Parliamo di sessualità

Parlare di sessualità ai bambini sembra un'impresa titanica, soprattutto se si tratta dei nostri figli.
"Quando sarai più grande", " non ho tempo adesso " "vai dalla mamma" e tanti altri sono i modi che riusciamo a trovare per evitare il discorso.
Eppure, in quanto genitori, abbiamo due strumenti importanti da utilizzare: la conoscenza di come stanno le cose e la conoscenza dei nostri figli. 


Riuscire a superare i nostri limiti, il senso di timore, la vergogna, i vecchi e radicati tabù che sentiamo nascere nel momento in cui arrivano le domande (quasi sempre nei momenti più inaspettati), è essenziale affinché i bambini possano chiedere a persone di fiducia, che vogliono loro molto bene, trovando disponibilità a spiegare e chiarire non una, ma dieci, cento volte, approfondendo, usando "parole giuste e corrette" con serenità e armonia. 

Noi adulti-genitori dovremmo cercare di cogliere l'importanza di questa relazione credendo fermamente che, offrire informazioni corrette, soprattutto in un mondo come quello di oggi, significa aprire un canale affettivo e sicuro capace di salvaguardare il campo della sessualità da invischiamenti che spesso giungono da canali mediatici che rischiano di rimanere l'unica fonte a cui i nostri figli attingono e attingeranno anche quando saranno più grandi.

La sessualità rappresenta la vita, fatta da tante cose legate sia agli aspetti del sesso sia a quelli del sentimento e dell'affettività.

Consiglio un paio di testi che a livello editoriale sono per bimbi dai 5 anni in poi, ma possono essere utilizzati anche per i ragazzi più grandi:
- " IO SONO UN BAMBINO IO SONO UNA BAMBINA" di Roberta Giommi, illustrazioni di Chiara Gobbo, edizioni De Agostini (io l'ho utilizzato spesso: mio figlio ora è più grande, lo guarda da solo).
- "NEI PANNI DI ZAFF" di Manuela Salvi e Francesca Cavallaro, edizioni Fatatrac ( il libro tratta del ruolo maschile e femminile in modo molto divertente).

Segnaliamo la bibliografia sull'educazione sessuale edita da Officina Genitori: Bibliografia. Educazione sessuale



Pin It
Accedi per commentare

Rosi e Moussa

Rosi si è appena trasferita in città con la sua mamma, in un grande palazzo, molto alto, pieno di scale e di vicini che sembrano scontrosi. Non si farà mai degli amici, lo sa già!

E invece arriva Moussa: grande giacca, cappello sempre in testa, tanti fratelli, e un cane che in realtà è... un gatto. Il loro incontro nasce con una sfida: salire sul tetto proibito per guardare tutta la città dall'alto – in barba al bisbetico vicino signor Tak.

E dalle sfide, si sa, nascono le migliori amicizie e le avventure più belle.

Una delicata storia di amicizia e multiculturalità, scritta con naturalezza e senza ipocrisie.

Romanzo perfetto per le prime letture.

Autore: Michael de Cock e Judith Vanistandael

Editore: Il Castoro

Requiem per il giovane Borgia

 

Si tratta di un romanzo storico e nello stesso tempo di un avvincente giallo scritto da due giovani autrici milanesi esordienti che hanno svolto approfondite ricerche storiche sulla opulenta e maestosa Roma rinascimentale e le ricche corti italiane, soggiogate dalla morale del tempo, individualista e brutale, tesa al conseguimento dei fini senza curarsi dei mezzi con i quali ottenerli.

La vicenda parte dal brutale omicidio di Juan Borgia, duca di Gandia, figlio prediletto di papa Alessandro VI, al secolo Rodrigo Borgia.

Chi è il mandante dell'assassinio? L'indagine non è facile. È possibile il movente politico (il dominio dei Borgia è inviso alle potenti famiglie romane, agli Orsini, agli Sforza di Milano, a Guido da Montefeltro, ai baroni romani e a molti prelati che disapprovano la scandalosa condotta del papa), ma può essere un movente passionale o può essere maturato nell'ambito familiare....

La scrittura è scorrevole e varia e si presta facilmente ad una trasposizione filmica.

autore: Elena Martignoni, Michela Martignoni

editore: TEA

Il ritmo del corpo. Muoversi con consapevolezza

Un libro e un percorso sulla consapevolezza del sé, per sintonizzare il proprio corpo e la propria mente con i ritmi interiori e con quelli dell’ambiente che ci circonda attraverso la pratica costante, perseverante e umile del Daoyin Yangshen Gong, la forma del qi gong diffusasi in Cina negli anni 70 al fine di migliorare la salute e acquisire longevità.

Gli autori del libro, uno insegnante di qi gong e operatore tuina e l’altra fondatrice dell’Associazione Culturale ”Centro per lo Sviluppo Evolutivo dell’Uomo”, raccontandoci la propria esperienza personale maturata da contesti diversi, ci conducono passo dopo passo e con estrema chiarezza in questa dimensione caratterizzata da esercizi fisici armonici e rilassanti di estremo beneficio per la nostra salute, ma anche e soprattutto funzionali ad un recupero della capacità del nostro corpo-mente di ascoltarsi lasciando scorrere le energie vitali.

Leggi tutto...