Leggere diversamente

A Brugherio c'è una biblioteca speciale dedicata anche a lettori con problemi, infatti presso la sezione ragazzi, è presente una raccolta di libri su misura per bambini e ragazzi con difficoltà, disabilità motorie o della comunicazione.

Libri per lettori dislessici, libri tattili e in braille, libri in simboli, nei quali i contenuti sono adattati a una modalità di lettura diversa da quella convenzionale.


"Dal maggio 2010 la biblioteca alimenta questa preziosa raccolta con nuove e mirate acquisizioni, rinvenute nell'editoria specializzata o autoprodotte dalla biblioteca stessa, grazie alla cooperazione tra operatori locali e Centro Sovrazonale di CAA del Policlinico di Milano."

La maggior parte di voi sa che cos'è un libro in braille (metodo tradizionale di scrittura e lettura per i non vedenti) ma forse pochi sanno che cosa sono gli IN-book…
Gli IN-book sono libri illustrati, pensati per essere ascoltati mentre vengono letti ad alta voce, dove il testo adattato e scritto in simboli - WLS (Widgit Literacy Symbols) o PCS (Picture Communication Symbols) due linguaggi simbolici differenti - unito alle immagini, permette ai bambini di capire meglio la storia.
I simboli sono uno degli elementi fondamentali della Comunicazione aumentativa e alternativa (CAA l'insieme di conoscenze, tecniche, strategie e tecnologie che facilitano e aumentano la comunicazione in persone che hanno difficoltà ad usare i più comuni canali comunicativi, soprattutto il linguaggio orale e la scrittura) e rappresentano una vera e propria seconda lingua visiva che affianca quella uditiva. Sono sempre composti da un'immagine grafica, dalla parola alfabetica scritta in alto, da un sottile bordo che tiene insieme le due.
Nella lettura ad alta voce degli IN-book, l'adulto indica uno per uno i simboli che compongono la frase, senza rallentare la lettura e mantenendone la vivacità. Può così sostenere l'ascolto del bambino con l'accompagnamento della "lingua visiva", che facilita l'attenzione e la comprensione di quanto si ascolta.
I bambini con disabilità, soprattutto complessa e della comunicazione, sono dunque quelli che potrebbero avere i maggiori vantaggi dall'essere esposti molto precocemente alla lettura ad alta voce. Sono invece quelli a cui si legge meno e più tardi perché è difficile trovare dei libri adatti a loro. 

Approfondimenti: 

Centro Sovrazonale di Comunicazione Aumentativa
http://www.sovrazonalecaa.org/

Segnaliamo la nuova collana "CAA: Comunicazione Aumentativa e Alternativa" edita da Erickson:

http://www.erickson.it/Pagine/Risultati-collana.aspx?col=23644



Foto: US Department of Education

Pin It
Accedi per commentare

Desiderare un figlio, adottare un bambino

L'adozione di un bambino è una scelta complessa ed articolata che inizia dal desiderio di prendersi cura di un figlio nato da altri. Il nostro lavoro, che ci mette in contatto quotidianamente con questa realtà, ci ha fornito uno spazio privilegiato di osservazione, e ci ha indotte a riflettere su quale ruolo possano svolgere i servizi per sostenere le famiglie adottive. Abbiamo cercato di dare voce a tutti i protagonisti dell\'adozione: i genitori, i bambini, gli operatori, gli insegnanti e gli educatori delle case-famiglia, proponendo una chiave di lettura in cui ognuno possa ritrovare un terreno di confronto e trasformare le peculiarità in risorse.

Autore: Simonetta Cavallie Maria Cristina Aglietti

Editore: Armando

Stella fata del bosco

Grandi alberi, rocce, animali: il bosco può far paura, soprattutto a un bambino timido e fifone
come il piccolo Sam. Ma Stella, entusiasta e affettuosa, saprà mostrare al fratellino la bellezza
di api e farfalle, lepri e tartarughe, giganti e fate, e fra scambi di battute surreali e irresistibili
lo convincerà ad amare la foresta e tutte le sue creature.

Leggi tutto...

Il mago dei numeri

Un libro da leggere prima di addormentarsi, dedicato a chi ha paura della matematica.

Roberto è un bambino come tanti, che odia la matematica, soprattutto perché non la capisce e gli sembra noiosa. Ma una notte gli appare un mago che lo porta in un mondo affascinante e sconosciuto.

Pian piano Roberto prende familiarità con strumenti matematici che si rivelano divertenti e comincia ad apprezzare quel mondo matematico di cui prima aveva paura. Concetti matematici anche difficili spiegati ai bambini come delle favole.

La matematica è un mostro che fa un po' meno paura.

Per Enzensberger la matematica è un mondo immaginario che riserva continue sorprese ed è capace di colpirti con la sua genialità. Questo libro, scritto per una bambina di dieci anni ma destinato ai lettori di tutte le età, ne è la prova.

autore: Hans Magnus Enzensberger - Illustrazioni di Rotraut Susanne Berner

editore: Einaudi - collana Supercoralli