Bibliografia. Fratelli si diventa

L’arrivo di un bambino in famiglia crea sicuramente scompiglio, soprattutto quando in casa c’è già un figlio.

Può capitare che l’arrivo di un fratellino faccia temere il bambino più grande di perdere l’affetto e l’attenzione dei genitori, ed è molto frequente che s’inneschino dei meccanismi di gelosia, in fin dei conti, se ci pensate bene, sono i genitori che decidono di avere un altro figlio, non il bambino di avere un fratellino.

Provare gelosia al momento della nascita di un fratellino è un fenomeno naturale e inevitabile, però è molto importante aiutare il bambino a riconoscere e a manifestare tale sentimento.

Segnaliamo una serie di libri divertenti per bambini che mostrano come in fondo non sia poi così male avere un fratellino o una sorellina.

 

Età di lettura: da 3 anni.

S. Blake “Pappamolla” Ed. Babalibri, 2014

Non è colpa di Simone se il razzo che ha costruito cade per terra!!! "SSSSSST!" dice la mamma. "Cerca di giocare un po' in silenzio. C'è un bambino piccolo in casa." Simone va nella camera del bebè: "Tornatene a casa tua, Pappamolla", gli dice. "Papà, papà, quando ritorna in ospedale Pappamolla?" chiede al suo papà. Ma non è previsto che Pappamolla se ne vada da casa. Anzi, sembra proprio che rimarrà. E per sempre!!! Certo che i genitori possono essere veramente delle persone sconsiderate! E in più, come se non bastasse, quella sera c'è un lupo nella camera di Simone e mamma e papà non gli credono. Che follia! Con un bebè in casa oltre tutto! Meno male che c'è Simone a proteggere il piccolo Pappamolla dai tanti lupi che infestano la casa! 

M. Cordell “Un altro fratello”  Ed. La Margherita, 2013

Un giorno ero figlio unico e mamma e papà avevano occhi solo per me. Poi è nato mio fratello Gilberto, quindi Pietro e Marzio e Serafino e Michelangelo, ecc. Adesso ho 12 fratelli. Tutti mi voglio imitare ma la mamma e il papà dice che passerà. Sarà vero?

S. Blake “C'è un bambino nella pancia della mamma?” Ed. Babalibri, 2012

Simone e Gaspare ricevono la notizia che presto avranno una sorellina o fratellino. Tante sono le domande che preoccupano Simone: un bambino nella pancia della mamma. Com'è possibile? Ma come si fanno i bambini? Papà è di fretta e imbarazzato per rispondergli. Ma per fortuna c'è l'amica Lulù che sa tutto...

S. Serreli “Cosa c'è nella pancia della mamma? Tea” Giunti Kids, 2012

Tea ha sei anni, una famiglia che le vuole bene, un gatto e tanti amici. Va a scuola volentieri, ma non le piace la matematica. Preferisce andare a judo e al parco a giocare. Tea è una bambina dei giorni nostri, allegra, tenera e molto divertente. Come ogni bambino della sua età, si guarda intorno con occhi curiosi e si ritrova a vivere tante avventure ogni giorno, cercando di rispondere alle piccole grandi domande che la vita le pone davanti. Per esempio, che cosa c'è nella pancia della mamma? Diventa ogni giorno più grande, che cosa conterrà? Tea fa un po' di domande in giro, ma alla fine ha le idee un po' confuse. Speriamo solo che, "questo qui che sta per arrivare", non le rubi la mamma e il papà. Una collana dedicata ai bambini e anche ai loro genitori!

L. Panzieri; F. Chessa “Un leone e due bici” Ed Lapis, 2010

Francesco è alto 85 centimetri e mezzo, ha quasi tre anni e sa fare benissimo il leone GRRRR! Però i fratelli maggiori sanno andare in bici, fare i compiti e tante altre cose da grandi! Beati loro... Una storia buffa sul rapporto tra fratelli e sorelle, tra piccole gelosie e grandi complicità.

I. Pigaglio “Avevo detto cane” Ed. Fatatrac, 2007

Una bambina chiede in regalo a mamma e papà un cucciolo di cane. Al suo posto invece arriva... una sorellina! La nascita di un fratello o una sorella è un momento delicato e importantissimo per tutta la famiglia, ben venga dunque la proposta piena di ironia e divertimento di questa autrice illustratrice che racconta con freschezza e spontaneità la delusione iniziale, l'inevitabile gelosia fino all'accettazione di una compagna di gioco inaspettata e affascinante.

A.Casalis “Topo Tip. Ma io volevo un fratellino” Ed. Dami, 2007

Topo Tip vorrebbe tanto un fratellino con cui giocare. Finalmente sembra che i suoi desideri si avverino ma le cose non vanno sempre proprio come uno vorrebbe!

N. Costa “Quando arriva un fratellino” Emme Edizioni, 2007

Semplicità, chiarezza e un pizzico di umorismo: sono questi gli attrezzi che permettono a Nicoletta Costa di trovare i disegni e le parole giuste per parlare ai bambini di un argomento difficile qual è quello delle emozioni e dei sentimenti.

L. Vergari; S. Ciraolo “La mamma ha un bambino nella pancia” Ed. Lavieri, 2007

"La mamma ha un bambino nella pancia. Dice che è una femmina e che si chiamerà Amelia. All'inizio lei non potrà camminare mentre io che sono grande posso già andarmene in giro dove mi pare. Speriamo che Amelia sia simpatica come Ugo, il mio cane, che è proprio un tipo divertente... Se ci penso però l'idea non mi piace tanto...".

 

Età di lettura: da 4 anni.

S. Bonanni “Mio fratello è un animale” Ed. Il Castoro, 2015

Un fratellino può essere davvero dispettoso. Così tanto che a volte sembra quasi… un animale! La storia divertente e ironica di due fratelli che bisticciano sempre ma in fin dei conti… si vogliono bene!

N. Costa “... Fratellino in arrivo!” Emme Edizioni, 2014

Cosa accade se invece del nuovo fratellino, arriva una sorellina? E se la mamma deve lasciare solo il fratello grande con una bambina urlante e incontentabile? Non le piacciono le macchinine, non sa leggere libri ma solo strappare le pagine, e la merenda finisce tutta a terra. Un disastro! La pazienza dei fratelli maggiori ha davvero un limite!

L. Panzieri; S. Enria “Fratellino in arrivo”, Ed. Lapis, 2014

"Oggi la mamma mi ha detto che aspettiamo un fratellino". Ma se lei ha sempre voglia di zucca, potrebbe nascere un "fratellino zuccavuota"! Per fortuna ci sono nove mesi di tempo per correre ai ripari con un piano di salvataggio: riempire la testa del fratellino con tutte le cose più belle che lo aspettano fuori dal pancione, dai panini con la cioccolata alle onde del mare... 

G. Cozza “Alice sorella maggiore” Il Leone verde 2011

Alice è diventata una sorella maggiore! E mentre la mamma allatta, Alice le siede accanto per ascoltare le sue storie preferite. Il piccolo Nino ama tantissimo Alice e i suoi sorrisi più belli sono per lei. Pagine colme di tenerezza e affetto, con tanti spunti interessanti per favorire la relazione tra fratelli. L’accudimento del piccolo Nino offre inoltre l'occasione per parlare di allattamento al seno, pannolini lavabili e importanza del contatto e delle coccole.

A.Strada “Ho un fratellino” Ed. Piemme 2010

Finché stava buono e zitto nella pancia della mamma, Marco mi era proprio simpatico, ma appena è arrivato a casa sono cominciati i guai: non fa che strillare e la mamma e il papà sembrano avere occhi solo per lui. Un giorno, però, mi sono avvicinata alla sua culla, lui mi ha teso le sue braccine e ha smesso di piangere. In fondo non è male avere un fratellino...

M. Monari “Uffa! Voglio un fratellino” Giunti Kids, 2006

"Se avessi un fratellino..." pensa Filippo e spera di avere presto qualcuno con cui dividere la sua cameretta, troppo grande. Quante cose si possono fare in compagnia. All'interno della bandella di ogni libro tante sagome o segnalibri da ritagliare.

B. Lindgren; O. Landstrom “Anch'io voglio il ciuccio!” Babalibri 2004

Benny ha un fratellino. Lo desiderava tanto e, finalmente, un bel giorno è arrivato. Il fratellino ha un ciuccio. Benny ne vorrebbe uno anche lui. "Sei troppo grande per il ciuccio", dice la mamma. Ma Benny non è d'accordo.

 

Età di lettura: da 5 anni.

J. Ormerod; A.Joyner “Lo scambio” Terre di Mezzo, 2015

Il nuovo fratellino di Carolina Coccodrillo sbava, puzza e non è divertente, ma le attenzioni di Mamma Coccodrillo sono tutte per lui. E Carolina è molto, molto gelosa. Così decide di riportarlo al Paradiso dei Piccoli per sostituirlo: prova un cucciolo di panda, un elefantino, due tigrotti gemelli, ma nessuno fa al caso suo... 

M. De Smet; M.Meijer “Fratello vendesi” Clavis, 2015

Un libro illustrato per tutte le sorelle e i fratelli maggiori che sono stanchi dei loro piccoli mostri ma che, allo stesso tempo, non ne possono fare proprio a meno!

 

Età di lettura: da 6 anni.

M. Albertini ”È gelosia, piccolo Tobia!” Raffaello, 2011

Da quando è nato suo fratello Tommaso, Tobia non è più lo stesso: fa i capricci, non perde occasione per fare dispetti, è sempre di cattivo umore.

Finalmente, durante una breve vacanza nella vivace fattoria dei nonni e grazie alla preziosa amicizia stretta con Lincy, la figlia dei vicini di casa, sempre allegra e ricca di idee, Tobia riesce a ritrovare la serenità.

Un simpatico racconto per i lettori più giovani alle prese con fratelli “insopportabili” e genitori (apparentemente) poco comprensivi: per scoprire che, a volte, bastano un paio di forbici e della buona compagnia per dare un taglio alla gelosia!

 

Età di lettura: da 7 anni.

R. Giudetti “Perché lui sì e io no? Storie per affrontare i conflitti tra fratelli” Centro Studi Erickson, 2007

Come tutte le relazioni, anche quelle tra fratelli e sorelle non sono sempre idilliache: accanto ai momenti di condivisione e affetto ci sono quelli di scontro, gelosia e rivalità, che - dopo l'immancabile scambio di aggettivi poco gentili, accuse reciproche e qualche pedata - solitamente si concludono con l'appello ai genitori e il classico: "Ecco, voi volete più bene a lui che a me!". E qui mamma e papà vanno in crisi. Le storie di questo libro vogliono aiutare bambini e genitori a comprendere meglio il rapporto tra fratelli e da dove nascono le difficoltà, fornendo anche semplici ma efficaci suggerimenti per favorire lo sviluppo di questo prezioso legame.

L. Staffieri “Sono nata figlia unica” Ed. Mammeonline, 2005

Quando mamma e papà decidono di dare un fratello al primo figlio non si può non tenere conto di ciò che penserà il primogenito, quello che è nato figlio unico! Di come vivrà l'arrivo del fratellino e la sua vita e le sue certezze verranno scombussolate. Per averne un'idea leggiamo insieme cosa ne pensa Bea, figlia unica per quasi undici anni, che all'improvviso si sente annunciare che presto avrà un fratello non richiesto. Il libro è il racconto di tutto il periodo precedente e successivo alla nascita del fratellino, visto con lo sguardo ironico e impietoso di Bea, che fatica persino a riconoscere i suoi genitori, in questi due adulti che si comportano in modo strano e sicuramente diverso da quello al quale lei è abituata.

 

Adulti

Leniado Nessia “Gelosia tra fratelli. Come intervenire con tatto ed efficacia” Red Edizioni, 2010

Un giocattolo portato via rudemente, una spinta non intenzionale, un dispetto fatto senza pensarci che però ha messo in crisi un gioco importante... I motivi che scatenano la burrasca tra fratelli possono essere veramente infiniti. Per i genitori non risulta facile decidere che cosa fare, come convincere i piccoli contendenti a tornare alla ragione e riappacificarli senza che nessuno si senta tradito dal loro intervento. L'obiettivo di questo libro è di aiutare i genitori a dare a ogni bambino tutto l'affetto di cui ha bisogno, e di suggerire ciò che bisogna sapere e fare perché i fratelli, pur in competizione tra loro, imparino ad amarsi e rispettarsi.

R. Scalisi “La gelosia tra fratelli. Come aiutare i nostri figli ad accettare il nuovo arrivato” Franco Angeli, 2002

L'arrivo di un secondo figlio determina un cambiamento radicale nell'ambito familiare ed è un vero e proprio trauma per il primogenito che si vede spodestato dal trono del regno dell'amore assoluto dei genitori. Vive una fase molto dura della sua vita, ma è una prova molto utile per la sua crescita. Come si devono comportare i genitori? Il libro vuole essere un aiuto per capire la gelosia del primogenito, ma anche quella del piccolo verso il grande e in generale le dinamiche tra fratelli.

Pin It
Accedi per commentare

Nazi Hunters. L'avventurosa cattura del criminale nazista Adolf Eichmann

Il Primo Ministro prese posizione dietro il podio. Nella stanza, tutti aspettavano in silenzio. In tono fermo e solenne annunciò: «Devo informare che recentemente i servizi segreti israeliani hanno catturato uno fra i maggiori criminali nazisti, Adolf Eichmann, responsabile insieme ad altri dirigenti nazisti di quello che essi stessi avevano definito "la soluzione finale del problema ebraico", cioè lo sterminio di sei milioni di ebrei europei. Adolf Eichmann si trova attualmente in carcere in Israele e presto sarà condotto in tribunale in conformità alla legge per i reati commessi dai nazisti e dai loro alleati». 

Neal Bascomb è giornalista, saggista e autore di molti bestseller per adulti, tra cui "Hunting Eichmann", dal quale è stata tratta la versione per ragazzi, intitolata appunto: "Nazi Hunters. L'avventurosa cattura del criminale nazista Adolf Eichmann."

Il libro descrive nei minimi dettagli e con dovizia di particolari quella che fu la cattura di Adolf Eichmann, capo del dipartimento IVB4, la divisione delle SS responsabile della "soluzione finale", che dopo la fine della seconda guerra mondiale partì dall'Italia per l'Argentina dove cominciò una nuova vita insieme alla sua famiglia.
Nonostante il suo tentativo di vivere una vita nell'anonimato per non farsi scoprire, verrà individuato, infatti, David Ben Gurion, primo ministro israeliano, decide di inviare in Argentina un gruppo scelto di spie del Mossad (servizi segreti israeliani) molte delle quali avevano perso familiari nei campi di concentramento, con il compito di catturare e trasportare a Gerusalemme, in assoluta segretezza, l'emblema dell'orrore dell'Olocausto. Lì sarà oggetto di uno dei più importanti e significativi processi contro i crimini perpetuati dai nazisti. 

Il 27 gennaio 1945 è la data in cui le truppe sovietiche arrivarono ad Auschwitz, scoprendo l'omonimo campo di concentramento, cinquantacinque anni dopo, nel 2000, è stata scelta questa data per commemorare ogni anno le vittime del nazismo.

Il libro di Bascomb mette in evidenza due aspetti che raramente vengono toccati quando si parla di antisemitismo ai ragazzi: il primo e alquanto intuitivo, è che la fine della seconda guerra mondiale non ha significato la fine dell'ideologia nazista che anzi ha continuato a serpeggiare sia tra chi aveva vissuto la guerra così come tra i giovani, nei paesi europei come in quelli oltre oceano.
Un esempio è l'Argentina: simpatizzante nazista che è uscita dalla sua neutralità politica e si è schierata con gli Alleati solo poco prima della fine della guerra, quando oramai era chiaro che le potenze dell'Asse sarebbero state sconfitte. Il suo appoggio agli Alleati è stata una scelta politica intelligente e durante gli anni dopo la fine della guerra ha aiutato diversi esponenti del partito nazista a nascondersi cambiando identità.
Per questo motivo, la cattura di Eichmann da parte del Mossad è stata un'operazione molto rischiosa da svolgere in completa segretezza.

Il secondo aspetto è l'importanza che ha avuto per il popolo ebraico e il neonato stato di Israele il processo a Eichmann. L'autore infatti scrive: "il processo si rivelò quasi più importante nel campo dell'educazione che in quello della giustizia" perché per la prima volta, dopo il processo di Norimberga, permise ai sopravvissuti di parlare apertamente delle loro esperienze. Fu un processo di educazione per i ragazzi che dovevano conoscere ciò che era stato fatto al popolo ebraico e contemporaneamente Israele legittimava così la nascita del paese, che assumeva quindi il vessillo del rifugio di tutte le vittime del genocidio che era stato commesso.

autore: Neal Bascomb

editore: Giunti editore

1940-1945 Gioele, fuga per tornare

Un viaggio a ritroso nel tempo, basato su documenti originali e su frammenti di memoria, dove l'autore Giulio Levi, trova la forza di ritornare alla sua infanzia per raccontare ai bambini di oggi, sono passate due generazioni, la storia della sua famiglia; siamo negli anni bui che vedono le leggi razziali applicate anche in Italia.

Leggi tutto...

Bianco come Dio

Nicolò è un ragazzo italiano che a vent’anni non ha ancora finito il liceo. Insoddisfatto dalla vita, in perenne conflitto con il padre, è alla ricerca della sua strada

 

Leggi tutto...