22 marzo 2015 - Giornata mondiale dell'acqua

La Giornata Mondiale dell'Acqua del 2015 è dedicata al tema "Acqua e sviluppo sostenibile” per sottolineare che non ci può essere sviluppo, nemmeno sviluppo sostenibile, se non si riconosce e si garantisce il diritto umano all'acqua, che non ci puo' essere pacifica convivenza tra popoli e nel rapporto con Madre Terra se non c'e' il rispetto del ciclo naturale dell'acqua.

 

Il 2015 e' un anno in cui ci saranno alcuni importanti eventi internazionali, tra cui l'imminente Expo a Milano sul tema «Nutrire il pianeta. Energia per la vita» e, ad Ottobre, l’assemblea ONU che dovra' approvare gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda post-2015. In questo anno cosi' importante il Comitato Italiano Contratto Mondiale sull’Acqua presenta la proposta di un Protocollo per sollecitare la comunità internazionale a definire norme giuridicamente vincolanti sul diritto all'acqua in modo da rendere concreto il «Diritto umano all’acqua e ai servizi igienici».

L'urgenza di sancire i diritti umani attraverso strumenti di diritto internazionale, vincolanti per gli Stati, è piu' che mai una priorità  in considerazione della continua perdità di sovranità degli Stati: pensiamo per esempio a Trattati in discussione proprio in questo periodo, come il TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), che introdurrebbero pesanti vincoli alla sovranità degli Stati in materia di cibo e acqua. Non si puo' lasciare che siano le imprese e i mercati ad appropriarsi dell’acqua e a definirne le modalità di accesso.

Gli elementi di innovazione sostanziale della proposta del Comitato Italiano Contratto Mondiale sull’Acqua sono, tra gli altri, la quantificazione del diritto all’acqua e l’obbligo per gli Stati di garantirlo, il rafforzamento delle comunità locali a cui viene attribuito il diritto di scegliere le modalita' con cui deve essere gestito il servizio idrico, l’introduzione di una scala di quantità di acqua per persona/giorno, che definisce il diritto garantito dallo Stato, l’uso personale con pagamento di una tariffa,il contrasto alla spreco.

La proposta prevede l’adesione di un primo blocco di Stati, disponibili a sostenere il negoziato per il Protocollo e successivamente a promuovere l’adesione di altri Stati.

E' possibile, e importante, aderire anche come semplici cittadini, associazioni, movimenti, comitati.

Le adesioni alla proposta possono essere inviate a : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per saperne di piu', visitate il sito del Comitato italiano Contratto Mondiale sull'acqua

 

 

Pin It
Accedi per commentare

La forza d'animo

Argomento del libro è la "resilienza", intesa come capacità di fronteggiare e ricostruire; tale capacità è in gran parte scritta nel nostro patrimonio genetico, ma può anche svilupparsi nel corso dell'esistenza, rafforzarsi o indebolirsi a seconda delle esperienze che si vivono, soprattutto negli anni infantili, nel proprio ambiente, a contatto con le proprie figure di attaccamento o in loro assenza. La formazione di un legame di attaccamento saldo nella prima infanzia è alla base della fiducia in se stessi e dell'autostima. 

Leggi tutto...

Padri e Figlie istruzioni per l'uso

"[…] il cuore non deve appartenere al papà. Il cuore di una ragazza deve essere libero. Libero di diritto.
Guai a quei padri "idoli "che rendono impossibile un altro amore. Guai a quei padri così assillanti da impedire di vivere una vita propria. Guai infine a quei padri assenti che costringeranno la figlia a una ricerca lunga tutta una vita."

Leggi tutto...

1940-1945 Gioele, fuga per tornare

Un viaggio a ritroso nel tempo, basato su documenti originali e su frammenti di memoria, dove l'autore Giulio Levi, trova la forza di ritornare alla sua infanzia per raccontare ai bambini di oggi, sono passate due generazioni, la storia della sua famiglia; siamo negli anni bui che vedono le leggi razziali applicate anche in Italia.

Leggi tutto...