Schiacciata catanese di Francale

 Ingredienti

  • 500 gr. Farina 00
  • 35 gr. Strutto (oppure olio evo da aggiungere alla fine)
  • 30 gr. Zucchero
  • 13 gr. Sale
  • 1/2 Panetto di lievito di birra fresco (oppure 1/2 bustina di secco)
  • 1 Cucchiaio di miele (oppure malto)
  • 300/350 ml. Acqua
  • 300 gr. Spinaci
  • 300 gr tuma di pecora (o vaccina)
  • 30 olive nere
  • 1 uovo

Procedimento

Disporre la farina dentro una ciotola e almagamare lo strutto con le mani finchè non diventa un tutt'uno;
Sciogliere il lievito con acqua tiepida e un pizzico di zucchero;
(d'ora in poi si può procedere a mano o con la planetaria)
Far assorbire l'acqua – tiepida - con il lievito e il resto poco per volta finchè l'impasto lo richiede;
nel frattempo aggiungere uno per volta: zucchero e miele;
Finire con il sale quando l'impasto ha assorbito gli ingredienti precedenti.
La pasta deve risultare morbida, ma non acquosa e nemmeno troppo dura (diciamo un pò più morbida di quella per il pane).
Mettere a lievitare.

La lievitazione, come sempre, dipende dalla fretta. Se potete aspettare mettela in frigo per 22 ore e altre due ore fuori (se scegliete questa opzione potete ridurre il livieto di 1/4), altrimenti fuori dal frigo 2 ore o finchè è lievitata.

Formare due dischi di pasta con il mattarello, molto sottili, (uno per la base e uno per il coperchio), usare una teglia tonda dai bordi alti.
Mettere uno dei dischi sulla teglia come base (non bucare la base altrimenti l'umidità vi rovina tutto!
Mettere gli spinaci sopra, poi le olive denocciolate, poi la tuma a fettine.
Chiudere con il coperchio, spalmare sopra l'uovo sbattuto e bucherellare con la forchetta.

Cuocere in forno a 180° statico (se ventilato 170) per 35/40 min. 

Pin It
Accedi per commentare