Centri estivi e Campus

Con l'avvicinarsi della lunga pausa estiva, per quasi tutte le famiglie si evidenzia la necessità e la voglia di cercare qualche soggiorno interessante per i ragazzi ed i bambini. 

Le possibilità variano da città a città, ma in generale l'offerta è varia e notevole sia dal punto di vista quantitativo sia da quello qualitativo. 

Tanto per cominciare, vi sono i cosiddetti centri estivi: in genere scuole che da giugno a fine luglio vengono gestite da cooperative di educatori e animatori, che si dedicheranno ad un programma di intrattenimento e svago, rispettoso di qualche linea educativa fondamentale. I bambini giocheranno, esploreranno, saranno condotti in piscina, nei parchi, nei musei perfino. Esistono poi moltissime strutture private che organizzano settimane di full immersion sportiva, linguistica, culturale o creativa a vario titolo. Con queste sarà possibile coprire anche la fascia fine agosto – inizio settembre. Accanto a queste, resistono nella classifica delle scelte genitoriali anche le settimane in oratorio, gestite più o meno come le situazioni sopra citate: i bambini osserveranno un orario scolastico, con la scelta tra mezza giornata e giornata intera, e saranno affidati a gruppi di animatori che organizzeranno il loro tempo di "vacanza in città". 

E per chi la città non la vuole proprio più vedere? L'offerta di campus estivi è varia anche per i piccoli viaggiatori. Si parte dalla classica colonia comunale, passando per i soggiorni natura del Wwf o di Legambiente, le fattorie, le gite in bici, le vacanze-studio-gioco-sport. Certo in questo caso il dilemma è se il figlio sia pronto o meno per stare dieci o quindici giorni lontano da casa, affidato ad estranei, fra bimbi sconosciuti, in ambienti non familiari. E per molte mamme chiocce non è un dilemma di facile soluzione, tuttavia una volta presa la decisione le possibilità sono varie e interessanti. 

Ecco una breve panoramica di alcune proposte, se volete mandateci le vostre, o inseritele nei commenti! 

In città 

Milano 

Cascina Campi 
Circo e Cavallo: un abbinamento innovativo per una città come Milano 

Adartem 
Attività per scoprire l'arte e alcuni musei cittadini

Idrocamp
Settimane di sport all'Idroscalo

L'Artè
Vacanze estive artistiche a Milano e a Castelvecchio di Rocca Barbena (SV)

Associazione didattica Museale
Campus estivi organizzati dall'Associazione Didattica del Museo di Storia Naturale. Ogni giorno sarà organizzato con giochi e attività sempre diversi, in modo da creare quotidianamente una nuova, entusiasmante avventura per i giovani partecipanti.


Centri estivi del Boscoincità
Avventure nel Bosco presso la Cascina San Romano 

Bologna

Energym 
Centri estivi per bambini da 3 a 11 anni

Baby Parking Le Dade
Il Baby Parking Le Dade a Casalecchio di Reno è aperto tutta l'estate, ad esclusione parziale del mese di agosto. I bambini potranno usufruire del cortile esterno e divertirsi con laboratori, attività in acqua e tanto altro ancora. 

Firenze

Informazioni sui centri estivi del comune di Firenze 

Roma

Bioparco
Il centro estivo è attivo dal lunedì al venerdì con orario 8.30 - 16.30 ed è rivolto ai bambini dai 4 ai 13 anni (inclusi merenda e pranzo al ristorante del Bioparco). Il tema di quest'anno è: 'La Macchina del Tempo, un viaggio nella biodiversità", alla scoperta della grande varietà di animali e piante presenti al Bioparco.

Explora il museo dei bambini
Il Campus, ospita i bambini dai 3 ai 12 anni in occasione delle chiusure scolastiche, si svolge all'interno della struttura di Explora e prevede giochi, laboratori ed animazioni. I bambini, divisi in gruppi omogenei per fasce d'età, da 3 a 5 anni e da 6 a 12 anni, sono sempre seguiti dal personale di Explora.

Fuori città in tutta Italia

Fattoria aurora
Situata a Caldirola, a 1000 m slm in cima alla Val Curone, sull'Appennino alessandrino, la Fattoria Aurora propone soggiorni settimanali per bambini e ragazzi a partire dai 3 anni. Le attività sono un susseguirsi di scoperte tra il prendersi cura degli animali (dalle galline ai cavalli) dell'orto o del frutteto, affrontando poi la scoperta del torrente Borbera e magari una notte nel bosco attorno al fuoco!

Fondazione Adolescere
Possibilità di soggiornare presso la struttura del Centro Montano di Pietragavin a, nel comune di Varzi (PV), o presso il centro Setteborghi di Romagnese sempre in provincia di Pavia.
Per i bambini, a partire dai 7 anni, il soggiorno a Pietragavina propone escursioni naturalistiche con nozioni di orientamento nei boschi e con un focus particolare al rispetto per l'ambiente e alla sua salvaguardia; il soggiorno a Setteboschi è invece incentrato sull'equitazione, la settimana si svolge a stretto contatto dei pony dei quali ci si occupa in modo autonomo.

Casa del bosco
Per bambini e ragazzi dai 6 ai 13 anni. Giochi nella natura escursioni ed esperienze di vita rurale in una cascina dell'Appennino Pavese a con attività naturalistiche all'aperto, laboratori manuali ed artistici. Gli educatori seguono le linee della pedagogia steineriana.

Creda
Le vacanze estive al Parco di Monza per bambini nati dal 1999 al 2007

Legambiente 
Boschi magici e mari profondi, avvistamenti di lupi e di pesci colorati. Passeggiate a cavallo o a dorso di mulo. Sono i soggiorni estivi di Legambiente. In tutta Italia, al mare o in montagna, sempre in luoghi meravigliosi

WWF 
Alla "scuola della natura" non c'è niente di scolastico: i giochi, le escursioni, le ricerche sul campo, le attività pratiche e creative, le attività sportive svolte nel rispetto dell'ambiente... tutto diventa una buona occasione per imparare divertendosi 

Altura
Saper navigare vuol dire appropriarsi di un mondo più complesso della semplice capacità di andare a vela, un mondo di condivisione di esperienze con gli altri. I ragazzi affiancheranno alla conoscenza della navigazione a vela l'esperienza della vita di bordo con la sua organizzazione che si fonda sulla collaborazione con tutto l'equipaggio. L'età dei partecipanti è quella compresa tra i 12 e i 17 anni. Le partenze sono previste da metà giugno a fine luglio 2012. La durata dei campi può essere di 7 o di 12 giorni complessivi (un giorno di partenza, un periodo di navigazione e un giorno di arrivo, secondo il calendario fissato). I campi già definiti sono: imbarco lunedì 2 luglio ore 9, sbarco domenica 8 sera alle ore 19 oppure imbarco lunedì 9 luglio sbarco domenica 15 sempre alle ore 19. 

Kidsworld 
Per i ragazzi dai 7 ai 17 anni, un'occasione per trovarsi a pieno contatto con la lingua straniera, senza dover necessariamente soggiornare all'estero 

Casa degli Scoiattoli
Aria buona, amici, gioco, movimento, avventura in Val di Non – Trentino alto adige

Centri Rousseau 
I centri Rousseau progettano e gestiscono attività che favoriscono la crescita dei ragazzi in una dimensione di gruppo attraverso inziative ed esperienze comunitarie, quali le vacanze estive e numerose altre attività ludico-pedagogiche che coinvolgono i giovani durante tutto l'anno.

Oltre mare scuola di vela 
Il Gruppo Velico Oltre Mare, Associazione Sportiva Dilettantistica, dal 1985 propone corsi di vela dal livello base ai livelli avanzati, rivolti sia ad adulti che a ragazzi tra gli 8 e i 15 anni che hanno voglia di scoprire la vela, non si accontentano di guardare il mare dall'ombrellone e vogliono vivere esperienze nuove in compagnia di nuovi amici.

Campi Lipu 
Campi estivi Natura & Gioco organizzati dalla Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli)

Orchestra giovanile Crescendo 
Campus per giovani musicisti, rivolto tutti i ragazzi oltre i 10 anni che sappiano suonare uno strumento ad arco o a fiato, Porziano Musica offre l'opportunità di fare un' esperienza unica condividendo alloggio, pasti, orari di studio e la gioia di partecipare attivamente ad un progetto artistico con un forte spirito di solidarietà e collaborazione.
Il Campus si terrà dal 25 agosto al 2 settembre al Castello di Porziano, un' incantevole località medioevale situata sui meravigliosi colli nel cuore dell'Umbria, vicino alla citta' di Assisi (PG).
Sì farà musica insieme provando l'emozione di suonare in un'orchestra con Direttore e, al termine del Campus, di presentare uno o più concerti aperti al pubblico. A tutti verrá consegnato un attestato di partecipazione.

Pin It
Accedi per commentare

Il ciliegio di Isaac

La storia comincia con un nonno e un nipotino, ma andando avanti nelle pagine la vita di questo bambino, raccontata in prima persona quando ormai lui è diventato adulto, entra in una specie di sogno orribile: è il ricordo di fili spinati dentro un turbine di colori freddi. Fa molto freddo, ci sono neve e fango ovunque, si vede “un lungo inverno che sembra non finire mai”, nei visi tristi, nelle ombre a righe, nelle stelle gialle sopra gli abiti, nelle mani protese in cerca di aiuto, nella ciminiera fumante di un campo di concentramento.Leggi tutto...

Il Guerriero di Legno

Cosa siamo senza la nostra storia? Una pianta senza radici.
È così che si sente il Vecchio Albero, Guerriero di legno, quando perde la sua magica capacità di raccontare storie. Un vecchio albero è quanto di più vicino ci sia all'immagine della stabilità, della solidità. Ma se non c'è memoria, non c'è voce, ma solo un grande silenzio. L'albero guerriero non è solo, però: tutti i giovani alberi, che avevano sempre ascoltato i racconti del vecchio albero, diventano a loro volta narratori di storie, testimoni di quella memoria che è stato loro tramandata. Diventano dunque capaci di rigenerare la primavera delle parole dando così sollievo a chi non è più in grado di trattenere ricordi.

Un tema difficile, quello dell'anziano che per colpa della malattia perde la memoria, raccontato ai bambini con toni poetici, dove traspare il dolore, la malinconia ma con delicatezza e garbo, anche grazie alle splendide illustrazioni che seguono il racconto in perfetta sincronia, intonandosi alle parole. Così la pagina in cui la betulla argentata chiede una storia assume tonalità blu come l'argento, gli oggetti dai colori vivaci appaiono man mano che l'albero li descrive. Perfino il sole con la risata scoppiettante ha i raggi come popcorn. Poi arriva il vuoto e il silenzio della memoria e le pagine si adeguano, nei colori freddi dell'inverno. Non si guarisce, ma molto si può fare, e anche i colori tornano in qualche dettaglio pur rimanendo tenui e delicati.

Nel testo troviamo una felice parallelo tra i libri e il bosco. Nel nostro immaginario i libri hanno molti legami con le foreste, le biblioteche sembrano un po' dei boschi, pensiamo per esempio agli allestimenti nelle manifestazioni per ragazzi dove tantissimi libri sono appesi alle pareti con dei fili e i bambini possono passarci in mezzo, fermarsi e aprirli. 
I libri, infine, ci aiutano là dove la nostra memoria non può arrivare. Anche loro ci salvano dall'oblio e ci guidano nei sentieri del bosco.

Autore: Lorenza Farina - Manuela Simoncelli

Editore: Lineadaria editore

Il bambino perduto e ritrovato. Favole per far la pace col bambino che siamo stati.

“Gli adulti ritengono comunemente di poter pensare e agire in modo libero nei loro comportamenti abituali, mentre in realtà sono spesso condizionati dal bambino che sono stati, con la sua vitalità e creatività, ma anche con le sue realtà irrisolte, che possono interferire con le loro attuali relazioni, quella con i figli innanzi tutto.


Forse nel desiderio di evitare, ai figli, fatiche eccessive, gli adulti a volte spianano loro troppo la strada, impedendogli così di confrontarsi con le difficoltà che invece aiutano a crescere e a rinforzarsi: Altre volte, anche, aspettano da loro quei successi che invece a loro sono mancati e che consolino la loro basa autostima, e questo complica la vita sia a loro che ai figli.


Questo libro vorrebbe aiutare noi adulti, sempre attraverso delle favole costruite su molte storie reali condensate in una, a cercare di evitare che le ombre del nostro passato interferiscano troppo con la nostra relazione con i bambini e i ragazzi condizionandoli eccessivamente e involontariamente nelle loro scelte e nella disposizione mentale con cui affronteranno la vita.”

autore: Alba Marcoli

editore: Mondadori (collana Oscar saggi)