dice perché lei sa un sacco di cose!

E.Raucy, E.Meens "Le pazze giornate della mamma" Ed. Aliberti, 2010 
Una mamma non ha mai tempo. Deve badare alla famiglia e andare a lavorare. La sua giornata è una corsa senza fine, un turbinio di vento, un ticchettio di orologio. Ma talvolta anche una mamma si concede un attimo, talvolta riesce a fermare il tempo! Una mamma, allora, si trasforma in una fata.

S.Vecchini, A.Vincenti "Le scarpe della mamma" Ed Giunti Kids, 2009 
"Di mattina, le scarpe della mamma in fondo al mio letto mi dicono che anche ieri sera, dopo la storia della buona notte, è sgusciata via in punta di piedi. Una scarpa con il tacco alto fuori dalla scatola mi dice che la mamma questa sera esce insieme al papà. Così inizio a scegliere i cartoni da vedere con la mia baby sitter". Una storia in cui sono protagoniste, appunto, le scarpe della mamma, che vengono curiosamente osservate in tutte le loro forme e interpretate con tutti i loro significati: le ciabattine di plastica nella borsa, le scarpe da ginnastica vicino al divano, gli zoccoli di legno per il mare, le scarpe vecchie nell'ingresso. Una divertente rassegna di situazioni quotidiane, ma soprattutto il dolce e tenero sentimento del piccolo osservatore, il suo amore per la mamma e per tutto ciò che la riguarda.

F.Salucci "La mamma acquatica" Ed. Almayer, 2009 
Enrico non ha proprio voglia di lavarsi, e per la sua mamma non è certo facile convincerlo. Soltanto un'idea veramente geniale riuscirà a trasformare il bagno in un momento piacevole per entrambi.

J.Bauer "Urlo di mamma" Ed. Nord-Sud, 2008 
Siamo nel mondo dei pinguini: la mamma si arrabbia improvvisamente e sgrida il bambino pinguino che si spaventa. Lo spavento è talmente grande che il corpo del piccolo pinguino si disfa: la testa vola nell'universo, il corpo si tuffa nel mare, le ali vanno a finire nella giungla e corrono finché arrivano nel deserto. Il viaggio termina quando la mamma riesce a raccogliere tutti i pezzi del figlio e cucirli insieme.

D.Calì, A.L.Cantone "Voglio una mamma robot" Ed Arka, 2007 
Una mamma vera non ha mai tempo per stare con te perché deve lavorare. Invece una mamma-robot fa quello che vuoi. Soprattutto non ti sgrida MAI… altrimenti la spegni col telecomando! Solo che non è morbida e non sa fare le coccole come una mamma vera… 

S.Roncaglia, C.Cerretti "Aiuto arrivano le amiche della mamma" Ed. Fatatrac, 2001 
Sara e Luca, fratello e sorella, devono affrontare il "terribile evento" rappresentato dalla visita rituale delle amiche della mamma, che i due bambini riducono a insetti da osservare con la lente di ingrandimento. Questo dà loro l'opportunità di stilare un elenco di regole da non scordare mai una volta diventati adulti: non fare salamelecchi stomachevoli, non dare bacini appiccicosi e schifosi di rossetto, non pizzicare le guance...


Età di lettura: da 5 anni 

E.Magni, R.Battiloro "Quando la mamma è via" Ed. Coccole e Caccole, 2011 
Oggi la mamma farà tardi per lavoro: per i bambini finalmente un po' di libertà! 
Ma quante cose ci sono da fare: infrangere tutte le regole, mettere a soqquadro la casa, scatenarsi nelle acrobazie più spericolate... Ce la faranno due bambini da soli a combinare così tanti disastri prima che la mamma torni a casa? O avranno bisogno di una mano?

J.Wilson "Mamma sitter" Nord Sud 2009 
Mi chiamo Susie, e ho quasi nove anni. Mia madre fa la baby-sitter, ma non deve farla a me. Sono perfettamente in grado di badare a me stessa. Ed è un bene, perché lei si è appena beccata l'influenza. Così tocca a me badare a lei e aiutarla con tutti i bambini affidati a lei. Che fortuna, eh?

A.Baruzzi "Per fortuna c'è la mamma" Ed. San Paolo Edizioni, 2008 
"Il buio è freddo e popolato di orchi mostruosi che mi fanno paura. Ho anche tanta fame e dovrei andare in bagno... Dov'è la mia mamma? Mammaaa!!!". "La mia mamma sa fare cose straordinarie. La mia mamma mi cuce vestiti bellissimi. La mamma inventa storie avventurose." La mamma vista dagli occhi di un bambino durante una normale, tremenda, lunghissima giornata di una delle milioni di mamme che partono coi tacchi alla mattina da casa. Dalla sveglia all'asilo, dalla cena alla nanna, attraverso le illustrazioni di Agnese Baruzzi, si dipinge un quadro delizioso e tenero sul rapporto mamma bambino e sull'impatto del mondo esterno rispetto alla prima fase di vita in simbiosi. "Cosa farà la mamma mentre io sono all'asilo?"

L.Panzieri, C.Cerretti "Una mamma albero" Ed. Lapis, 2007 
"Quercia robusta quando sei triste, salice dolce quando ti abbraccia, tiglio profumato nei ricordi più belli. Quanti alberi diversi può essere una mamma!" Un racconto poetico, una favola dolce. È il desiderio di raccontare, in maniera semplice ma intensa, il rapporto complesso e profondo che c'è tra un bambino e la sua mamma. Attraverso brevi strofe, un bambino racconta e descrive tutti i momenti e le emozioni che nascono da una relazione tanto unica quanto imprescindibile. E lo fa usando la più semplice delle metafore, la sua mamma come un albero, il più bello e il più sicuro, il più docile e il più robusto. Ogni strofa è accompagnata da un'illustrazione suggestiva che conduce l'adulto e il bambino nell'atmosfera del sogno e della fantasia, magica e al tempo stesso vera come le stagioni. 

H.Ziefert, R.Doughty "Trentuno usi per una mamma" Ed, Salani 2004 
Un'altalena non si muove da sola: chi la potrebbe spingere? Se non sai come si chiama un animale, quale sarà la tua "enciclopedia"? E l'animatrice del tuo compleanno? E chi è il "medico" sempre pronto a curare una sbucciatura? La mamma, sempre lei. Un libro che illustra tutte quelle cose per cui una mamma può sempre tornare utile. 


Età di lettura: da 6 anni 

T.Ungerer "Niente baci per la mamma" Nord-Sud, 2012 
Zippo Zampa non ama lavarsi i denti, non ama l'ordine, i vestiti stirati, studiare, stare seduto composto, svegliarsi la mattina, sentirsi chiamare "amore" o "Babà al Miele", ma se c'è una cosa che odia sono i baci della mamma. 

H.Exley, J.Massey "Io e la mia mamma" Ed. Edicart, 2011 
"Le mani della mia mamma sono molto premurose e delicate. Quando mi sono ferito al braccio, ha medicato sia me sia il mio orsetto. Lei si prende cura di tutti!"

F.Pardi "Piccola storia di una famiglia. Perché hai due mamme?" Ed. Lo stampatello, 2011 
Meri e Franci si amavano, proprio come un uomo e una donna, e volevano avere una famiglia... Con parole semplici e chiare si racconta come nasce una famiglia omogenitoriale, cosa significa procreazione assistita e come succede che un bambino abbia due mamme.

A.Marcigliano "Le tasche delle mamme" Anicia, 2011 
Datemi la mano e preparatevi a un viaggio meraviglioso alla scoperta di mondi ignoti e misteri mai svelati.
Non c'è bisogno di andare lontano per affrontare avventure sempre nuove. Basta un po' di curiosità, occhi acuti e tanta fantasia.
E allora seguitemi in punta di piedi, andiamo a scoprire i segreti più nascosti delle... tasche delle mamme.
Una filastrocca giocosa dedicata alle piccole cose dimenticate che sanno raccontare storie bellissime a chi è disposto ad ascoltarle.

C.Jenkinson "Il negozio delle mamme" Ed. Nord-Sud, 2010 
No. No. E ancora no. Ecco l'unica cosa che sanno dire certe madri. Come possono essere tanto crudeli, dure e insensibili? Jonty ha deciso di farla finita con questa dittatura materna. Come? Basta portare la propria mamma al Negozio delle mamme e fare uno scambio. Siete pronti? Sì? Prima non è meglio chiedere a Jonty come è andata a finire?

F.Bottaini "Perché piangi, mamma?" Ed. Emme edizioni, 2010 
Una scrittrice donna che parla di donne e lo fa attraverso un dialogo fra madre e figlia, insieme tenero, ironico e crudo. Un dialogo che evoca con leggerezza nella mente del lettore immagini di altre donne, in tutto il mondo, instancabilmente impegnate nei loro lavori e nelle loro cure, curve sulla terra, sulle macchine da cucire, su pestelli e mortai, sugli anziani e sui bambini... Queste donne che hanno un modo proprio di essere, di fare, di dire, anche di piangere. Un modo tutto femminile che assomiglia alla curva morbida e avvolgente di un sorriso.

A.Pellai "Una calamita di mamma. Con CD Audio" Centro studi Erickson, 2009 
Che differenza c'è tra una mamma premurosa e una ansiosa, tra un genitore che cerca di proteggere il figlio e uno che lo mette sotto una campana di vetro per non fargli correre alcun pericolo? Nella risposta potrà senz'altro aiutarvi Pallotto, il piccolo orsetto protagonista di questa favola, che per mamma si ritrova un'autentica calamita! È davvero difficile amare qualcuno e lasciarlo andare per la sua strada, permettendogli di sbagliare, rischiare, sperimentare... crescere! Così difficile che capita perfino di ammalarsi. Ci penserà il professor Sotuttodegliorsiconilmaldipancia ad aiutare Pallotto e la sua mamma a guarire dalla loro strana malattia e la medicina è speciale, non di quelle che si trovano in farmacia... Il libro è arricchito da un CD Audio con la favola e alcuni suggerimenti educativi.

A.Piccione "Una mamma di fumo" Paoline Editoriale Libri, 2005 
Molti bambini combattono una lotta quotidiana con i genitori per convincerli a smettere di fumare. Come Gemma, la protagonista di questo divertente e fantasioso racconto di A.M.Piccione che parte in tono realistico per poi immergere i lettori in mondi magici e mirabolanti. La mamma di Gemma fuma così tanto da lasciare cicche dappertutto, persino nella minestra e da essere ormai da tutti chiamata Cimmi, diminutivo di "ciminiera". Dopo aver acceso, per l'ennesima volta, una sigaretta, dopo aver inutilmente promesso di smettere, grazie al sortilegio di una maga del circo, Cimmi si smaterializza e diventa di fumo, fino a scomparire del tutto. La figlia, un ragazzino del circo divenuto suo amico, il suo cagnolino che per magia ha imparato a parlare e un vispo omino di marzapane, partono per una bizzarra missione speciale che li vede sconfiggere i tiranni di tre mondi: Fumosia, Plasticosia e Alcolosia, mondi che come dicono i nomi stessi, imprigionano gli uomini con il vizio del fumo, dell'alcol e trasformando in plastica i loro cuori. Sconfiggendo i tiranni riescono a liberare un clown che non faceva più ridere perché alcolizzato, una maestra che trattava malissimo i suoi alunni e naturalmente la mamma di Gemma, che smetterà definitivamente di fumare e tornerà a essere l'adorabile Timmi.

A.G.Miliotti, Ghigliano Cinzia "Mamma di pancia, mamma di cuore. Un libro da leggere insieme" Ed Scienza, 2003 
Una storia semplice, un testo pieno di poesia, tenerezza e affetto, tante illustrazioni per affrontare un tema, quello dell'adozione, che a volte sembra difficile, ma che è più che mai attuale e coinvolgente. E non solo per le famiglie dove ci sono bambini adottati, ma per tutti i bambini e per tutte le famiglie. Il libro nasce dall'esperienza che l'autrice, anch'essa mamma di cuore, porta avanti in seno alle associazioni che si occupano di adozione internazionale.


Età di lettura: da 8 anni

E.Nava "Il distributore di mamme" Ed Piemme, 2012 
Una mattina Walter trova davanti alla porta di casa uno strano oggetto. Si tratta di un distributore di mamme: basta infilare una monetina e scegliere la mamma perfetta per ogni esigenza...

G.Levi "La mia mamma guarirà" Ed. Falzea, 2009 
La storia di un bambino che, durante la sua infanzia e fino all'adolescenza, assiste e partecipa all'insorgere e alla progressione di una malattia cronica della madre: la sclerosi multipla. Il tema viene affrontato con delicatezza e descritto con gli occhi e i sentimenti del bambino che ne è coinvolto, allo scopo di spiegare e allo stesso tempo sdrammatizzare situazioni difficili, spesso angosciose. Il linguaggio inizialmente ingenuo del bambino, cede il passo a quello consapevole via via che passano gli anni, offrendo un verosimile spaccato di vita familiare e di emozioni, con un finale aperto ad una ragionevole speranza.

M.L.Rapaccioli "Due mamme sono meglio di una" Ed. Arka, 2004 
Il papà di Robi se n'è andato. Per la mamma è troppo difficile prendersi cura da sola di un bambino di otto anni. Così decide di rivolgersi ai Servizi Sociali e di dare Robi in affido. Come si adatterà Robi alla sua nuova famiglia, al fatto di avere due mamme: una che lo ha fatto nascere e un'altra che lo fa crescere? 


Età di lettura: da 11 anni 

J.Wilson "Mamma acrobata cercasi" Ed, Salani, 2011 
Londra, 1876: la piccola Hetty Feather viene abbandonata dalla madre nell'Ospizio dei Trovatelli. Prima di essere rinchiusa tra quelle tristi mura, Hetty viene data in affidamento a una numerosa famiglia di campagna, con la quale potrà rimanere finché non inizia ad andare a scuola. La vita nei campi è dura, ma Hetty è contenta di aiutare il patrigno nel lavoro e s'inventa giochi infiniti con i fratellastri Jem e Gideon. Un giorno la ragazza scappa insieme ai fratelli per andare a vedere il Grande Circo Itinerante Tanglefields e resta affascinata dallo spettacolo, specialmente da Madame Addine e dai suoi cavalli ammaestrati. Hetty è sicura che prima o poi riuscirà a trovare sua madre e crede che la cavallerizza sia una potenziale candidata... Dopo "Kiss" e "Girls in Love", Jacqueline Wilson porta il lettore ai tempi della regina Vittoria, in atmosfere dickensiane, tra personaggi dolci, gentili, meschini e crudeli, nella vita di una ragazza coraggiosa che ricorda Jane Eyre. 

J.Wilson "La mamma tatuata" Ed. Salani, 2009 
Stella e Delfina hanno padri diversi ma un'unica madre fuori dal comune: infatti Dalia è bellissima, ha i capelli rossi, gli occhi verdi ed è tatuata da capo a piedi. Per Delfina è straordinario avere una mamma da guardare come un libro illustrato, ma purtroppo Dalia è nevrotica e depressa. Oscilla tra momenti di euforia e crisi di malinconia allarmante. E poi è ancora innamorata di Micky, il padre di Stella, superficiale e vanitoso e per trovarlo è capace di tutto, anche di sparire per una notte intera. Le sue figlie la amano, ma non sanno più cosa fare con lei: Stella ha perso la pazienza ed è pronta a scappare. Delfina rifiuta di andarsene ma è troppo piccola: come si fa a crescere così in fretta da diventare mamma della propria mamma? 

C.Plaisted "Cara mamma rifatti pure una vita... ma non rovinare la mia!" Ed. Mondadori, 2009 
A volte di notte me ne sto a letto a chiedermi come sarò tra 1 anno. O fra 10 o fra 20. Da una parte vorrei saperlo. Però anche no! Mi piace l'idea che sia tutto una sorpresa... Sorprese belle: una madre che "basta uno sguardo", due sorellastre inseparabili, una casa favolosa più grande! Sorprese brutte: una madre che si risposa, due sorellastre insopportabili, una sorella terrificante più grande!

Illustrazione di Francesca Cavallaro

Pin It
Accedi per commentare

Oggi a scuola è arrivato un nuovo amico

"Parlano russo, indiano, swaili o spagnolo. Sono confusi ed intimoriti, a volte sono introversi e persi nel loro mondo, a volte sono inquieti ed irrequieti. Hanno sei anni e ne dimostrano quattro, emotivamente poi sembrano ancor più piccoli. A sette e otto anni non hanno idea di quel che sia una scuola, un libro... Sono i figli dell'adozione internazionale.

Nella loro vita ci sono due madri, due famiglie, possono avere un passato segnato da traumi, possono aver vissuto per anni in un istituto, possono aver viaggiato da un continente all'altro, hanno sempre viaggiato o da un prima ad un dopo, molto diversi tra loro, per avere una famiglia stabile e serena.

Arrivano in classe con le loro lingue, le loro culture, i tradimenti degli adulti, il loro aver trovato una famiglia attraverso l'adozione. Arrivano in classe con i nuovi genitori, genitori a volte stanchi, ansiosi, desiderosi di trovare nelle insegnanti delle alleate che li aiutino nei primi bellissimi e faticosissimi mesi di formazione di una nuova famiglia.

Raramente gli operatori della scuola conoscono le realtà, le storie dei bambini, le procedure, le vicissitudini burocratiche, le attese e le avventure dei genitori adottivi. A volte sembra che manchino i canali per parlarsi e che scuola e famiglia siano due mondi che non riescono a raggiungersi.

La scuola accogliendo in sé - attraverso i bambini - le moltissime istanze del sociale, può oggi farsi promotrice di una cultura della convivenza civi­le dove ogni differenza trovi modo di esprimersi per quanto ha di ricco, nuovo, stimolante per tutti noi. È per questo che desideriamo creare un'alleanza tra genitori e maestre, un'alleanza dentro cui i bambini cresceranno serenamente, i genitori si sentiranno sostenuti e le insegnanti vedranno riconosciute al meglio le proprie capacità."

autore: Anna Guerrieri, M. Linda Odorisio

editore: Armando Editore

Pane e cioccolato

Nina e Susi sono amiche del cuore, stanno molto bene insieme e hanno molte cose in comune, tranne…il colore della pelle. A scuola tutte le chiamano pane e cioccolato.

Nina sogna una principessa color cioccolato, proprio come lei, ma ha paura di essersi sbagliata perché i suoi compagni dicono che è impossibile: non esiste qui una principessa così. E anche a casa, nel libro di fiabe della mamma, una principessa nera non si trova. Così mamma e papà, insieme alla sua amica Susi organizzano una caccia alla principessa color cioccolato, fanno una spedizione in biblioteca e scoprono che fra le pagine di un libro c'è Akira, una principessa africana, bella e anche coraggiosa.

Questa è l'incantevole storia di una bambina nera, che esprime il suo senso di estraneità in mezzo a gente dalla pelle "bianca come la panna".

Per affrontare un tema delicato come le diverse identità e le varie peculiarità somatiche, è molto utile la chiave di lettura per gli adulti a cura di Mariateresa Zattoni, inserita alla fine del libro, scritto da Lodovica Cima.

Età consigliata dai 6 agli 8 anni

Il libro è inserito all'interno della collana "Parole per dirlo" edita da San Paolo Edizioni, rivolta ai bambini di 6-8 anni. Non sempre è facile trovare le parole giuste per spiegare ai bambini alcuni eventi della vita, situazioni difficili che si incontrano in famiglia, a scuola o con gli amici. Il modo migliore è quello di raccontare loro una storia che gli aiuti a capire ed accettare la novità.

Lodovica Cima vive e lavora a Milano, dove si è laureata in Letteratura italiana comparata alla Letteratura inglese. Ha due figli. Da più di quindici anni lavora nell'editoria per ragazzi, dapprima come redattrice in case editrici librarie (Signorelli, Vita e Pensiero, Cetem, De Agostini, Giunti, PBM Editori) e poi, dal 1996 come autrice/progettista e consulente editoriale. Ha creato e diretto per nove anni la collana di narrativa per ragazzi "La giostra di carta" per Bruno Mondadori Editore. Insegna al Master per L'Editoria istituito dall'Università degli studi di Milano e dalla Fondazione Alberto e Arnoldo Mondadori. Partecipa a giurie di premi letterari riservati ai ragazzi e scrive, oltre a romanzi e fiabe che si trovano in libreria, anche testi scolastici e parascolastici.

Francesca Carabelli, autrice delle illustrazioni, è nata a Roma nel 1969. Ha iniziato la sua attività artistica nel campo dell'animazione e successivamente si è dedicata all'illustrazione per l'infanzia. Ha partecipato a diverse mostre e concorsi. Ha pubblicato i suoi lavori con varie case editrici.

Intervista all'autrice: Lodovica Cima

autore: Lodovica Cima - Illustrazioni Francesca Carabelli

editore: San Paolo Edizioni, 2009

Il mago dei numeri

Un libro da leggere prima di addormentarsi, dedicato a chi ha paura della matematica.

Roberto è un bambino come tanti, che odia la matematica, soprattutto perché non la capisce e gli sembra noiosa. Ma una notte gli appare un mago che lo porta in un mondo affascinante e sconosciuto.

Pian piano Roberto prende familiarità con strumenti matematici che si rivelano divertenti e comincia ad apprezzare quel mondo matematico di cui prima aveva paura. Concetti matematici anche difficili spiegati ai bambini come delle favole.

La matematica è un mostro che fa un po' meno paura.

Per Enzensberger la matematica è un mondo immaginario che riserva continue sorprese ed è capace di colpirti con la sua genialità. Questo libro, scritto per una bambina di dieci anni ma destinato ai lettori di tutte le età, ne è la prova.

autore: Hans Magnus Enzensberger - Illustrazioni di Rotraut Susanne Berner

editore: Einaudi - collana Supercoralli