Il cammino dei diritti

Questo libro illustrato racconta in molto semplice ed immediato del lunghissimo percorso che in tutto il mondo uomini e donne di epoche diverse hanno fatto, nel riconoscimento dei diritti umani. Quando è stato, e dove è stato, che un Paese ha detto no ad una barbaria illuminando la strada non solo ai propri cittadini, ma anche al resto del mondo, perché potesse seguire il suo esempio?

Questo delizioso libro ce lo racconta, soffermandosi su venti importantissime tappe lungo la strada per il riconoscimento dei diritti umani.

Ogni avvenimento è presentato con un’illustrazione di Andrea Rivola e una poesia di Janna Carioli accompagnata da una didascalia: si parte dal 1786 con l’abolizione della pena di morte nel Gran ducato di Toscana e si arriva al 2013, in Pakistan,con Malala Yousafzai e il suo appello per il diritto all’istruzione.

Il Cammino dei Diritti è un libro che farà conoscere ai più piccoli la strada percorsa fino ad oggi, costellata di eventi e personaggi che hanno lasciato una traccia indelebile e una fonte d'ispirazione.

Pubblicato dalla casa editrice Fatatrac, in collaborazione con Amnesty International Italia, Il cammino dei diritti esce in occasione del 25° anniversario della Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

Gli autori

Gianna Cairoli, vive a Bologna. Scrive libri per ragazzi, romanzi, canzoni, poesie. Per la Tv è fra gli autori di amatissimi programmi per bambini come “La Melevisione”.

L’illustratore Andrea Rivola vive immerso tra i paesaggi campestri della Valle del Senio in compagnia di inseparabili e variegati personaggi creati dalle sue matite immaginifiche. Appassionato illustratore, ha pubblicato in Italia e all’estero.

Amnesty International è una comunità globale di persone impegnate nella difesa dei diritti umani. Da quando è nata, nel 1961, agisce organizzando campagne che mirano a sensibilizzare l’opinione pubblica e a fare pressione verso i governi che violano i diritti delle persone.

Pin It
Accedi per commentare

Il giardino dei giochi dimenticati

"Giocare non è solo giocare: è cercare (quello che serve per realizzare un'idea), è immaginare (qualcosa che nessuno ha mai fatto), è costruire (un oggetto che sarà per noi indimenticabile)".
In questo manuale i due autori restituiscono a genitori smemorati e a bambini curiosi i giochi che i padri e i nonni facevano per strada e nei cortili: giochi contadini, giochi rari, giochi storici, giochi dimenticati e soprattutto insegnano loro a costruirli con divertenti e dettagliate illustrazioni.

In realtà oltre a essere un libro per bambini è un libro per i loro genitori e per chi continua a essere un po' bambino; raccoglie infatti un patrimonio culturale che ci tramandiamo, e che ricordiamo con nostalgia. I giochi descritti hanno due ingredienti fondamentali: i costi bassissimi di realizzazione e la fantasia. Per dirla con le parole dell'autore: "un bambino rimane piccolo per poco tempo, poi ha tutta la vita per ricordare chi ha passato del tempo a giocare con lui".

Giorgio F. Reali è il fondatore dell'Accademia del gioco dimenticato.

La prefazione è di Stefano Bartezzaghi.

autore: Giorgio F. Reali, Niccolò Barbiero

editore: Salani

Cecilia passeggia nel parco

Cecilia è una bambina ipovedente. Il suo uccellino Pilù, che sempre la accompagna, non sa volare. Il mondo intorno a loro è privo di colore, ma una passeggiata nel parco, ricca di stimoli sensoriali e un incontro-scontro inatteso faranno tornare i colori nella sua vita e daranno nuove ali a Pilù.

Leggi tutto...

Un computer dal cuore saggio. Considerazioni educative sull’uso consapevole del computer e della rete

Scrivere una fiaba su sicurezza in internet e minori è stato un  percorso  condiviso con Mauro Ozenda esperto in materia e collaboratore  della associazione Mani colorate.

Si sono toccate tematiche delicate come la  potenzialità della rete, il rispetto e  il significato della “Netiquette”  ma anche rischi e pericoli quali la pedopornografia, cyberbullismo,  sexting, sicurezza, tutela della privacy, etc.

Leggi tutto...