Dario Sala

È giocando con piccole cose che si impara a diventare grandi. Grandi come l’uomo che inventò il Das.

Poeta, pacifista e utopista, Dario Sala è morto a 93 anni nel 2005. Forse non lo ricorderemo per i suoi scritti e nemmeno per i suoi quadri o la sua musica, ma nelle piccole sculture dei milioni di bambini che giocano con il Das, a casa e nelle scuole, resterà per sempre vivo il ricordo della poesia che portava nel cuore.

Chi ha poesia nel cuore, ha il cielo nell’anima ed è l’uomo più ricco del mondo”. Dario Sala non diventò mai ricco. Nel 1962 decise infatti di vendere per pochi soldi il brevetto del Das, una speciale pasta da modellare che si solidifica senza bisogno del forno. Non era uno sprovveduto, la sua decisione era in linea con la sua filosofia e il suo pensiero, semplice e sincero.

Lo stesso pensiero di un mondo senza divisioni e senza guerre, che lo ha accompagnato per tutta la vita. Alla frenetica velocità con cui ci muoviamo, non è facile fermare un momento, mantenerlo stabile e inalterato mentre il tempo sfugge insieme alla nobiltà di cui l’uomo è capace, ma di cui è sempre meno consapevole.

Dario Sala, con la sua invenzione, ha fermato quell’attimo per tanti bambini che, nel gesto creativo di dare una forma al Das, imparano che si può fare qualcosa di vero, tangibile e indistruttibile.
Sebbene il Das abbia arricchito qualcuno, non è nei soldi che risiede il suo valore.

Grazie Dario!

Pin It
Accedi per commentare

I conquistatori

Un bel libro pacifista per bambini della scuola dell'infanzia, che racconta in modo semplice e intuitivo come fece una nazione piccola e disarmata a non farsi conquistare da un Grande Paese che aveva il Cannone.

Sottilmente attuale: le donne del piccolo paese si vestono con lunghi abiti dai colori sgargianti e portano il capo coperto...

 

Si presta ad essere abbinato all'ascolto della canzone Napoleone di Endrigo/Rodari.

autore: David McKee

editoreIl Castoro

Cecilia passeggia nel parco

Cecilia è una bambina ipovedente. Il suo uccellino Pilù, che sempre la accompagna, non sa volare. Il mondo intorno a loro è privo di colore, ma una passeggiata nel parco, ricca di stimoli sensoriali e un incontro-scontro inatteso faranno tornare i colori nella sua vita e daranno nuove ali a Pilù.

Leggi tutto...

La vera storia del pirata Long John Silver

La biografia - raccontata in prima persona - di Long John Silver, il temibile pirata con una gamba sola dell'Isola del Tesoro, fatto sparire da Stevenson nel nulla che riappare ora vivo e ricco in Madagascar intento a scrivere le sue memorie.

E così ci si ritrova - adulti - a leggere una storia di pirati, con lo stesso gusto con cui lo facevamo da bambini, sognando ancora di porti affollati di vascelli, taverne fumose, tesori, arrembaggi, tempeste improvvise.

Ma non c'è solo questo, c'è anche la scoperta del mondo all'epoca della pirateria, i legami con il commercio ufficiale, le condizioni atroci dei marinai, i soprusi dei capitani, il codice egualitario dei pirati, le loro efferatezze e quelle contro cui si ribellavano.

 

Un grande affresco di un'epoca e di un mondo che ha sempre affascinato grandi e piccoli.

autore: Larsson Björn (traduzione K. De Marco)

editore: Iperborea