Filmografia. Rispettiamo gli animali

Ogni specie animale è unica, ognuna ha le proprie caratteristiche. 
È questo l’insegnamento più importante che va trasmesso alle giovani generazioni per fondare un rapporto equilibrato e corretto tra uomo e animale.
Per questo motivo questa filmografia ha voluto deliberatamente escludere tutti quei film nei quali c’è una visione troppo umanizzata degli animali (animali che parlano, che hanno acquisito abilità inesistenti in natura, che sono funzionali alla trasmissione di altri contenuti). Non è stato facile perché non c’è animale che sottoposto alle telecamere in un set cinematografico non vada incontro ad una trasformazione, che non diventi qualcosa di diverso da sé stesso.

Nonostante ciò, i film nell'elenco, tutti piuttosto recenti, hanno uno scopo educativo perché pongono i protagonisti (bambini, ragazzi, uomini e donne) davanti al senso di responsabilità  e di rispetto per l’animale in sé. 

Per poter interagire con gli animali e creare una sorta di empatia fatta di simpatia, tenerezza, cooperazione ed affetto occorre osservarli, conoscerli e capirli. In alcuni film i personaggi salvano animali in pericolo di vita, ma sanno che dovranno separarsene per poterli lasciar vivere nel loro habitat e non ridurli ad uno stato di cattività che è contro-natura (tigri, lupi, ghepardi, orsi, delfini, cetacei), in altri film sono i cani, fedeli compagni di vita e fonti inesauribili di apprendimento, di meraviglia, di grandi emozioni, a far crescere la sensibilità e la capacità di relazionarsi.
Così scriveva Konrad Lorenz:

"Non crediate che sia crudele tenere un cane in un appartamento cittadino: la sua felicità dipende soprattutto dal tempo che potete trascorrere con lui, dal numero di volte che vi può accompagnare nelle vostre uscite; al cane non importa nulla aspettare per ore e ore davanti alla porta del vostro studio, se poi ne avrà in premio dieci minuti di passeggiata al vostro fianco. Per il cane l’amicizia personale è tutto. Ricordate però che in questo modo vi assumete un impegno tutt’altro che lieve, perché dopo è impossibile rompere l’amicizia con un cane fedele, e darlo via equivale a un omicidio."

 


BELLE & SEBASTIEN

 

Regia: Nicolas Vanier
Interpreti: Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Margaux Chatelier, Dimitri Storoge, Mehdi, Urbain Cancelier
Francia, 2013 – Avventura, 98’
Rating: T

Durante la seconda guerra mondiale, il piccolo orfano Sebastien trova l'amicizia di Belle, una grande femmina di cane dei Pirenei che abita nei boschi attorno al paese e che dovrà difendere da chi la ritiene un feroce e pericoloso predatore. Belle e Sebastien riusciranno infine a dimostrare tutto il loro valore portando in salvo al di là delle montagne una famiglia di fuggitivi inseguiti dai militari tedeschi.

 

BOMBÓN - EL PERRO

Regia: Carlos Sorin 
Interpreti: Juan Villegas, Walter Donado, Rosa Valsecchi, Mariela Díaz, Sabino Morales
Spagna, Argentina 2004 – Drammatico, 97’
Rating: PG

La Patagonia è una terra inospitale, e per il meccanico cinquantaduenne Juan Villegas lo è ancora di più: da quando la stazione di servizio in cui ha lavorato negli ultimi vent’anni ha chiuso, Juan cerca di sopravvivere vendendo coltelli artigianali che nessuno vuole. Ma un giorno, in cambio di una riparazione, riceve un pagamento piuttosto inusuale: un Dogo Argentino, un bellissimo cane di nome Bombón. Dapprima la perplessità e la diffidenza sono reciproche, ma la naturale simpatia dell’animale vince l’affetto di Juan. E dopo che l’amico Walter, loquace addestratore di cani, lo ha convinto a iscrivere Bombón a un concorso locale, facendogli vincere il terzo premio, per Juan si schiude l’inizio di una promettente e inaspettata carriera  e di una entusiasmante amicizia.

 

BLACKFISH

Regia: Gabriela Cowperthwaite
USA, 2013 – Documentario, 83’
Rating: PG

È la drammatica storia dell’orca Tilikum del parco acquatico SeaWorld di Orlando in Florida che, nella sua più che trentennale vita in cattività, ha ucciso diverse persone. Il documentario mette in luce i pericoli legati alla cattività dei cetacei nei parchi acquatici, una prigionia forzata che può generare effetti devastanti.

 

DUE FRATELLI (Deux frères)

Regia: Jean-Jacques Annaud
Interpreti: Guy Pearce, Freddie Highmore
Francia, Gran Bretagna 2004 – Avventura, 109’
Rating: T

Quando un cacciatore uccide il padre di due cuccioli di tigre nati nel cuore della giungla, i due piccoli vengono catturati dopo un disperato tentativo di salvataggio da parte della madre. I due vengono separati e si ritroveranno uno - Koumal il suo nome - ad esibirsi come feroce tigre in un circo, l'altro - Sangha - diventa la compagna di giochi del figlioletto del governatore francese sino a quando non viene venduta al principe per essere addestrata al combattimento. Dopo un anno dalla loro separazione i due si rincontreranno in una situazione alquanto strana: un combattimento all'ultimo sangue. Riconosciutisi scappano nella foresta per riunirsi inaspettatamente alla madre che erano stati costretti ad abbandonare.

 

DUMA

Regia: Carroll Ballard
Interpreti: Alex Michaeletos, Campbell Scott, Mary Makhatho, Nthabiseng Kenoshi, Hope Davis
USA, 2005 – Avventura, 100’
Rating: T

Xan, 10 anni, vive con i genitori in un ranch in Kenya. Un giorno trova un cucciolo di ghepardo rimasto orfano e lo adotta dandogli come nome Duma. Il bambino e il felino crescono insieme condividendo numerose avventure finché non arriva il momento della separazione.

 

FRANKENWEENIE

Regia: Tim Burton
USA, 2012 – Animazione, 87’
Rating: PG+13

Frankenweenie è il racconto di un bambino Victor e del suo cane Sparky. Dopo aver inaspettatamente perso il suo adorato cucciolo, il giovane Victor sfrutta il potere della scienza per riportare in vita il suo amico, ma con qualche lieve variazione. Il ragazzo prova a nascondere la sua creazione cucita in casa, ma quando Sparky esce i compagni di scuola di Victor, gli insegnanti e l'intera città scoprono che "tenere al guinzaglio una nuova vita" può essere mostruoso.

 

HACHIKO (Hachiko: A Dog's Story)

Regia: Lasse Hallström
Interpreti: Richard Gere, Joan Allen, Cary-Hiroyuki Tagawa, Sarah Roemer, Jason Alexander
USA, 2009 – Drammatico, 93’
Rating: PG

Basato sulla storia vera di un fedele cane di nome Hachiko. Questo amico molto speciale accompagnava ogni giorno il suo padrone, professore universitario, alla stazione ferroviaria e ritornava a prenderlo quando rientrava dalla giornata lavorativa. Purtroppo il suo padrone un giorno morì di arresto cardiaco mentre era all'università. Hachiko fedelmente ritornò alla stazione il giorno successivo, e ogni giorno per i nove anni successivi, in attesa del suo amato padrone. Con il passare del tempo, durante la sua visita quotidiana, Hachiko tocca la vita di molti che lavorano nelle vicinanze. Insegna così alla popolazione locale l'amore, la compassione e soprattutto l'irriducibile fedeltà. Oggi, una statua in bronzo di Hachiko siede nel suo posto di attesa al di fuori della stazione di Shibuya in Giappone come un ricordo permanente della sua devozione e di amore.

 

IL CANE GIALLO DELLA MONGOLIA (Due Hohle des gelben Hundes)

Regia: Byambasuren Davaa
Interpreti: Babbayar Batchuluun, Nansal Batchuluun, Nansalmaa Batchuluun, Buyandulam Daramdadi, Batchuluun Urjindorj
Germania, 2005 – Drammatico, 93’
Rating: PG

In un angolo sperduto della Mongolia osserviamo la famiglia della piccola Nansal alle prese con i problemi di sempre, che possono essere la cura del bestiame, difendere le pecore dalle incursioni dei lupi, istruire i figli sulle piccole faccende quotidiane. Un giorno la bambina si mette a curiosare nelle vicinanze di una grotta, trovandovi un cagnetto cui farà molto presto ad affezionarsi. Nonostante questo, i genitori di Nansal vorrebbero proibirle di tenerlo.

 

IL MIO AMICO A QUATTRO ZAMPE (Because of Winn-Dixie)

Regia: Wayne Wang
Interpreti: Anna Sophia Robb, Jeff Daniels, Cicely Tyson, Dave Matthews, Eva Marie Saint, Luke Benward
USA, 2005 – Commedia, 106’
Rating: T

La piccola Opal si è trasferita da poco nella cittadina di Naomi, in Florida, ha dieci anni e si sente molto sola. Sua madre se n'è andata di casa quando lei aveva solo tre anni, e suo padre è un pastore protestante con cui non va troppo d'accordo. Un giorno, mentre si trova nel supermercato Winn-Dixie, la bambina si imbatte in un cagnolino randagio, magro, brutto e spelacchiato ma assolutamente speciale, che lei decide di adottare e a cui dà il nome del grande magazzino dove si sono incontrati. Insieme a Winn-Dixie, Opal entrerà in contatto con una serie di stravaganti personaggi – il timidissimo Otis, l'anziana bibliotecaria, la piccola Sweetie-Pie, Amanda, i rudi fratelli Dewberry, la "strega" Gloria Dump – e riuscirà a recuperare il rapporto con suo padre. Tratto da romanzo "Il cane piu' brutto del mondo" di Kate Dicamillo.

 

IL MIO AMICO NANUK (Midnight Sun)

Regia: Brando Quilici, Roger Spottiswoode
Interpreti: Dakota Goyo, Goran Visnjic, Bridget Moynahan, Peter MacNeill, Kendra Leigh Timmins, Linda Kash, Michelle Thrush, Imajyn Cardinal
Italia, Canada 2014 – Avventura, 98’
Rating: T

Un'appassionante avventura nelle sconfinate, bellissime ma ostili terre dell’Artico Canadese. Luke è un ragazzo di 14 anni che sfiderà i pericolosi elementi naturali per riportare alla madre il piccolo orso polare che ha trovato. Lo aiuta nella difficile impresa Muktuk, guida Inuit che conosce quell’ambiente ostile. Nel rischioso viaggio fino all’estremo nord, una tempesta e il crollo di giganteschi ammassi di ghiaccio separano Muktuk da Luke e il cucciolo. Abbandonati a se stessi, i due dovranno vedersela da soli con branchi di orsi polari, iceberg giganti e una violenta tempesta.

 

IO & MARLEY (Marley & Me)

Regia: David Frankel
Interpreti: Owen Wilson, Jennifer Aniston, Eric Dane, Kathleen Turner, Alan Arkin
USA, 2008 – Commedia, 120’
Rating: T

I neo sposini John and Jenny Grogan decidono di lasciare il freddo Michigan e di trasferirsi al Sud per cominciare la loro nuova vita a West Palm Beach, in Florida. Ottengono entrambi un lavoro da giornalisti in due quotidiani concorrenti, comprano una casa e cominciano a muoversi tra le difficoltà di un nuovo matrimonio, di nuove carriere e la possibilità di allargare la famiglia. Perplesso sul fatto di essere preparato a diventare padre, John confessa le sue paure al suo amico Sebastian, che gli fornisce una soluzione perfetta: John dovrebbe regalare a Jenny un cucciolo. E così arriva Marley. Nel giro di poco tempo, i Grogans si ritrovano per casa un enorme labrador pieno di energia che distrugge tutto. Tratto dal libro di John Grogan, molto amato dal pubblico, Marley ha divertito e commosso intere platee di possessori di cani.

 

LA VOLPE E LA BAMBINA (Le renard et l'enfant)

Regia: Luc Jacquet
Interpreti: Bertille Noël-Bruneau, Isabelle Carré, Thomas Laliberté
Francia, 2007 – Commedia, 90’
Rating: T

In una mattina d'autunno, alla curva di un sentiero, una bambina vede una volpe. Affascinata al punto da dimenticare la paura, osa avvicinarsi. Per un attimo le barriere che dividono la bambina e l’animale svaniscono. Comincia così la più sbalorditiva e favolosa delle amicizie. Grazie alla volpe, la bambina scoprirà una natura segreta e selvaggia, in un'avventura che cambierà la sua vita e la sua percezione delle cose.

 

L’INCREDIBILE STORIA DI WINTER IL DELFINO (Dolphin Tale)

Regia: Charles Martin Smith
Interpreti: Morgan Freeman, Ashley Judd, Kris Kristofferson, Harry Connick Jr., Ray McKinnon, Nathan Gamble, Rus Blackwell, Marc Macaulay, Frances Sternhagen, Jim Fitzpatrick, Austin Stowell, Richard Libertini, Mike Pniewski
USA, 2011 – Drammatico, 113’
Rating: T

Un giovane delfino rimane impigliato in una trappola per granchi riportando gravi ferite alla coda, viene quindi soccorso e trasportato al Clearwater Marine Hospital, dove gli viene dato il nome Winter. La sua lotta per sopravvivere è solo all'inizio. La perdita della coda può costargli la vita e saranno necessarie l'esperienza di un appassionato biologo marino, l'ingegno di un brillante realizzatore di protesi e l'incrollabile devozione di un ragazzo per portare a compimento un miracolo. Nel 2014 è stato girato il sequel.

 

L’ULTIMO LUPO (Wolf Totem)

Regia: Jean-Jacques Annaud
Interpreti: Shaofeng Feng, Shawn Dou, Shwaun Dou, Ankhnyam Ragchaa, Yin ZhuSheng
Cina, Francia 2015 – Avventura, 118’
Rating: PG

Chen Zhen, un giovane studente di Pechino, viene inviato nelle zone interne della Mongolia per insegnare a una tribù nomade di pastori. A contatto con una realtà diversa dalla sua, Chen scopre di esser lui quello che ha molto da imparare: sulla comunità, sulla libertà, ma, specialmente, sul lupo, la creatura più riverita delle steppe. Sedotto dal legame che i pastori hanno con il lupo e affascinato dall'astuzia e dalla forza dell'animale, Chen un giorno trova un cucciolo e deciderà di addomesticarlo. Il forte rapporto che si crea tra i due sarà minacciato dalla decisione di un ufficiale del governo di eliminare a qualunque costo tutti i lupi della regione. Il film è ispirato al libro cinese “Il totem del lupo” di Jiang Rong, un’opera la cui popolarità in Cina è enorme.

 

8 AMICI DA SALVARE (8 below)

Regia: Frank Marshall
Interpreti: Paul Walker, Jason Biggs, Bruce Greenwood, Moon Bloodgood
USA, 2006 – Drammatico, 120’
Rating: PG

Remake del classico giapponese Antarctica, il film si ispira a una storia vera. Due esploratori intraprendono il periplo dell’Antartide alla ricerca di un meteorite che secondo i loro calcoli dovrebbe essersi schiantato lì. Minacciati da un’ondata incredibile di freddo, sono costretti ad abbandonare i loro otto cani da slitta  che dovranno lottare per la sopravvivenza in un ambiente selvaggio e glaciale. Una spedizione, accompagnata da un reporter del National Geographic, parte alla loro ricerca.

 

QUALCOSA DI STRAORDINARIO  (Big Miracle)

Regia: Ken Kwapis
Interpreti: Drew Barrymore, John Krasinski, Kristen Bell, Dermot Mulroney, Tim Blake Nelson
USA, Gran Bretagna 2012 – Commedia, 107'
Rating: T

Point Barrow, Alaska, 1988. Un reporter televisivo in crisi professionale scopre casualmente tre balene grigie rimaste intrappolate sotto una lastra di ghiaccio durante la migrazione. Costretti a prendere fiato attraverso una piccola buca, i cetacei combattono per la sopravvivenza e il loro dramma attira le televisioni di tutto il paese, oltre una folta schiera di politici e imprenditori votatisi all’improvviso alla causa animalista. Toccherà a una volontaria di Greenpeace, ex fidanzata del giornalista, salvare la vita delle tre balene e combattere l’invasione di media e autorità. Tratto da una storia vera.

 

VITA DI PI (Life of Pi)

Regia: Ang Lee
Interpreti: Suraj Sharma, Rafe Spall, Irrfan Khan, Gérard Depardieu, Tabu, Adil Hussain, Ayush Tandon, Andrea Di Stefano
USA, 2012 – Avventura, 127’
Rating: T

Pi Patel è il giovane figlio del proprietario di uno zoo indiano e, vivendo a stretto contatto con gli animali, ha imparato a conoscerne abitudini e caratteri con precisione enciclopedica. Pi e la sua famiglia, però, sono costretti a lasciare l'India e si imbarcano per il Canada portandosi appresso alcuni degli animali dello zoo, ma la nave su cui viaggiano affonda e dal naufragio si salvano solo lui e la gigantesca tigre del Bengala che Pi chiama Richard Parker. In balia delle acque dell'oceano per 227 giorni, Pi riesce a salvarsi dagli istinti feroci di Parker grazie alle sue conoscenze e all'anomalo rapporto che tra loro si crea. Vincitore di 4 premi Oscar.

 

WAR HORSE

Regia: Steven Spielberg
Interpreti: Jeremy Irvine, Peter Mullan, Emily Watson, David Thewlis, Benedict Cumberbatch, Stephen Graham, Tom Hiddleston, Niels Arestrup, Celine Buckens, David Kross, Patrick Kennedy, Rainer Bock, Nicolas Bro, Leonard Carow, Robert Emms, Donatella Finocchiaro
USA, 2011 – Guerra, 141’
Rating: PG

L’uomo è legato al cavallo da una speciale relazione che esula un po’ dalla specificità biologica ed etologica dell’animale e assume un significato simbolico. Pochi si sono preoccupati di parlare dei cavalli che sono morti al servizio della prima guerra mondiale Spielberg l’ha fatto in questo film che racconta la straordinaria storia di amicizia tra un cavallo di nome Joey e un giovane ragazzo, Albert, che lo alleva e lo addestra. Quando vengono separati, l'eroico viaggio del cavallo Joey, attraverso i duri scenari della guerra, cambierà e ispirerà le vite di tutti coloro che incontrerà sul suo cammino, la cavalleria britannica, i soldati tedeschi, un contadino francese e sua nipote, prima che la storia raggiunga il culmine dell'emozione nel mezzo della Terra di Nessuno.

 

WENDY AND LUCY

Regia: Kelly Reichardt
Interpreti: Michelle Williams, Will Patton, Will Oldham, John Robinson, Wally Dalton
USA, 2008 – Drammatico, 80’
Rating: PG+13

Nella speranza di trovare un lavoro estivo e rimettere in piedi la sua situazione economica, Wendy si mette in viaggio verso l'Alaska con il suo cane, Lucy. Tuttavia, quando giunge in una cittadina dell'Oregon, la sua avventura prende una piega tutt'altro che fortunata e solo grazie ad un aiuto inaspettato la ragazza troverà la forza di riprendere il cammino.

 

WHITE GOD - SINFONIA PER HAGEN (Fehér Isten)

Regia: Kornel Mundruczo
Interpreti: Zsófia Psotta, Sandor Zsoter, Lili Horváth, Szabolcs Thuróczy, Lili Monori
Ungheria, Svezia, Germania 2014 – Drammatico, 119’
Rating: PG+13

Favorendo i cani di razza, la nuova legge prevede una tassa gravosa sui cani meticci. I proprietari degli animali cominciano ad abbandonare i loro bastardini e i canili diventano rapidamente sovraffollati. La tredicenne Lili combatte disperatamente per proteggere il suo cane Hagen. Il provvedimento le sembra crudele e senza senso. Non può accettare nemmeno le argomentazioni del padre ed è devastata quando lui alla fine abbandona Hagen per strada. Con il cuore spezzato, Lili detesta il padre per averle fatto tradire il suo peloso amico. Credendo ingenuamente che l'amore possa vincere ogni difficoltà, Lili si prefigge di ritrovare il suo cane e salvarlo. Anche Hagen cerca disperatamente di ritornare a casa da Lili. Sforzandosi di sopravvivere, Hagen si rende presto conto che non tutte le persone sono i migliori amici dei cani. Da buono e pacioso, saprà maturare il sentimento di vendetta proporzionato alle violenze subite, ed aiutato da un'intelligenza fuori del comune, sarà il cane di punta di una rivolta apocalittica e senza precedenti del branco, che riuscirà a mettere in tilt l'intera città, costringendola al coprifuoco e alla ritirata. Sarà il suono della tromba della ragazza a calmare Hagen.  Vincitore a Cannes nella sezione Un Certain Regard. 

 

 

 

Legenda "Rating" 

T: il film è classificato come "per Tutti"
PG: si suggerisce una visione accompagnata dai genitori
PG + 13: si suggerisce visione accompagnata dai genitori, ad un pubblico sopra i 13 anni
VM 14: il film è vietato ai minori di 14 anni
A: si suggerisce la visione ad un pubblico adulto
 
Pin It
Accedi per commentare

I bambini nascono per essere felici. I diritti li aiutano a crescere

Il termine "diritto", sempre più presente nel nostro vocabolario comune, è alla base del nostro vivere, per questo è fondamentale che anche i più piccoli ne conoscano il significato, che siano consapevoli che in quanto bambini, hanno dei diritti propri, perché anche "da grandi" ne siano veri promotori.

Le parole di Vanna Cercenà e le immagini di Gloria Francella danno qui una reinterpretazione della "Convenzione sui Diritti dell'Infanzia approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989, ratificata dall'Italia con legge del 27 maggio 1991 n. 176 depositata presso le Nazioni Unite il 5 settembre 1991".

Data la complessità del testo originale, gli articoli sono stati raggruppati in temi principali: da quelli a carattere più generale a quelli più specifici su identità, famiglia, partecipazione, educazione, protezione, salute, informazione, controllo dell'attuazione. Ognuno di questi argomenti viene sviluppato puntualmente con il riferimento agli articoli - spiegati con termini semplici e comprensibili – e una divertente e arguta filastrocca, di cui le immagini, coloratissime e ricche di particolari, sono il perfetto complemento visivo.

Come gli altri libri-gioco della collana Carte in Tavola, seguendo la numerazione delle schede, si affiancano le immagini fino a formare un'unica grande tavola illustrata: un grande albero su cui "sbocciano" le rappresentazioni dei 20 diritti riportati sul retro.

TEMI TRATTATI: diritto, famiglia, identità, multiculturalità, informazione, gioco, disabilità, salute, uguaglianza, pace, scuola, libertà, genitorialità, Stato.


”Vorrei scappare in un deserto e gridare…”

Questo libro svolge brillantemente l'importante compito di far conoscere ad un pubblico "laico" un disturbo di cui i mass media parlano spesso, fornendo tuttavia, come accade non di rado, notizie in gran parte inesatte e talora decisamente errate. E’ scritto da un medico pediatra e da un ingegnere, ambedue genitori di bambini affetti da ADHD, quindi da persone che hanno avuto modo di conoscere il disturbo nelle più intime pieghe della sua quotidianità familiare.

Il primo autore, in quanto pediatra, ha arricchito questa conoscenza con le capacità di osservazione e di comprensione derivate dall'esercizio quotidiano della sua professione: una conoscenza partecipe, quale "l'esperto" estraneo non ha. Nello stesso tempo il linguaggio riesce a essere "laico", quindi con la massima comprensibilità per tutti, ma soprattutto per i genitori, cui specificamente si rivolge. A questi pregi si aggiunge la capacità espressiva degli autori, che rende piacevole la lettura.

Il libro dunque parte da esperienze vissute, che però sono state elaborate ed approfondite attraverso il confronto con gli "esperti" e soprattutto da un lodevole impegnativo studio dei dati scientifici esistenti, che vengono correttamente esposti e sono puntualmente aggiornati. Esso rappresenta anche un significativo documento sulle difficoltà in cui viene spesso a trovarsi un genitore di bambino con ADHD a causa delle disfunzioni organizzative e delle insufficienti conoscenze che si trovano anche tra i medici, ampiamente testimoniato da un buon numero di lettere di genitori, non poche delle quali devono far riflettere i medici e in particolare i neuropsichiatri su un certo tipo di errore che è stato a lungo commesso. Un errore che fa parte di uno stereotipo culturale derivante da vecchie teorie o da cattiva interpretazione delle stesse e che si basa sull'assunto "la colpa è sempre dei genitori"! Com'è successo per l'autismo (potremo mai calcolare il danno e la sofferenza che questa impostazione ha provocato nei genitori e di conseguenza nei figli?), ora continua, a volte, per l'ADHD.

Già da anni la letteratura scientifica ha contraddetto queste teorie relativamente all' autismo e all'ADHD, ma evidentemente non tutti si aggiornano. Ben lungi dal negare che tante problematiche del bambino dipendano dall'ambiente e soprattutto da quello familiare, ma bisogna saper distinguere e non imputare allo stato d'ansia riscontrabile nella madre, ad esempio, la causa della patologia del bambino. Questo suggerisce una insufficiente capacità di approfondire i meccanismi della relazione interpersonale e a volte appare un modo del terapeuta di scaricare ad altri le responsabilità: «La colpa è di voi genitori, curatevi voi altrimenti io non posso far nulla per il bambino!». Anche nei casi in cui vi è una responsabilità più o meno ampia dei genitori, l'atteggiamento del terapeuta deve essere diverso, non accusatorio ma, secondo il proprio ruolo, "terapeutico", cioè di indirizzo, di richiamo e di ricerca della collaborazione da parte del genitore.

Più o meno indirettamente il libro mette in luce anche un'altra carenza che a volte si riscontra in alcuni operatori neuropsichiatrici (non solo in Italia): l'insufficiente conoscenza di tecniche terapeutiche in senso lato. Essi sono preparati per un solo tipo di psicoterapia efficace per alcuni disturbi, mentre non hanno evidentemente conoscenza di altre tecniche di intervento terapeutico non farmacologico, efficaci per altri tipi di disturbo. Questo perché è necessaria una maggiore capacità del terapeuta di usare approcci diversi in rapporto a problematiche diverse. Il libro non manca da questo punto di vista di segnalare interventi semplici ma talora molto efficaci di guida ai genitori e agli insegnanti.

Un libro per laici, che sarà utile pure ai medici e agli altri operatori del settore, perché dà un panorama scientificamente corretto dell'ADHD e degli interventi da adottare in favore di coloro che ne soffrono e anche perché riporta, attraverso le lettere dei genitori, una istruttiva esperienza di casi clinici.

autore: Raffaele D'Errico, Enzo Aiello

illustratore: S. Deflorian

editore: AIFA

La vera storia del pirata Long John Silver

La biografia - raccontata in prima persona - di Long John Silver, il temibile pirata con una gamba sola dell'Isola del Tesoro, fatto sparire da Stevenson nel nulla che riappare ora vivo e ricco in Madagascar intento a scrivere le sue memorie.

E così ci si ritrova - adulti - a leggere una storia di pirati, con lo stesso gusto con cui lo facevamo da bambini, sognando ancora di porti affollati di vascelli, taverne fumose, tesori, arrembaggi, tempeste improvvise.

Ma non c'è solo questo, c'è anche la scoperta del mondo all'epoca della pirateria, i legami con il commercio ufficiale, le condizioni atroci dei marinai, i soprusi dei capitani, il codice egualitario dei pirati, le loro efferatezze e quelle contro cui si ribellavano.

 

Un grande affresco di un'epoca e di un mondo che ha sempre affascinato grandi e piccoli.

autore: Larsson Björn (traduzione K. De Marco)

editore: Iperborea