Per non dimenticare

Il 27 gennaio è la Giornata della Memoria, tanti sono gli appuntamenti in calendario in tutta Italia per commemorare le vittime del nazismo, della Shoah e in onore di coloro che hanno messo a rischio la propria vita per proteggere i perseguitati. 


BARI
”Bambine/bambini, ragazze/ragazzi di fronte alla Shoah”
Seminario di formazione per docenti presso la Scuola Media "Tommaso Fiore " di Bari con la partecipazione di insegnati provenienti da diverse città della Puglia sul tema:"Bambine/ bambini, ragazze/ ragazzi di fronte alla Shoah
Relazione di Nando Tagliacozzo, educatore, studioso e testimone della Shoah
Bari – lunedì 03 febbraio 2014, ore 14:00

Ore 17.00-19
Incontro aperto alle scuole di Bari
Relazione di Nando Tagliacozzo e interventi di Licia Postò- Pino Patroncini-Vito Antonio Leuzzi e Silvia Godelli /(Assessore alla cultura Regione Puglia).
Programma a questo link:
http://www.presidi.org/files/programmaMM2014.pdf


BOLZANO
”Leggere per non dimenticare”
Biblioteca civica di Bolzano e Biblioteche succursali
dal 27.01.2014 al 31.01.2014
Lunedì 27 gennaio 2014, in occasione del Giorno della Memoria, la Biblioteca Civica partecipa alla serata "Progetto T4" del Teatro Cristallo (ore 20.30).
Direttamente nel foyer del teatro sarà possibile prendere visione di testi sul tema dell'eugenetica e della selezione della razza.
Durante tutta la settimana dal 27 al 31 gennaio la Biblioteca civica e le succursali offrono al pubblico proposte bibliografiche sul tema, per raccontare un periodo increscioso e devastante del genere umano. 


CARPI (MO) 
Concerto per la Memoria
27 gennaio 2014 ore 21,00 – Teatro Comunale
in collaborazione con Amici della Musica di Modena e Fondazione Ex-Campo Fossoli - ingresso gratuito


CESENA (FC) 
Se questo è un uomo
lettura del libro di Primo Levi - con Compagnia Fuori Scena 
27 gennaio 2014 19,45 - Stazione di Cesena


GENOVA
proiezione del film Hannah Arendt, di Margarethe Von Trotta. 
lunedì 27 e martedì 28 gennaio, alle ore 18 e alle ore 21.15 
Cinema Corallo, in piazza Carignano. 
L'iniziativa è realizzata in collaborazione con il Centro culturale Primo Levi.
Il lungometraggio, in lingua originale con sottotitoli in italiano, racconta la vita della filosofa ebreo-tedesca che, fuggita dagli orrori della Germania nazista trovò riparo negli Stati Uniti. Lì, dopo aver lavorato come tutor universitario ed essere divenuta attivista della comunità ebraica di New York, cominciò a collaborare con alcune testate giornalistiche.
Biglietto intero: Euro 8, ridotto Many movies gold, Young e Campus Euro 6, ridotto scuole Euro 5. Per informazioni: 010 583261 - 010 8687408.

”L'Israel dei bambini”
lunedì 27 gennaio – ore 12 (fino a domenica 2 marzo) Teatro Carlo Felice
Inaugurazion della mostra L'Israel dei bambini, in collaborazione con il Museo Luzzati. L'esposizione è dedicata al quindicinale per ragazzi ebrei, uscito dal 1949 al 1952, nel quale venivano pubblicate Le avventure di Guz l'asino Haluz, unico fumetto disegnato e scritto da Luzzati.
Si tratta di 21 tavole e più di 100 strisce firmate Lele e sottolineate ognuna da una strofa di due versi in rima. Le vignette raccontano l'odissea di un asinello che vuole raggiungere i suoi padroncini Leo e Lalla partiti dalla loro casa per vivere in un Kibbuz in Israele.

martedì 28 gennaio - alle ore 21 Teatro Carlo Felice, auditorium Eugenio Montale, il Municipio I Centro Est 
spettacolo gratuito "Passerai per il camino, le tappe dell'ignominia" di Rino Mario Giannini.
La rappresentazione si snoda tra immagini dell'epoca, narrazioni dei fatti accaduti e letture tratte dalle opere di: Primo Levi, Liliana Millu, Elei Wiesel e alcuni deportati liguri.

A conclusione dello spettacolo, verrà proiettata una piccola parte del film il Grande dittatore di Charlie Chaplin a cui seguirà un breve momento di cabaret a cura di Rino Giannini.

Lunedì 27 gennaio, alle ore 16.30
biblioreading presso la biblioteca internazionale per ragazzi Edmondo De Amicis Le letture verranno scelte e proposte da voci amiche della biblioteca.
I brani scelti porteranno ai bambini la testimonianza dei libri per ragazzi sulla Shoah. Si tratta di pagine ricche di sensibilità e di condanna contro ogni forma di violenza.


FERRARA
Teatro Comunale, il 27 gennaio
Berlin Comedian Harmonists una delle attrazioni musicali più conosciute e apprezzate della Germania degli anni ‘20 e '30. Cinque cantanti ed un pianista che, con il loro umorismo, i loro arrangiamenti e i virtuosismi vocali, interpretavano in modo originale i canti popolari, la musica classica e le canzoni dell'epoca. 
Costituito per metà da musicisti ebrei, all'avvento del Nazismo l'ensemble si sciolse per la lealtà dei componenti non ebrei verso i colleghi e dette l'ultimo concerto il 25 marzo 1934. Sessant'anni dopo, un gruppo di giovani musicisti berlinesi ha deciso di riportare in vita quello storico gruppo: partendo dagli arrangiamenti autentici e basandosi sui vecchi 78 giri sopravvissuti, i Berlin Comedian Harmonists hanno riscosso uno straordinario successo di pubblico, riproponendo l'originale colore vocale dei predecessori.


FIRENZE
lunedì 27 gennaio alle 20.30 - Ridotto del Teatro Comunale di Firenze.
spettacolo "L'arte al servizio della propaganda. La musica degenerata" dedicato all'utilizzo della musica da parte del regime nazista come strumento di propaganda e di consenso.
Lo spettacolo è promosso dal Teatro del Maggio Musicale Fiorentino con il patrocinio della Comunità Ebraica di Firenze, l'Associazione Italia-Israele e l'Ambasciata Israeliana in Italia. 


“Il viaggio della memoria.” Storia, testimonianze, musica 
Diretta di Rai Radio3 
27 gennaio ore 20.30 
Teatro Goldoni, Via Santa Maria, 15 - Firenze 

Conducono: 
Marino Sinibaldi, Direttore di Radio3 
Guido Barbieri, musicologo 
Ospiti: 
Andra e Tatiana Bucci, Antonio Ceseri e Marcello Martini, ex deportati 
Marta Baiardi e Giovanni Gozzini, storici 
Ugo Caffaz, ideatore e coordinatore del Treno della memoria della Regione Toscana. 

Nell'ambito della diretta sarà presentato lo spettacolo: 
"Il vento dopo l'ultimo treno", tratto dal romanzo Badenheim 1939, di Aharon Appelfeld, 
Carlo Cecchi, voce recitante 
Musiche originali di Mauro Cardi eseguite dal vivo dal FREON ENSEMBLE 
Informazioni: Fondazione Sistema Toscana (Tel. 055 2719025) 


L'AQUILA
L'Aquila – martedì 28 gennaio 2014, ore 09:30 - auditorium del Conservatorio "A. Casella" de L'Aquila. 
Giorno della Memoria : "L'arte non muore" a L'Aquila
L'organizzazione è a cura dell'Istituto Abruzzese per la Storia della Resistenza e dell'Italia Contemporanea, di concerto con il Liceo Musicale e con il Liceo Scientifico "A. Bafile". L'evento prevede la prima esecuzione nazionale assoluta da parte di studenti delle scuole musicali (Liceo Musicale, Conservatorio "A. Casella", medie "Dante Alighieri"e "Mazzini-Patini") di brani composti nei campi di internamento. 

inoltre vi saranno la rappresentazione teatrale "Sii gentile, abbi coraggio-Per Anna Frank" di A.G. Tucci interpretata da Lorenza Sorino, la lettura di pagine di Primo Levi da parte di Umberto De Carolis e la consegna di un'opera d'arte di Licia Galizia al Laboratorio Abruzzese di Didattica della Storia.


LECCE
Mostra fotografica dal titolo: "Scene di vita dal ghetto di Varsavia"
dal 27 gennaio al 2 marzo, presso il palazzo Vernazza, sito in vico Vernazza 
Si ricordano la vita e le sollevazioni degli ebrei nel ghetto della capitale polacca. 


MILANO
"Noi, testimoni oggi" - via Dini 7 presso l'auditorium Centro Puecher.
il Consiglio di Zona 5 con gli Istituti di Istruzione Superiore Agnesi, Allende-Custodi, Feltrinelli, e Kandinskj, invita studenti e insegnanti delle scuole di zona a partecipare all'iniziativa "Noi, testimoni oggi" 
Sono previsti gli interventi degli studenti degli Istituti Kandinskj, Feltrinelli, Agnesi, del giornalista Gad Lerner e del Presidente del Centro studi Beth Shlomo di corso Lodi, Eugenio Schek. 

"La Musica della Memoria"
Ricordo di Leone Sinigaglia a 70 anni dalla scomparsa
Sala Verdi del Conservatorio G. Verdi 27 gennaio 2014, ore 20.00
La serata gratuita e aperta al pubblico è dedicata alla "Musica della Memoria" e ai musicisti ebrei perseguitati, attraverso un percorso di riflessioni, testimonianze ed esecuzioni musicali.
Partecipano Liliana Segre, Goti Bauer e Nedo Fiano, Sopravvissuti. Introduce Ferruccio de Bortoli, conduce Claudio Ricordi.


MODENA
Brundibar - Teatro Storchi 27 gennaio 2014 ore 21,00
Fiaba musicale in due atti, su musiche di Hànsm Krasa e libretto di Adolf Hoffmeister - Ensemble dell'Istituto Musicale Vecchi-Tonelli diretto dal Maestro Luca Benatti - Coro voci bianche Scuola primaria "Gianni Rodari" - Coro voci bianche "Girasole" Pol. 87 & Gino Pini e il Coro della Parrocchia di San Paolo Apostolo


NAPOLI
il 27 gennaio si svolgerà presso la Scuola dell'Infanzia "Sergio De Simone" alle ore 9,30 una cerimonia in ricordo di Sergio De Simone, il bambino ebreo napoletano ucciso nel 1944 ad Auschwitz a soli sette anni a seguito di esperimenti "medici". Saranno presenti il Sindaco de Magistris e altri rappresentati del Comune e della Comunità Ebraica di Napoli che pianteranno rose nel giardino della scuola.


Lunedì 27 gennaio, Piazza del Plebiscito
Ore 17.30: proiezione del film "Train de vie", di Radu Mihaileanu
ore 19.30: recital del fisarmonicista Generoso Veglione (musica balcanica e klezmer)
ore 20.00: Mariano Rigillo legge 7 testi poetici sul tema della Shoah
ore 20.30: "Movimenti coreografici su Arnold Schoenberg: A Survivor from Warsaw (un sopravvissuto da Varsavia) – ACCADEMIA POPOLARE DI DANZA diretta da Nicoletta Salernitano, a cura di Associazione Napoli Capitale Europea della musica.

Venerdì 31 ore 10.30 - Istituto tecnologico "Marie Curie" in via Argine 
incontro "Da Napoli ad Auschwitz - Memorie di un viaggio nell'orrore" (all'interno, spazio al docufilm di Gigi Bontà Polito "Memorie di viaggio").

Sabato 1 Febbraio alle 10.30 lo scenario si sposterà al "Museum of Operation Avalanche", con l'inaugurazione della mostra "Anche qui volò una farfalla" a cura dell'Associazione "Luigi Gaeta" e con interventi di Giuseppe Fresolone, Rosaria Gaeta, Martino Melchionda, Marcello Naimoli ed Eduardo Scotti.

"Memoriae" si concluderà il 3 Febbraio alle 10, al liceo scientifico "Elio Vittorini" di Napoli (via Domenico Fontana), con un confronto sul libro di Nico Pirozzi "Traditi. Una storia della Shoah napoletana".


PALERMO
Il programma inizia domenica 26 gennaio all'Archivio Storico, che sorge sui resti della quattrocentesca Sinagoga palermitana, suggellando un gemellaggio culturale tra tra lo stesso archivio e la biblioteca della Shoah per ricordare gli ebrei espulsi dalla Sicilia. 
Verrà anche inaugurata la 
mostra fotografica "Heavy Bags", di Amedeo Costanza Porfito, sui luoghi dell'Olocausto.


Lunedi 27 gennaio dalle 10,30 alle 12,30 Pino Pelloni parlerà a rappresentanze delle scuole palermitane delle "Leggi razziali in Italia" e verrà proiettato il docufilm "Gli ebrei in Italia" realizzato dal Dipartimento Informazione dell'Ucei.


PIACENZA
Concerto "Il canto di Israele"
27 gennaio al Teatro Municipale di Piacenza
Il programma spazia dal misticismo alle sonorità del Niggun, una forma musicale che si caratterizza per l'assenza del testo che, secondo alcuni rabbini, avrebbe potuto limitare il profondo significato mistico della pura melodia.


RIMINI e provincia
"Per un mondo migliore: la Giornata della Memoria"
Sabato 25 gennaio, alle 17, alla Biblioteca San Giovanni a PESARO (Via Passeri 102) racconti animati per bambini a partire da 5 anni Dalla storia di Anna Frank possono nascere tante storie di solidarietà e tolleranza. L'ingresso é gratuito

"Anne Frank, una storia attuale",
Mostra documentaria su Anne Frank, a cura della Anne Frank House di Amsterdam e allestita con il sostegno dell'Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia, che viene inaugurata domenica 26 gennaio alle 11, nelle sale del Palazzo del Podestà a RIMINI (visitabile fino al 23 febbraio).

"Il Teatro della Memoria", uno spettacolo pensato per le famiglie.
Domenica 26 gennaio, alle 17.30, al Teatro Villa di SAN CLEMENTE (Via Tavoleto, frazione Sant'Andrea in Casale) Il palco del teatro Villa ospiterà quindici persone, dai diciannove agli ottantanove anni, accomunate dal desiderio di condividere con il pubblico un ricordo. Storie piccole e grandi che hanno lasciato un segno nella loro vita. L'ingresso é gratuito.

"Il bambino con il pigiama a righe"
 film bellissimo verrà proiettato lunedì 27 gennaio, a Gemmano, nella sala Pillitteri.
Il film verrà proiettato in doppia visione, una alla mattina alle 10,30 dedicata ai ragazzi delle scuole di Gemmano e una alle sera alle 21 aperta al pubblico e gratuita.
‘La valigia della memoria'. Lunedì 27 gennaio, alle 16.30, un laboratorio aspetta i bambini dai 6 agli 11 anni a Rimini presso la sede del Centro per le famiglie (Piazzetta dei Servi 1). L'ingresso è gratuito


ROMA
Rom e Sinti in Europa: dallo sterminio nazista alla difficile integrazione di oggi. 
Casa della memoria e della Storia - Via San Francesco di Sales, 5
Introduzione storica di Irma Staderini (IRSIFAR) sul Porrajmos, il genocidio dimenticato che ha provocato la morte di centinaia di migliaia di zingari nei lager nazisti, con proiezione di brani dal documentario Porrajmos. Parole in musica di Fabio Parente, Matteo Parisini, Luca Ricciardi (2010). Intervento della prof.ssa Simona Vannini sulla condizione attuale degli zingari in Europa.

SALA SANTA RITA - Via Montanara (ad. Piazza Campitelli)
Dal 17 gennaio al 28 febbraio 2014
Mostra "Passaggi nella città prigioniera"
Ingresso libero fino ad esaurimento posti disponibili 

Mostra "TEREZIN". Disegni e poesie dei bambini del campo di sterminio. 
Dal 21 gennaio al 28 marzo 2014 
Casa della Memoria e della Storia 
Una selezione dei disegni e delle poesie conservati presso il Museo Ebraico di Praga e realizzati dai bambini rinchiusi a Terezin, città-fortezza cecoslovacca che divenne, tra il 1942 e il 1944, il "ghetto dell'infanzia". Il loro lascito letterario e figurativo ci parla delle sofferenze e delle speranze perdute.


TORINO
domenica 26 gennaio 2014, ore 18:00 - sede del Museo Diffuso (c.so Valdocco 4a)
Graphic novel e Shoah
Presentazione del libro Jan Karski, L'uomo che scoprì l'olocausto di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso. I due autori dialogano sul tema della trasmissione della memoria attraverso il fumetto.


VENEZIA
Circa cinquanta le iniziative, promosse dal Comune e realizzate con la collaborazione di numerose associazioni e istituzioni, per ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione nazifascista sfociata nello sterminio di undici milioni di persone, tra ebrei, rom, omosessuali, oppositori politici e internati militari.
Il momento centrale sarà la cerimonia cittadina di domenica 26 gennaio al Teatro Malibran, in cui interverranno il sindaco e il presidente della Comunità ebraica veneziana, Paolo Gnignati.

Nel corso della cerimonia si terrà un concerto di musica "concentrazionaria", con opere di Pavel Haas e Gildon Klein, testimonianze di un fervore creativo esemplarmente irriducibile ad ogni disegno di sterminio.

Tra le altre manifestazioni in programma: la
Deposizione delle "Pietre d'Inciampo", il concerto in memoria del maestro veneziano di violino Giuseppe Sacerdoti (Conservatorio Benedetto Marcello, 26 gennaio); 
l'esposizione della bandiera dei Rom nelle sedi principali del Comune di Venezia (27 gennaio).

Pin It
Accedi per commentare

Libri di Marcello Bernardi

Leggi tutto...

Le emozioni dei bambini

"Comprendere le emozioni dei bambini significa aiutarli a crescere felici. Traendo spunti ed esempi dal vivere quotidiano Isabelle Filliozat, psicopterapeuta di fama, aiuta a capire il significato di tanti comportamenti e a trovare le parole e i modi per risolver le situazioni che appaiono più difficili.

L'autrice non dà soluzione preconfezionate, ma analizza i problemi di tutti i giorni, che lei stessa mamma, di due bimbi di 2 e 4 anni all'epoca della stesura del libro, ha provato e soprattutto non trascende da quello che sono i genitori. Per capire il bambino che abbiamo davanti occorre ascoltare il bambino che siamo stati. Le emozioni dei nostri bambini allora hanno radici profonde, quello che non sopportiamo in loro tocca le corde più intime del nostro essere.

Oltre ad esaminare sotto nuovi aspetti le problematiche più comuni dei bambini e ad offrire spunti di riflessione, Filliozat descrive quali sono le emozioni più diffuse del vivere quotidiano per aiutare a cogliere quanto c'è di gioioso in ogni attimo della vita con i figli.

Questo libro potrebbe a prima vista rientrare nel filone dell'intelligenza emotiva introdotta da Goleman (Daniel Goleman, L'Intelligenza emotiva, ed. Rizzoli, 1996), ma a mio avviso ha qualcosa in più. Oltre a "partire dal basso", nel senso che si cala nei panni della mamma e del papà, è più vicino alla nostra sensibilità europea, a cui sta stretta il libro-manuale. L'autrice cita in bibliografia Alice Miller, la psicoterapeuta zurighese che ha descritto e documentato la sofferenza inespressa dei bambini e la difficoltà dei loro genitori a essere disponibili a capirla.

Questo libro si può non amare, si può non condividere in parte o del tutto, ma sicuramente colpisce il genitore che lo legge e, oserei dire, nella maggior parte dei casi fa scaturire delle emozioni che si credevano sepolte. Nel mio caso ha rivoluzionato il mio modo di essere madre."

autrice: Isabelle Filliozat

editore: Pickwick

Pane e cioccolato

Nina e Susi sono amiche del cuore, stanno molto bene insieme e hanno molte cose in comune, tranne…il colore della pelle. A scuola tutte le chiamano pane e cioccolato.

Nina sogna una principessa color cioccolato, proprio come lei, ma ha paura di essersi sbagliata perché i suoi compagni dicono che è impossibile: non esiste qui una principessa così. E anche a casa, nel libro di fiabe della mamma, una principessa nera non si trova. Così mamma e papà, insieme alla sua amica Susi organizzano una caccia alla principessa color cioccolato, fanno una spedizione in biblioteca e scoprono che fra le pagine di un libro c'è Akira, una principessa africana, bella e anche coraggiosa.

Questa è l'incantevole storia di una bambina nera, che esprime il suo senso di estraneità in mezzo a gente dalla pelle "bianca come la panna".

Per affrontare un tema delicato come le diverse identità e le varie peculiarità somatiche, è molto utile la chiave di lettura per gli adulti a cura di Mariateresa Zattoni, inserita alla fine del libro, scritto da Lodovica Cima.

Età consigliata dai 6 agli 8 anni

Il libro è inserito all'interno della collana "Parole per dirlo" edita da San Paolo Edizioni, rivolta ai bambini di 6-8 anni. Non sempre è facile trovare le parole giuste per spiegare ai bambini alcuni eventi della vita, situazioni difficili che si incontrano in famiglia, a scuola o con gli amici. Il modo migliore è quello di raccontare loro una storia che gli aiuti a capire ed accettare la novità.

Lodovica Cima vive e lavora a Milano, dove si è laureata in Letteratura italiana comparata alla Letteratura inglese. Ha due figli. Da più di quindici anni lavora nell'editoria per ragazzi, dapprima come redattrice in case editrici librarie (Signorelli, Vita e Pensiero, Cetem, De Agostini, Giunti, PBM Editori) e poi, dal 1996 come autrice/progettista e consulente editoriale. Ha creato e diretto per nove anni la collana di narrativa per ragazzi "La giostra di carta" per Bruno Mondadori Editore. Insegna al Master per L'Editoria istituito dall'Università degli studi di Milano e dalla Fondazione Alberto e Arnoldo Mondadori. Partecipa a giurie di premi letterari riservati ai ragazzi e scrive, oltre a romanzi e fiabe che si trovano in libreria, anche testi scolastici e parascolastici.

Francesca Carabelli, autrice delle illustrazioni, è nata a Roma nel 1969. Ha iniziato la sua attività artistica nel campo dell'animazione e successivamente si è dedicata all'illustrazione per l'infanzia. Ha partecipato a diverse mostre e concorsi. Ha pubblicato i suoi lavori con varie case editrici.

Intervista all'autrice: Lodovica Cima

autore: Lodovica Cima - Illustrazioni Francesca Carabelli

editore: San Paolo Edizioni, 2009