Filmografia. I corti animati da non perdere a Natale

Le realizzazioni del cortometraggio animato sono piccole in quanto a durata (30 minuti al massimo), ma grandi dal punto di vista dell’espressione artistica e consentono di sperimentare diverse tecniche, diversi tipi di grafica, di disegno, di rappresentazione. È un linguaggio nuovo che in questi ultimi anni è uscito dai confini del cinema per ragazzi ed è diventato cinema d’autore, animazione per i videogiochi, per la pubblicità o per il web, serie tv, utilizzando il 3D e la tecnologia digitale. Molti giovani registi si cimentano con il cortometraggio prima di affrontare la prova del film grazie ai numerosi concorsi a loro dedicati, così come, viceversa, molti registi affermati decidono di affrontare nella loro carriera anche la prova del cortometraggio per sperimentare nuove tecniche. Grazie all’enorme diffusione via web il corto è immediatamente fruibile da un pubblico sempre più numeroso e differenziato e sta diventando una scommessa per il futuro.

La nostra filmografia vuole essere un regalo di Natale per tutta la famiglia, una carrellata dei più bei cortometraggi animati di questi ultimi anni, alcuni tra i più famosi con la firma prestigiosa di Pixar e Disney (oggi di solito proiettati come “antipasti” prima di un lungometraggio), altri meno conosciuti, ma altrettanto godibili e con importanti messaggi educativi e sociali. A parlare però sono più le immagini che le parole, anzi, in questo caso solamente le immagini, vista la totale assenza di dialoghi.  Ciò privilegia le emozioni e stimola la capacità di osservare e analizzare scene e personaggi. Molti sono accompagnati da bellissime colonne sonore.

Ve li presentiamo con una breve sinossi, perché raccontarvi la trama sarebbe come togliervi la sorpresa, vi indichiamo le tematiche o la morale sottesa, le fasce d’età più indicate e vi mandiamo direttamente ai link per la visione che, siamo sicuri, sarà di vostro gradimento.

Prima di tutto cliccate un simpatico video interattivo a tema natalizio per iniziare con un po’ di buon umore!

 

Bridge (USA, 2010, 2:45)

Regia: Ting Chian Tey - Rating: +3
Per la sua tesi di laurea ha realizzato un corto con una morale semplice: per superare i problemi la forza non serve, basta un po’ di intelligenza e trovare un accordo.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/27299211


Cuccioli precoci. Early Bloomer (USA, 2003, 3:00)

Regia: Kevin Johnson per la Sony Pictures Imageworks - Rating: +3
Cosa succede quando si cresce più in fretta dei propri amici? Simpatico corto per riflettere sull’emarginazione o il bullismo coi più piccoli.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=vMdKHZXLWr8


Duet (USA, 2014, 3:44)

Regia: Glen Keane, famosissimo ex animatore Disney Rating: +3
Presentato da Google, disegnato a mano, è stato realizzato per i dispositivi mobili. Tenera storia d’amore semplice, leggera, danzante, che ci immerge nel blu e nella musica come in un sogno. Due vite diverse e un cagnolino che non possono che incontrarsi.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=O9CG_PoEWCg

 

Feast (USA, 2014, 6:00)

Regia: Patrick Osborne per la Disney. Premio Oscar 2015 - Rating: +3
Amore, matrimonio e figli visti da un simpatico cagnolino che si abbuffa di schifezze, ma che impara che la felicità non è data dai beni materiali.

Cortometraggio completo: http://www.dailymotion.com/video/x2hf3kv

 

Gopher Broke (USA, 2004, 4:00)

Regia: Jeff Fowler per Blur Studio - Rating: +3
Non sempre le cose vanno come uno si immagina e una simpatica talpa se ne accorge a sue spese. Quando ci si mette anche la sfortuna…

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/27927067

 

Il polpo innamorato (Francia, 2007, 2:28)

Regia di alcuni giovani studenti della Gobelins – L’ecole de l’Image, che l’hanno presentato come tesi finale Rating: +3
Rocambolesca e divertente avventura di due polipi innamorati che cercano di salvarsi la vita con coraggio e perseveranza nonostante la loro evidente inferiorità e le peripezie della vita. Ambientato nell’isola di Santorini con una fantastica frizzante colonna sonora.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=Zvkhv0cqgns

 

L’agnello rimbalzello (Usa, 2003, 5:00)

Regia: Bud Luckey per la Pixar - Rating: +3
È narrato completamente in rima come una filastrocca, per parlare di diversità e di autostima ai più piccini.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=dOmFbB82hXA

 

Presto (USA, 2008, 5:14)

Regia: Doug Sweetland, prodotto in coproduzione da Pixar e Disney - Rating: +3
E’ un vivacissimo corto ricco di gag stile cartoons anni 40-50. Rivalità tra un mago e un coniglietto molto simile a quella tra Tom e Jerry, ma alla fine nonostante tutto i due si perdonano e diventano coppia.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/68386465

 

A Fox Tale (Francia, 2011, 6:45)

Regia: Thomas Bozovic, Alexandre Cazals, Julien Legay - Rating: +7
Ci immerge nell’atmosfera magica dell’antica Cina dove una volpe si trasforma in una stupenda ragazza che farà impazzire i due fratelli cacciatori.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/47006314

 

La Luna (USA, 2011, 6:53)

Regia: Enrico Casarosa, regista italiano per questo prodotto Pixar nominato agli Academy Awards 2012 - Rating: +7
Narra la storia di un bambino e della sua iniziazione al lavoro da parte di un padre e di un nonno. Solo lasciando spazio alla propria fantasia e creatività è possibile realizzare sé stessi e trovare la propria strada. 

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/89968576

 

Mr Hublot ( Lussemburgo, 2013, 11:00)

Regia: Laurent Witz e Alexandre Espigares per la  ZEILT Productions Watt Frame - Rating: +7

Premio Oscar 2014 come  miglior cortometraggio d’animazione.
Un mondo completamente meccanizzato e svuotato di umanità vede un uomo, pieno di piccole manie che odia il mondo esterno e ogni tipo di imprevisto o novità, rimodellare la propria vita e adattarsi al cambiamento delle situazioni grazie all’amore per un cane abbandonato.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=ikxIFjRso2s


The Fantastic Flying Books of Mr. Morris Lessmore (USA, 2011, 15:00)

Regia: William Joyce e Brandon Oldenburg con la casa di produzione Moonbot Studios della Louisiana ha vinto anch’esso il premio Oscar 2012 ed è diventato un libro venduto in tutto il mondo e in Italia edito da Rizzoli - Rating: +7 
Il corto è un omaggio ai libri e alla lettura e agli uomini e alle donne che li amano e li tramandano di generazione in generazione.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=Ad3CMri3hOs


Day & Night. Quando il giorno incontra la notte (USA, 2010, 6:00)

Regia: Teddy Newton per Pixar e Disney - Rating: +7
Parla della paura dell’ignoto e dell’incontro con il diverso. Con gradualità il superamento della diffidenza, la comprensione dell’altro e l’inversione dei ruoli renderanno i due protagonisti felici e amici. Il corto insegna a guardare con curiosità e favore tutto ciò che non si conosce.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=EEDf_RNb73c


Heterogenic! (Italia, 2003, 9:00)

Regia: Bruno Dreossi e Raimondo Della Calce per artFive - Rating: +7
Cosa può capitare ad un chicco di mais quando si va sul transgenico. La scienza deve stare attenta!

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=usR_YkJ8X3s

 

Lava (USA, 2014, 7:00)

Regia: James Ford Murphy per Pixar - Rating: +7
È una poetica storia d’amore con protagonista un vulcano che intona il suo canto di richiesta d’amore. Ovviamente a lieto fine, il corto ha accompagnato l'uscita cinematografica del film Inside Out.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/161695898

 

Monsterbox (Francia, 2012, 7:38)

Regia di  quattro studenti per la  Bellecour 3d & Entertainment - Rating: +7
Narra la storia di una dolcissima bambina che ha per amici dei mostriciattoli. Un vecchio artigiano di casette ne verrà conquistato.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/49224248

 

Pennuti spennati (USA, 2000, 3:00)

Regia: Ralph Eggleston per la Pixar, vincitore anch’esso di un Oscar - Rating: +7
A farla da padrone è la mimica dei simpatici volatili, un po’ pettegoli e cattivelli, che fanno gruppo contro un uccello più grosso e la semplice morale del “chi la fa l’aspetti”. Il messaggio per i piccoli è quello dell’integrazione e del provare empatia verso chi non è uguale a noi. È stato proposto in varie scuole primarie proprio per affrontare il discorso della discriminazione e della accoglienza.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=LypnxvJOk2A


Stu. Anche un alieno può sbagliare (USA, 2006, 4:15)

Regia: Gary Rydstrom per Pixar - Rating: +7
Semplice e divertentissima storia per il piccolo alieno che deve superare un esame avendo accanto l’imperturbabile grosso esaminatore. Non andrà molto bene né a lui né al malcapitato umano da lui manovrato che avrebbe dovuto essere trasportato sull’astronave. Sonoro perfetto.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=LVLoc6FrLi0

 

One Man Band (USA, 2005, 4:00)

Regia: Andrew Jimenez e Mark Andrews per Pixar - Rating: +7
Precursore della simpatia che suscitano da alcuni anni i cattivi, il personaggio della piccola bambina di questo corto non si decide mai a chi concedere la sua monetina. I due saltimbanchi saranno alla sua mercé, ma come sempre tra i due litiganti il terzo gode.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/15914491

 

Out of Sight (Taiwan, 2010, 5:20)

Regia: tre studenti  presso la National University of Arts di Taiwan - Rating: +7
Con lo stile di Miyazaki e avvolto dai colori pastello, il corto mette in scena una piccola non vedente alla ricerca del suo cagnolino. E’ possibile “vedere” molto di più utilizzando gli altri sensi, l’immaginazione e la sensibilità.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=4qCbiCxBd2M


Parzialmente nuvoloso (USA, 2009, 5:45)

Regia: Peter Sohn - Rating: +7
Una tenera storia con tanti significati: amare tutte le creature, anche quelle che ti ispirano un po’ di ribrezzo, armarsi di coraggio e perseveranza anche nelle avversità, non tradire gli amici ma aiutarli anche se non ti conviene.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=7DmLkugdh9s

 

Omelette (USA, 2013, 2:29)

Regia: Madeline Sharafian per Calarts film - Rating:  +11
È semplice superare stanchezza, umore nero, tristezza appena tornati dal lavoro, basta guardare cosa è disposto a fare (e a cucinare) per noi il nostro amico di sempre. Colonna sonora Aguas De Março.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/65107797

 

Maestro (Ungheria, 2005, 5:00)

Regia: Géza M. Tóth per Kedd e MTV - Rating:  +11
Girato in una sola location con un solo personaggio ed un unico movimento di camera. Incuriosisce, tiene in sospeso e sorprende nel finale.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=-1WWtbhyVlE

 

Rapsodeus (Italia, 2011, 6:00)

Regia: Bruno Bozzetto - Rating:  +11
Racconta la pazza corsa dell’umanità verso la guerra e l’autodistruzione accompagnata dalle note della Rapsodia ungherese di Franz Listz. Un corto d’autore che lascia un segno. Realizzato con la tecnica mista di Animazione 2 e 3D.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=-6wNGNZPZfQ

 

Zero (Australia, 2010, 12:32)

Regia: Christopher Kezelos - Rating: +11
È stato vincitore di numerosi premi internazionali, girato in stop motion (tecnica resa famosa da Tim Burton per rendere al meglio l’atmosfera dark) narra la storia di un numero Zero, una creatura nel gradino più basso della scala sociale, un epsilon come lo avrebbe definito Huxley nel suo romanzo distopico Il mondo nuovo. Ma Zero nonostante angherie e soprusi perpetrati dai numeri “superiori” saprà trovare la propria strada. Contro il razzismo ed ogni tipo di discriminazione.

Cortometraggio completo:: https://www.youtube.com/watch?v=vvuVMH-wUrg

 

Alma (Spagna, 2009, 5:29)

Regia: Rodrigo Blaas - Rating: +13
È un inquietante cortometraggio indipendente che, andando in controtendenza, propone un finale non proprio edificante. Una bambina curiosa entra in un negozio di bambole e non sarà proprio una bella esperienza. Attenzione perché anche a Natale possono succedere brutte cose! Adatto decisamente a ragazzi attirati dall’horror. Insignito di numerosi premi internazionali.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/4749536

 

Bitseller (Spagna, 2013, 9:57)

Regia: Juanma Sànchez Cervantes per Genoma Animation - Rating: sopra i 13
La vecchia macchina da scrivere muore ed arriva il computer per un vecchio scrittore. Non sarà facile, ma alla fine ecco svelati i segreti del perché i pc ci fanno impazzire…dopotutto però, viva il computer! Da apprezzare la Follia di Vivaldi che ci accompagna nella visione.

Cortometraggio completo: http://fibabc.abc.es/videos/bitseller-2669.html

 

The Maker (Australia, 2011, 5:29)

Regia: Christopher Kezelos - Rating: +13
Realizzato in stop motion è un corto dall’atmosfera angosciante e dal significato simbolico: solitudine, bisogno della propria anima gemella, caducità della vita, necessità di lasciare una eredità. A voi la scelta. È stato un grande successo di critica e di pubblico.

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=YDXOioU_OKM

 

Sleeping Betty (Canada, 2007, 9:00)

Regia: Claude Cloutier per la National Film Board of Canada - Rating: +13
È una rivisitazione desacralizzata della favola della Bella Addormentata, ma nel suo irriverente umorismo vengono presi di mira i cavalieri, la forza, la scienza e la magia fino all’esilarante finale.

Cortometraggio completo: https://vimeo.com/39056960

 

Qui e ora - Destiny (Francia, 2013, 5:25)

Regia: Fabien Weibel del canale you tube - Rating: +13
Parla di Tempo anche in senso filosofico e psicologico: possiamo cambiare il nostro destino facendo scelte diverse? È possibile riuscire a essere dentro e fuori noi stessi? Riusciamo a capire veramente come affrontare la vita solo dopo parecchi sbagli. Qual è il segreto dell’esistenza? Godersi i piccoli attimi, ma dovete guardare anche oltre i titoli di coda…   

Cortometraggio completo: https://www.youtube.com/watch?v=wEKLEeY_WeQ

Pin It
Log in to comment

Accetta la e-sfida

Leggi tutto...

Genitori Manipolatori. Riconoscere e fuggire l'amore malato

Sappiamo tutti che colpevolizzare i figli, insultarli o denigrarli in pubblico sono azioni abominevoli, che intaccano l'autostima dei ragazzi, rendendoli insicuri delle proprie sensazioni. Ma a nessuno viene in mente che ciò significhi non amare i figli, né tanto meno essi hanno la percezione di subire un sopruso. 

In effetti non è facile capire dove sta il limite tra un normale sbotto genitoriale, un momento di debolezza o insicurezza educativa e un comportamento persistente di maltrattamento emotivo. La differenza sta nella frequenza e nei modi impiegati per esercitare il proprio potere, instillando sensi di colpa con comportamento spesso insensati e ingiustificati. I genitori di questo tipo sono "manipolatori" patologici, sono quelli che in psichiatria vengono definiti con personalità narcisistica.

Leggi tutto...

Manuale a uso dei bambini che hanno genitori difficili

Con molto humour Jeanne Van den Brouck, pseudonimo dietro il quale si nasconde una psicoanalista parigina, cerca tutte le situazioni familiari in cui possono incappare i bambini di ogni età, attraverso le quali essi devono costruire la propria personalità e “educare” i loro genitori difficili.

Un estratto:
In breve bisogna aiutare quanto più si può la maturazione dei genitori; in caso contrario saranno soltanto dei “grandi” sempre più decrepiti ma non diventeranno mai adulti. Sembra siano i figli adolescenti quelli che si accollano più volentieri questa parte del lavoro educativo. Si tratta essenzialmente di scuotere le strutture sclerotiche nelle quali i genitori tendono a rinchiudersi appena cessano di venir stimolati. Per permettere ai genitori di conservare l’agilità necessaria, il figlio diventa allora fonte di difficoltà permanenti a tutti i livelli: affettivo, morale, intellettuale, materiale. Il lavoro è enorme, spossante e impegna tutta l’energia del figlio. In molti casi si rivela anche deludente: spesso i genitori non si rendono conto degli sforzi compiuti per loro e non mostrano alcuna riconoscenza. A volte si ribellano, o reagiscono con atteggiamenti quasi paranoici. Soltanto i figli pronti a pagare di persona dovranno dunque intraprendere un lavoro tanto ingrato.

autore: Jeanne Van den Brouck (tradotto da A. Vittorini)

editore: Cortina Raffaello