Tutta salute

Quando sul cibo cadono condimenti un po' indigesti.
Al tavolo, l'uomo sforchetta con ammirevole impegno un ammasso di rosse fettuccine che in larghezza riempiono il piatto e in altezza s'impennano alquanto. E' un po' curvo sul cimento e non certo per timore, talché ad ogni avvoltolata ne sottrae alla montagnola un bel gomitolo sugoso. Con tre colpi a quattro fasi, inforcata decisa, avvoltolamento fluido, imbucamento lesto e poi risucchio, ha già ridimensionato straordinariamente l'obiettivo.
Procede da passista consumato, su un ritmo che anche il ventre a meloncino testimonia come frutto di un allenamento perseguito con costanza.
Senza scomporre l'operato, ogni tanto alza lo sguardo verso il figlio, un ragazzino segaligno, in calzocini corti e capello a spazzoletta. Braccio sinistro sul tavolo, col gomito appuntito avanti e la mano che sostiene il capo. Con la forchetta fa specillo dentro un piatto gemello a quello del genitore. Striga una fettuccina, l'accantona, la ritorce, ci fa un nido e poi la lascia per un'altra. Il piatto gli sta diventando come una barba greca, fatta di riccioli scolpiti. Ogni tanto, un pezzetto se l'imbocca e lo mastica a sfinimento.
Il padre fa il padre e lo informa sulle necessità dell'alimentazione ai fini di una sana crescita:
- "A devi magna', 'n po' de pasta, che te fa bene"
Inforca, avvoltola, imbuca e poi risucchia.
E il figlio arriccia.
- "Hai capito?"
Come sopra.
- "Aoh, fa 'n po' come cazzo te pare"
Sarebbe anche così un quadretto degno di menzione. Ma il bello è che a un tavolo lì accanto, una signora in tacco dodici ha fissato con sgomento il tutto. Volge uno sguardo al compagno e alla figlia adolescente per condividere la difficoltà del vivere in vicinanza a certa gente. Ha l'occhio sgranato e il sopracciglio alato, l'inspirazione lunga di sdegno e lo sfiato di commosso smarrimento. Scuote appena un attimo il capello. Poi appizza lo sguardo e decisa toglie alla ragazza il piatto della frittura.
- "Vuoi che il vestito ti entri, stasera, o no?"
Dal canto mio, io ordino un amaro. Mi sento un po' pesante.

Pin It
Accedi per commentare

Il cammino dei diritti

Questo libro illustrato racconta in molto semplice ed immediato del lunghissimo percorso che in tutto il mondo uomini e donne di epoche diverse hanno fatto, nel riconoscimento dei diritti umani. Quando è stato, e dove è stato, che un Paese ha detto no ad una barbaria illuminando la strada non solo ai propri cittadini, ma anche al resto del mondo, perché potesse seguire il suo esempio?

Leggi tutto...

Che forza papà!

Un gruppo di vivaci bambini conversando tra loro riflettono su quanti tipi di papà ci sono al mondo.

Dai loro racconti viene fuori che le tipologie sono le più variegate; ci sono papà che lavorano vicino e quelli che lavorano lontano, quelli che aggiustano automobili e quelli che "aggiustano" animali. Quelli che fanno la spesa, quelli forti, quelli coraggiosi, quelli che sanno fare tutte le faccende domestiche. Poi c'è chi ha due papà, quello biologico e quello di "cuore", ci sono papà che si frequentano tutto l'anno, altri solo nei fine settimana o nel periodo delle vacanze; alcuni singoli altri doppi...

Sarà Mario, che ha un papà single, ad aiutarli a capire che, quale che sia la tipologia del proprio papà, è importante ed unico il forte legame che unisce un padre al proprio bambino.

Una tenera storia da leggere insieme ai bambini, priva di stereotipi, piena d'ammirazione per i diversi tipi di papà, e che fa certamente sorridere e riflettere.

autore: Autore Isabella Paglia - Illustratore Francesca Cavallaro

editore: Fatatrac

La forza d'animo

Argomento del libro è la "resilienza", intesa come capacità di fronteggiare e ricostruire; tale capacità è in gran parte scritta nel nostro patrimonio genetico, ma può anche svilupparsi nel corso dell'esistenza, rafforzarsi o indebolirsi a seconda delle esperienze che si vivono, soprattutto negli anni infantili, nel proprio ambiente, a contatto con le proprie figure di attaccamento o in loro assenza. La formazione di un legame di attaccamento saldo nella prima infanzia è alla base della fiducia in se stessi e dell'autostima. 

Leggi tutto...