Ciao mamma

Quando facciamo dire ai figli quello che diciamo noi.
Il pubblico gongola e plaude. Ha davanti schierati un gruppetto di bimbi che ritirano un premio. Il presentatore si spertica in lodi per l'italica prole, creativa e inclusiva, ché c'è anche un cinese e un colombiano.
Carezza, con mano e con voce. Riesce, d'insieme, a urlare e a fare le fusa. Il pubblico approva.
- "E dimmi, bambina, che pensi?"
Lei seria, che guarda alla gente e alle luci:
- "Ciao mamma. Sono molto felice d'avere vinto il premio insieme alla mia classe."
Il pubblico miagola e poi riversa un fiotto d'applausi.
Il presentatore impettito la chiosa:
- "Ecco, vedete? Che bello! La famiglia, la cultura, l'insieme, il gruppo, il futuro, c'è tutto!"
Impasta le mani nell'aria come a dire "c'è tutto". E infatti ripete:
- "C'è tutto. E perché, bambina, ti piace aver vinto questo splendido premio insieme alla tua classe?"
Lei guarda la maestra vicina, poi lui, poi placida e certa risponde:
- "Perché a me mi piace, vincere le cose."
- "Ah ah ah! Bravissima, bene, Un applauso! E andiamo avanti"
Pin It
Accedi per commentare

La mia mamma guarirà

Questa è la storia di Alvise un bambino di sei anni e della sua mamma Maria.

Alvise racconta di alcuni episodi di vita quotidiana, l'insorgenza e la progressione della malattia della mamma. Quando la mamma ha i primi malori, Alvise è ancora piccolo e va in prima elementare, quindi vede solo i sintomi, non riesce a collegare fra loro i singoli eventi, ma ascolta con interesse e timore le parole dei genitori e dei medici.

Leggi tutto...

Arcobaleno fa la pace

Il pesciolino Arcobaleno e i suoi amici vivono spensierati in fondo all'oceano. Poco lontano, una bella balena blu si lascia cullare dalle onde osservandoli placidamente.

"Perché ci guarda in quel modo?" si chiedono un giorno, insospettiti, i pesciolini.

"Grande e grossa com'è, chissà quanto mangia. E se divorasse tutto quello che c'è in giro?".

Sentendoli parlare così, la balena, che in realtà stava solo ammirando le loro belle scaglie brillanti, s'indispettisce e la sua rabbia non resterà senza conseguenze...

"Dobbiamo fare la pace" decide allora Arcobaleno "perché quando si litiga si finisce per stare male tutti".

Sì, ma in che modo?

Sembrava complicato, ma quanto è semplice fare la pace! Balena e Arcobaleno parlano a lungo. La balena spiega ad Arcobaleno perché si è arrabbiata... i due ridono insieme e trovano un accordo e ben presto nessuno riesce a spiegarsi più perché quel bisticcio sia mai avvenuto.

Le illustrazioni sono ulteriormente abbellite dalle lamine rifrangenti che fanno luccicare le scaglie dei pesciolini.

Per bambini in età prescolare.

Della stessa serie
"Arcobaleno, il pesciolino più bello di tutti i mari" che insegna la felicità nel donare 
"Arcobaleno, non lasciarmi solo!", che insegna a non creare gruppi esclusivi e ad accettare anche coloro che sono diversi da noi.

autore: Isabella Bossi Fedrigotti, Marcus Pfister

editore: Nord-Sud

Stella fata del bosco

Grandi alberi, rocce, animali: il bosco può far paura, soprattutto a un bambino timido e fifone
come il piccolo Sam. Ma Stella, entusiasta e affettuosa, saprà mostrare al fratellino la bellezza
di api e farfalle, lepri e tartarughe, giganti e fate, e fra scambi di battute surreali e irresistibili
lo convincerà ad amare la foresta e tutte le sue creature.

Leggi tutto...