Spaghetti di riso con verdure e pollo di Michela

 

Ingredienti

  • Spaghetti di riso, come da indicazioni della confezione: un nido o matassa di spaghetti per ogni porzione
  • Verdura mista di stagione: ho usato zucchine, peperoni, carote e cipolle, tutte tagliate a julienne, e pomodorini ciliegini tagliati a spicchi
  • Petto di pollo tagliato a straccetti molto piccoli (dimensione di un pollice)
  • Salsa di soia/ salsa teriyaki
  • Spezie miste (curcuma, curry, lemongrass, aglio in polvere, erba cipollina)
  • Sale e zucchero di canna

Procedimento:

 

Premessa: ho tentato di ricreare i piatti di genere orientale, come quelli che si trovano nei ristoranti cinesi, giapponesi o pseudo tali, evitando però le tonnellate di glutammato che di solito li accompagnano. Il risultato è un piatto di pasta leggero,  croccante e gustoso.

 

 

Ho messo a marinare gli straccetti di pollo in una ciotola, aggiungendo salsa di soia e salsa teriyaki (che è più dolce). Nell’ultima versione provata ho addirittura aggiunto un cucchiaio di salsa di ostriche, ma non mi è parso fondamentale per la riuscita della ricetta. Ho poi inserito le spezie e un paio di cucchiaini di zucchero di canna, oltre ad una presa di sale. Ho mescolato e lasciato a riposare. La scelta delle spezie è assolutamente personale, per esempio mio figlio ha chiesto che la prossima volta venga aggiunta qualche goccia di tabasco.

Intanto ho tagliato tutte le verdure a julienne (ci vuole del tempo… così il pollo marina bene)

In una padella tipo wok ho scaldato un filo d’olio e poi ho fatto saltare il pollo, che essendo a pezzi piccoli cuocerà molto velocemente. A cottura quasi terminata, ho buttato tutte le verdure, e le ho lasciate appassire leggermente, così che rimanessero croccanti. Per una cottura migliore, ho bagnato le verdure con un paio di cucchiai di salsa di soia; la prima volta, invece, erano già abbastanza sapide, quindi ho usato mezzo bicchiere di vino bianco.

Intanto ho fatto scaldare leggermente una pentola d’acqua, dove ho cotto per 4 minuti gli spaghetti di riso. L’acqua non deve bollire, altrimenti gli spaghetti stra-cuociono, e non è necessario salarla, vista la sapidità del condimento.

A spaghetti pronti, li ho scolati e buttati direttamente nel wok, mescolando ancora una volta sul fuoco.

n.b. Se scegliete degli spagatti di riso e la soia senza glutine diventa una ricetta perfetta anche per i celiaci

 

 

Pin It
Entra per commentare