Esiste una “scuola” per genitori?

Esiste una “scuola” per diventare genitori? In un certo senso sì.

I Programmi di educazione dei genitori (Parent Education Programs PEP) hanno lo scopo di migliorare l’assetto genitoriale di una persona.

 

Sono condotti ovviamente da specialisti, pedagogisti o psicologi che abbiano seguito un’attenta formazione in questo settore.

Si rivolgono a gruppi di genitori accomunati dalla stessa caratteristica: coppie che stanno cercando di avere un figlio o lo stanno per adottare; genitori con neonati, bambini piccoli, adolescenti; situazioni in cui la famiglia sta vivendo condizioni complicate e cambiamenti importanti, quali possono essere un lutto, una separazione o il trasloco in un’ altra città.

Gli argomenti, insomma, sono molteplici, basta trovare quello più adatto a noi.

I benefici che ne derivano, stando alle ricerche, sono veramente tanti: diminuiscono gli abusi, i maltrattamenti e gli abbandoni. La coppia si riscopre tale e non è più risucchiata nel vortice della genitorialità, perché si rende conto di essere prima di tutto un uomo e una donna con i loro spazi e i loro tempi.

Grazie all’aiuto di questi programmi, c’è inoltre una maggiore consapevolezza di se stessi e una conoscenza più approfondita e oggettiva dell’età che sta vivendo il proprio figlio. I genitori imparano a guardare il bambino o l’adolescente con occhi diversi, lo riconoscono come soggetto pensante e autonomo, si rendono conto che non è necessario spianargli la strada per farlo crescere bene e soprattutto imparano ad educarlo secondo principi psico-pedagogici universali, adattati però a chi hanno di fronte.

Ognuno di noi è unico e, per tale motivo, ciò che i genitori devono avere ben presente è che i figli non sono una proprietà, non appartengono a noi stessi, ma al mondo e il compito che ci spetta è quello di condurli ad essere indipendenti senza far mai mancare loro il nostro appoggio e aiuto.

I contenuti di questi programmi per genitori, che - precisiamo - non creano padri e madri perfetti, sono progettati per rispettare l’autorità e apprezzare le differenze di ciascun componente della famiglia.

Di Parent Education Programs ne esistono veramente di tutti i tipi; ci sono quelli che cercano di aiutare i genitori di bambini piccoli ad affrontare e a reagire ad un “comportamento problematico”.

Altri mirano a prevenire l’abuso di sostanze negli adolescenti e a rafforzare le capacità genitoriali e il sistema della famiglia. Altri ancora hanno lo scopo di insegnare ai genitori ad individuare l’obiettivo di un comportamento scorretto dei figli e a rispondere in maniera costruttiva ed adeguata.

Concludendo, possiamo dire che non esiste una formula magica per creare genitori perfetti, ma sicuramente imparare a conoscere realmente i nostri figli farà di noi degli individui in grado di saper accogliere tutto ciò che di buono i bambini e i ragazzi sono in grado di dare.

 

"Solo mamma? No grazie" Blog della Dott.ssa Chiara Mancarella

Pin It
Accedi per commentare

Cane nero

Conoscete la leggenda del terribile Cane Nero? Pare basti un suo sguardo per scatenare gli eventi più funesti. 

Così, quando una mattina d'inverno si presenta fuori dalla casa dalla famiglia Hope, tutti scappano impauriti. Tranne la giovane Small, che saprà riportare la bestia alle giuste dimensioni.
Un libro che insegna ai bambini (e non solo) a guardare in faccia e ad affrontare le proprie paure e le proprie ansie, non importa l'età. Magari scoprendo che non sono poi così tremende come uno pensa.

Leggi tutto...

Il segreto della resistenza psichica

Quante volte ci siamo detti che sarebbe bello avere una corazza dell’anima, una difesa contro le pressioni lavorative, le forti richieste che arrivano dalla famiglia, dai figli, da questa vita che sembra diventare sempre più stressante. Sarebbe bello avere fiducia in se stessi, così da farci scivolare via le critiche che spesso sentiamo su di noi, oppure avere le risorse per superare le crisi, avere le energie necessarie per affrontare non solo i piccoli problemi quotidiani, ma le inevitabili grosse difficoltà che la vita ci pone davanti. Ci sono persone che hanno tutte queste caratteristiche:  sono le persone resilienti.

Leggi tutto...

TANDEM, due storie che viaggiano insieme

Si dice spesso che il piacere di leggere cresce leggendo. All'inizio però non sempre le cose sono facili per i piccoli lettori alle prime armi. Diventa quindi fondamentale aiutare i bambini a non spaventarsi davanti ad un libro facendo in modo che invece ne siano attratti sentendo il desiderio di toccarlo, sfogliarlo, leggerlo. Impareranno così che i libri sono contenitori di emozioni che aiutano a fantasticare e noi saremo riusciti a trasmettere il desiderio e il piacere della lettura.

Leggi tutto...