Tuina pediatrico. Intervista a Marco Superbi

Il Tuina è il Massaggio Energetico Tradizionale Cinese.

Massaggio in quanto trattasi di una manipolazione e palpazione dei tessuti attraverso delle manovre quali frizione, percussione, rotolamento, impastamento, pressione, ecc.

Energetico in quanto considera che il corpo umano sia attraversato da una rete di canali (i meridiani) dove scorre una corrente vitale (energia), detta Qi, dalla quale dipende la nostra forza, salute e benessere; il Tuina interviene sui meridiani e sul Qi che vi scorre.

Tradizionale perché si ispira alla Medicina Tradizionale Cinese.

Cinese perché le sue radici affondano nella cultura cinese, nella teoria dello yin e dello yang e negli antichi testi classici quali per esempio I Jing (Libro dei mutamenti).

 

In Occidente ed in Italia ha un contenuto olistico e bionaturale, ossia viene praticato, come il Qigong ed il Taiji, per la salute ed il benessere, per migliorare la condizione fisica e l’equilibrio delle energie del corpo.

Il Tuina è un trattamento manuale energetico che lavora sui meridiani energetici e si può integrare con gli esercizi di Qigong e Taiji, ma anche con alcune tecniche occidentali che intervengono con le mani sul tessuto connettivo, sulle fasce, basti pensare solo alle tecniche nate con Ida Rolf o i trigger point.

Il Tuina è una palpazione dei tessuti molli; l’operatore approccia i tessuti con una pressione, frizione, impastamento, scivolamento ecc. e deve sentire la condizione del tessuto, se è rigido o rilassato se è dolorante o resistente se è caldo o freddo se è idratato o secco se è forte o debole, deve muoversi lungo i canali o fermarsi in alcune zone.

Tramite il massaggio Tuina l’operatore individua una condizione energetica, un quadro del Sangue e del Qi, e lavora per indicare e facilitare un percorso ed una via verso uno stile di vita più sano, più equilibrato, per migliorare il  benessere e la salute fisica e mentale del praticante.

E' un efficace supporto in numerosi disturbi:

- emicrania, cefalea, nevralgia, ipertensione, riniti, cervicalgie, vertigini, ecc.

- dolori intercostali, asma, singhiozzo, irritazione, oppressione ecc.

- gastrite cronica, coliti, stipsi, diarrea, ritenzione urinaria, dolori e tensioni addominali ecc.

- reumatismi, stiramenti, distorsioni e contusioni, lombalgie, sciatalgie ecc.

- periartrite scapolo-omerale, dolori alla spalla, al gomito e polso ecc.

- ansia, agitazione, ipertensione, collera, malinconia, paura ecc.

La leggenda attribuisce il Tuina al medico del mitico Imperatore Giallo (Huang Ti); i primi scritti su di esso, però, risalgono alla dinastia Shang (1520 - 1066 a.C. circa) e consistono in alcune iscrizioni sui gusci delle tartarughe che si riferiscono ad un massaggio praticato dagli sciamani. Il Tuina divenne una disciplina indipendente durante la dinastia Sui (581 - 618 d.C.), durante la quale furono istituite quattro specializzazioni della Medicina Tradizionale Cinese: medicina interna, agopuntura, massaggio, malattie delle emozioni.

In questa intervista Marco Superbi ci parla in particolare del tuina pediatrico, rivolto cioè ai bambini.

Può descriverci brevemente cosa sia il tuina pediatrico?

Il tuina pediatrico è una parte del Tuina, massaggio tradizionale Cinese. Assieme alla Fitoterapia, all'Agopuntura, al Qigong forma il corpus applicativo della medicina cinese.

 Chi può praticarlo?

Dipende dai Paesi. In linea di massima, comunque, chiunque sia addestrato adeguatamente per farlo, nel rispetto delle norme e leggi vigenti nel luogo in cui vive e applicando la sana regola del buonsenso.

E’ indicato ai bambini di quale fascia d’età e quali sono le sue funzioni?

Si dice in genere dai 0 ai 12. Ma trovo che in parte sia legato allo sviluppo del soggetto stesso.

Quali patologie si possono curare?

Non parlerei di patologie, piuttosto di disarmonie. La maggior parte delle tecniche orientali non curano patologie ma aiutano il corpo a fare da sé, preservandolo e recuperando gli equilibri perduti.

Qual è la durata di una seduta?

Anche qui dipende dal soggetto, in genere però sono brevi dai 15 ai 30 minuti.

 Quali sono le principali manovre?

Tui= strofinare e spingere e Na= prendere, sollevare scollare, da cui Tui Na.  Ci sono poi manovre ausiliarie di picchiettamento, oscillazione, impastamento che derivano dalla combinazione delle tecniche fondamentali.

 A chi si deve rivolgere un genitore interessato al tuina pediatrico?

Ad operatori preparati in medicina cinese e Tuina .

Quali sono i costi per un eventuale corso?

Dipende dalla tipologia di corso, e da molti fattori legati ad esempio dal luogo nel quale viene tenuto il corso.  In genere all'utente un corso può costare 200 euro circa per un fine settimana. Ma sono costi che possono variare.

 C'è una domanda che non le abbiamo fatto e alla quale avrebbe voluto rispondere.

Perché dovremmo fare Tuina o farci trattare con una tecnica di massaggio che lavora e tocca la pelle?

Partiamo dalla pelle:

perché la pelle ci veste da capo a piedi, perché è l'organo più esteso ed è un organo di senso - è in diretto contatto con il cervello; perché respira, assorbe e butta fuori, perché il tempo la segna e ci incide ricordi ed esperienze, perché per quanto possiamo dire o non dire su di noi sui tessuti vitali ci trovi scritto tutto, perché le culture le hanno dato un posto nei proverbi popolari, infine perché la pelle ci contiene e ci dà un perimetro, ma è una barriera intelligente che comunica dentro e fuori.

Ora, perché il Tuina?

Perché è una delle metodiche più antiche e quindi più usate e collaudate, lavora su tutti gli strati del corpo ed è forse la tecnica più naturale perché è nelle nostre mani.

 

Marco Superbi, nato a Torino nel 1971, da quando aveva 16 anni si occupa di discipline orientali: kungfu, shiatzu, taiji, qigong. Dal 1999 è assistente ai corsi di Tuina del dott. Zheng Yuenrang. Ha partecipato come relatore a numerosi convegni nazionali di Tuina e Qigong, insegna Tuina a Torino presso il Centro Oriente e la Scuola San Bao e lo pratica come terapeuta. Dal 2011 studia il Kiiko Matsumoto Treatment Style e metodiche di Trattamento Giapponesi.

Per approfondimenti:

Scuola San Bao di Torino: http://www.salutemigliore.it/index.html

Pin It
Accedi per commentare

Stella fata del bosco

Grandi alberi, rocce, animali: il bosco può far paura, soprattutto a un bambino timido e fifone
come il piccolo Sam. Ma Stella, entusiasta e affettuosa, saprà mostrare al fratellino la bellezza
di api e farfalle, lepri e tartarughe, giganti e fate, e fra scambi di battute surreali e irresistibili
lo convincerà ad amare la foresta e tutte le sue creature.

Leggi tutto...

Insegnare a vivere. Manifesto per cambiare l’educazione

Una grande Riforma dell’educazione o meglio una vera e propria METAMORFOSI (ultima parola del libro) quella  che auspica il grande pensatore contemporaneo Edgar Morin,  oggetto di analisi anche nei suoi due precedenti saggi:  La testa ben fatta e I sette saperi necessari all’educazione del futuro. 

Partendo dalla massima di Rousseau nell’Emilio: “Vivere è il mestiere che voglio insegnargli”,  Morin si richiama anche alla tradizione filosofica greca che insegnava la saggezza della “vita buona” e lo fa proprio  perché individua nell’umanità odierna l’assunzione di un modello di pensiero legato al dominio, alla conquista di potere, all’individualismo sfrenato,  ad un sapere fatto a compartimenti stagni che determina  una iper-specializzazione  che fa perdere la visione d’insieme e ci conduce al mal-essere, all’incomprensione che regna nelle relazioni tra umani.

 

Leggi tutto...

Un computer dal cuore saggio. Considerazioni educative sull’uso consapevole del computer e della rete

Scrivere una fiaba su sicurezza in internet e minori è stato un  percorso  condiviso con Mauro Ozenda esperto in materia e collaboratore  della associazione Mani colorate.

Si sono toccate tematiche delicate come la  potenzialità della rete, il rispetto e  il significato della “Netiquette”  ma anche rischi e pericoli quali la pedopornografia, cyberbullismo,  sexting, sicurezza, tutela della privacy, etc.

Leggi tutto...