Filmografia. Violenza sulle donne

Apriamo questa rassegna di film dedicati alla violenza sulle donne con il lungometraggio che racconta la storia vera delle tre sorelle Mirabal di Santo Domingo che il 25 novembre 1960 vennero catturate, torturate e assassinate dai sicari del dittatore Rafael Trujillo dopo aver visitato i loro mariti in carcere. In loro ricordo l’ONU ha scelto questa data come Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, invitando a promuovere manifestazioni per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul tema.

 

 

In Italia 7 milioni di donne tra i 16 e i 70 anni hanno subìto nella loro vita una qualche forma d violenza fisica o sessuale, in Europa sono 62 milioni, una donna su tre nel mondo. Solo in Italia 653mila donne sono state vittima di stupro, 746mila di tentato stupro (dati Istat. https://www.istat.it/it/archivio/violenza). Sono numeri che fanno tremare le vene ai polsi e si tratta solo di dati sottostimati perché moltissime donne ancora non denunciano. 

Il cinema con la potenza e l’incisività delle immagini è lo strumento migliore per trattare questo tema. Le protagoniste di questi film sono tante, ciascuna con la propria storia segnata da un abuso, da una violenza, da una sopraffazione che ha scavato nel profondo del proprio essere; vittime di mariti, compagni, padri dei propri figli (il 35% delle donne ha subito violenze sessuali o fisiche da parte del partner o un membro della famiglia) oppure giovani ragazze obbligate a sposarsi con uomini più anziani (700 milioni di donne sono state obbligate a sposarsi prima dei 15 anni). Ci sono tante testimonianze per aprire gli occhi, aprire i cuori e aprire il dibattito nelle case, nelle scuole e nelle piazze: la storia di Lucia Annibali, sfigurata con l’acido il 16 aprile 2013, il racconto della tratta delle donne in Asia e la storia delle quindicenni Audrie Pott e Daisy Coleman violentate dai compagni di scuola. Tante vicende che possono dare molti spunti d’analisi sulle varie sfumature di questo complesso fenomeno affinché questa giornata diventi un grido e un appello per promuovere in ogni sede la cultura del rispetto e una sana educazione sentimentale.

 

La rivoluzione delle farfalle (En el  tiempo de las mariposas)

Regia: Mariano Barroso. Interpreti: Salma Hayek, Edward Olmos, Mia Maestro, Lumi Cavazos – USA, Messico, 2001 – Storico, 92’ – Rating: PG+13

Anni 50.  Nella Repubblica Domenicana il Generale Trujillo ha instaurato una dittatura che mantiene con l'uso della forza e del terrore. Minerva,  Mate  e  Patria  sono  tre  sorelle  che  vedranno  morire  molti  dei  loro  parenti  per mano della dittatura. Decise a vendicarsi, troveranno il  coraggio di unirsi al movimento di lotta  alla  dittatura,  anche  grazie  alla  relazione  di  Minerva  con  uno  dei  leader  del movimento. Per il loro coraggio dovranno però pagare un prezzo spaventoso. Tratto dall'omonimo romanzo di Julia Alvarez.

Voto IMDb: 6,8/10

Trailer in inglese:  https://www.youtube.com/watch?v=RjoobicbVZ0

 L’affido (Jusqu’à la garde)

Regia: Xavier Legrand. Interpreti: Léa Drucker, Denis Menochet, Thomas Gioria, Mathilde Auneveux, Mathieu Saikaly – Francia, 2017 – Drammatico, 90’ – Rating: PG+13

Miriam e Antoine Besson si sono separati malamente. Davanti al giudice discutono l'affidamento di Julien, il figlio undicenne deciso a restare con la madre. Ma Antoine, aggressivo e complessato, vuole partecipare alla vita del ragazzo. Ad ogni costo. Il desiderio, accordato dal giudice, diventa fonte di ansia per Julien, costretto a passare i fine settimana col genitore. Genitore che contesta col silenzio e combatte con determinazione. Julien vorrebbe soltanto proteggere la madre dalla violenza fisica e psicologia che l'ex coniuge le infligge. Invano, perché l'ossessione di Antoine è più forte di tutto e volge in furia cieca. Leone d’argento alla regia nell’ultimo Festival di Venezia.

Voto IMDb: 7,4/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=5DXV-bGvF7s

Giù le mani

Regia: Giuseppe Ferlito, Marco Frosini, Marco Cervelli, Natalia Gambino, Angelo Frezza. Interpreti: Andrea Bruschi, Enrica Guidi, Jennifer Mischiati, Antonio Palumbo, Alessandro Massini, Francesca Cellini… - Italia, 2016 – Drammatico, 96’ – Rating: PG+16

Un film con 6 episodi incentrati sul tema della violenza alle donne. In Game Over, un uomo per colpa del suo vizio finisce per trasformare la sua compagna in vittima di una escalation di eventi sempre più drammatici; in Bambina cattiva, Silvia si ritrova a fronteggiare la parte più nascosta dell'amato Daniele; in Jackpot, il ventenne Ariele è malato di gioco d'azzardo, che ama più della fidanzata Carlotta; in L'orizzonte degli eventi, dopo una scossa di terremoto un uomo si sveglia e rimane in trappola per la voragine che si è aperta nella sua camera da letto; in Clinger, una donna viene violentata, torturata e uccisa.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=3NfjOjtzmi0

L’amore rubato

Regia: Irish Braschi. Interpreti: Stefania Rocca, Elena Sofia Ricci, Gabriella Pession, Chiara Mastalli, Elisabetta Mirra, Francesco Montanari, Alessandro Preziosi, Emilio Solfrizzi… – Italia, 2016 – Drammatico, 60’ – Rating: PG+13

Cinque donne tra loro molto diverse: Marina giovane mamma, Francesca adolescente spensierata, Angela affascinante cinquantenne, Alessandra nipote e sorella premurosa, Anna artista sognante. Le accomuna un dolore devastante, l’esperienza di un amore morboso, violento, che fa male e distrugge. Il film è liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Dacia Maraini.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=mu44h24iOUY

La vita possibile

Regia: Ivano De Matteo. Interpreti: Margherita Buy, Valeria Golino, Andrea Pittorino, Caterina Shulha, Bruno Todeschini – Italia, 2016 – Drammatico, 107’ – Rating: PG+13

Come è possibile ricostruire una vita dopo la violenza subita dal proprio marito? E’ ciò che ci racconta questo film che ha per protagonisti, Anna e il figlio Valerio in fuga da Roma a Torino per far perdere le proprie tracce. Qui sono accolti in casa di Carla, attrice di teatro e amica di Anna di vecchia data. I due cercano di adattarsi alla nuova vita tra tante difficoltà e incomprensioni, ma l'aiuto di Carla e quello inaspettato di Mathieu, un ristoratore francese che vive nel quartiere, gli faranno trovare la forza per ricominciare.

Voto IMDb: 6,2/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=chlHzgfB5yA

Anna

Regia: Charles-Olivier Michaud. Interpreti: Anna Mouglalis, Pierre-Yves Cardinal, Pascale Bussières – Canada, 2015 – Drammatico, 109’ – Rating: PG+13

Anna, nota fotoreporter, si trova in Asia per un reportage sulle giovani donne vittime della tratta degli esseri umani perpetrata dalle Triadi asiatiche. Anna si spinge troppo oltre e si scontra con un mondo ostile. Verrà rapita e subirà le stesse sevizie delle giovani donne asiatiche, oggetto del suo reportage. Segnata a vita, Anna inizia un percorso nel quale la violenza è inevitabile. Sulla sua strada incontra Sam, una guida che interverrà in maniera determinante sul suo destino.

Voto IMDb: 5,7/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=m9nKCkrnSw8

Audrie & Daisy

Regia: Bonni Cohen, Jon Shenk. Interpreti: Daisy Coleman, Jim Fall, Delaney Henderson, Darren White – USA, 2016 – Documentario, 95’ – Rating: PG+13

Il lungometraggio documenta le storie di Audrie Pott e Daisy Coleman, due ragazze che sono state violentate nel 2012, all'età di quindici anni, da parte di compagni delle scuole superiori. Il film analizza non solo i dettagli di entrambi i casi, ma si concentra anche sulle conseguenze brutali per entrambe le ragazze che successivamente sono divenute vittime di bullismo e di umiliazioni sia dagli altri studenti che dai membri della comunità. Visibile sulla piattaforma Netflix.

Voto IMDb: 7,2/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=U91EbMF5XQk

Elle

Regia: Paul Verhoeven. Interpreti: Isabelle Huppert, Christian Berkel, Anne Consigny, Virginie Efira, Charles Berling, Laurent Lafitte, Vimala Pons, Jonas Bloquet – Francia, 2016 – Drammatico, 130’ – Rating: VM14

Michèle, donna in carriera, viene aggredita in casa da uno sconosciuto. Rifiutando di dare eccessivo peso all'accaduto, Michèle gestisce i problemi della madre settantacinquenne, del figlio viziato e immaturo, dell'ex marito e dell'amante, con lo stesso gelido e imparziale distacco. Quando però l'assalitore sembra non aver ancora finito con lei, Michèle decide di instaurare con lui una sorta di pericoloso gioco del gatto col topo che finirà presto fuori da ogni controllo. Tratto dal romanzo di Philippe Djian “Oh…”. Isabelle Huppert vincitrice del Golden Globe.

Voto IMDb: 7,2/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=5JGCh3UviPE

Room

Regia: Lenny Abrahamson. Interpreti: Brie Larson, Jacob Tremblay, Megan Park, William H. Macy, Joan Allen, Amanda Brugel, Sean Bridgers – Irlanda, 2016 – Thriller, 118’ – Rating: PG+16

Il piccolo Jack di 5 anni vive assieme alla madre Joy in una piccola stanza con bagno, spoglia ed essenziale, caratterizzata soprattutto da un curiosa finestra sul tetto. La crescita (quasi normale) del protagonista, nato in quel luogo e mai uscito, dovrà scontrarsi con una realtà terribile. La ragazza anni prima è stata rapita, sequestrata in un capanno, e violentata diverse volte. Ma Joy s’impegna in tutti i modi affinché il proprio bambino cresca “normalmente” finché decide di mettere in atto un piano di fuga molto rischioso. Tratto dal libro di Emma Donoghue a sua volta ispirato alla storia del piccolo Felix del caso Fritzl. Molte analogie anche col caso di Natascha Kampush.   Premio Oscar miglior attrice protagonista.

Voto IMDb: 8,2/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=yrb5t5BkeTM

La sposa bambina (I am Nojoom, Age 10 and Divorced)

Regia: Khadija Al-Salami. Interpreti: Reham Mohammed, Rana Mohammed, Ibrahim Al Ashmori, Naziha Alansi, Husam Alshiabali – Yemen, 2014 – Drammatico, 99’ – Rating: PG+16

La violenza di genere si manifesta anche nel fenomeno diffuso dei matrimoni in età precoce, spose bambine date in matrimonio a uomini molto più vecchi  e obbligate a consumare rapporti con loro. Questo film narra la storia di Nojoom, una bambina di 10 anni yemenita in cerca di giustizia.

Voto IMDb: 6,8/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=x_PzGmFtzTE

Difret – Il coraggio per cambiare

Regia: Zeresenay Berhane Mehari. Interpreti: Meron Getnet, Tizita Hagere, Haregewoin Assefa, Shetaye Abreha, Mekonen Laeake - Etiopia, USA 2014 – Drammatico, 99’ – Rating: PG+16

Etiopia 1996. In un villaggio nell'area di Addis Abeba la quattordicenne Hirut viene rapita e violentata da colui che la pretende come sposa nonostante l'opposizione dei genitori di lei. La ragazzina riesce a fuggire impossessandosi di un fucile e uccidendo il suo sequestratore come auto difesa. Tutto però è contro di lei, sia la legge dello stato sia le regole ancestrali delle comunità rurali. Solo Meaza Ashenafi, avvocato e leader dell'associazione Andenet (uno studio legale al femminile che assiste gratuitamente donne che altrimenti non avrebbero alcuna possibilità di difendersi dai soprusi di una società dominata dai maschi) decide di assisterla. La battaglia contro i pregiudizi non sarà facile né indolore.

Voto IMDb: 6,8/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=iXJj4c4D9oI

Precious

Regia: Lee Daniels. Interpreti: : Gabourey 'Gabby' Sidibe, Mo'Nique Imes, Paula Patton, Mariah Carey, Lenny Kravitz, Sherri Shepherd, Nealla Gordon, Stephanie Andujar, Amina Robinson – USA, 2009 – Drammatico, 109’ – Rating: PG+16

Ambientato nel 1987, è la storia di Claireece "Precious" Jones (Gabourey Sidibe), una ragazza di sedici anni cresciuta in un mondo che nessuno mai vorrebbe conoscere. Claireece è incinta per la seconda volta di suo padre e a casa deve confrontarsi con una madre (Mo'Nique) arrabbiata e violenta che abusa di lei sia psicologicamente che fisicamente. Precious frequenta il primo anno di liceo e, nonostante gli ottimi voti in matematica, custodisce un terribile segreto: è semianalfabeta. Precious è una ragazza dalla grandissima tenacia che dietro ad un'espressione impassibile cela uno sguardo curioso, spinta dalla ferma convinzione che esistano altre possibilità per lei. Premio Oscar alla miglior attrice non protagonista.

Voto IMDb: 7,3/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=1Ilnps8nCCE

Io ci sono

Regia: Luciano Manuzzi. Interpreti: Cristiana Capotondi, Alessandro Averone, Mariella Valentini, Denis Fasolo, Giovanni Bissaca – Italia, 2016 – Film-tv, 100’ – Rating: PG+16

Lucia Annibali, l'avvocato sfigurata dall'acido in un agguato commissionato al culmine di una relazione tormentata è il simbolo della lotta contro la violenza alle donne. Il tv movie, tratto dall'omonimo libro di Giusi Fasano e Annibali, racconta la sua storia. Il film è visionabile sul sito di RaiPlay.

Voto IMDb: 6,2/10

Ti do i miei occhi (Te doy mis ojos)

Regia: Iciar Bollain. Interpreti: Laia Marull, Luis Tosar, Candela Pena, Rosa Maria Sardà, Kiti Manver, Sergi Calleja – Spagna, 2004 – Drammatico, 116’ – Rating: PG+16

A Toledo la bella Pilar, spinta dalla paura, fugge da casa e dal marito Antonio col figlio Juan, rifugiandosi dalla sorella, ma qualche tempo dopo, ancora innamorata e fiduciosa nelle sue promesse di ravvedimento, ritorna dal marito. Il secondo distacco sarà definitivo.

Voto IMDb: 7,5/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=f8y-G7YUQ7A

Racconti da Stoccolma (När mörkret faller)

Regia: Anders Nilsson. Interpreti: Oldoz Javidi, Lia Boysen, Reuben Sallmander, Per Graffman, Bibi Andersson - Germania, Svezia 2006 – Thriller, 127’ – Rating: VM14

Tre storie. Le storie di Leyla (e della sorella Nina) e Carina sono speculari. Donne picchiate e umiliate in nome di una superiorità maschile che si esplicita nelle dinamiche familiari, dove il padre-marito è colui che decide le regole da seguire. La terza è la vicenda di Aram, proprietario di un locale notturno davanti al quale una sera inaspettatamente assiste ad episodi di violenza contro il suo amico Peter verso cui Aram sente di nutrire un insolito sentimento di affetto.

Voto IMDb: 7,4/10

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=nOZeF-djjaA

Echoes

Regia: Andrea La Mendola. Interpreti: Glen Blackhall, Stella Egitto, Giuseppe Cederna, Fabrizio Crapanzano – Italia, 2012 – Cortometraggio, 20’ – Rating: PG+16

Un uomo afflitto da un disturbo di personalità si trova a dialogare con il suo alter-ego allo specchio per cercare di ricostruire l’omicidio della sua ex ragazza misteriosamente assassinata. Molti casi di femminicidio derivano da un disturbo dissociativo di identità che i medici possono riconoscere e curare.

Voto IMDb: 8,8/10

Trailer: https://vimeo.com/ondemand/echi

E’ stata lei

Regia: Francesca Archibugi. Interpreti: Claudio Santamaria, Benedetta Buccellato, Manuela Spartà, Silvio Vannucci, Regina Orioli, Bartolomeo Bevilacqua – Italia, 2013 – Cortometraggio, 22’ – Rating: PG+13

La storia è raccontata dentro il carcere di Regina Coeli, un universo intimista di rapporti violenti e delicati. Il carcere ha una dimensione metafisica e realistica al tempo stesso della condizione umana. Qui troviamo Nicola, un giovane architetto che sei anni prima aveva quasi ucciso la moglie Silvia con 11 colpi di crick. Ha un residuo pena di due anni, dunque può chiedere una misura alternativa alla detenzione. C’è una donna, che deve prendere una decisione, la magistrata di sorveglianza cui è stato assegnato il caso. Nicola si definisce idoneo e pronto per uscire. Lei si attiene ai fatti e alle osservanze scientifiche. Anche se il suo sguardo è umano.

Film integrale: https://www.youtube.com/watch?v=PafDOGmLD7Q

 

Pin It
Accedi per commentare

Padri e Figlie istruzioni per l'uso

"[…] il cuore non deve appartenere al papà. Il cuore di una ragazza deve essere libero. Libero di diritto.
Guai a quei padri "idoli "che rendono impossibile un altro amore. Guai a quei padri così assillanti da impedire di vivere una vita propria. Guai infine a quei padri assenti che costringeranno la figlia a una ricerca lunga tutta una vita."

Leggi tutto...

Il mare in fondo al bosco

…quella era un città buia fitta di misteri, una città piccola perché un bambino come lui, Paolo, potesse esplorarla e scoprirci dei segreti…

Trovò in terra dei libri, li guardò uno dopo l’altro e a poco a poco riuscì a leggerli. Intanto si accorgeva che quello che stava leggendo riusciva a vederlo anche se non c’erano le figure. “Forse - pensò - sto diventando anch’io un bambino inventato. Sarebbe divertente!”
A un tratto aprì un libro e dalle pagine si alzò una foresta: era un libro animato, di quelli da cui, quando si sfogliano, si vedono saltar fuori castelli, boschi, velieri, talmente belli che sembrano veri. Gli venne voglia di provare a entrarefra quegli alberi. Quella foresta poi era una giungla, certo zeppa di belve, di serpenti di insetti velenosissimi.
Be’ paura o non pauraaveva una gran smania divederla quella giungla, l’idea di passare dal buio di una città pericolosa, al buio di una foresta tropicale, adesso, lo tentava troppo.
Sentì delle voci e un gran correre: lontano nelle strade dei tipi loschi.

Il romanzo è una fantasticheria in cui, con ritmo crescente, compaiono città insidiose, giungle popolate di belve, mari in burrasca, magie luminose, grovigli di strade misteriose. I protagonisti sono bambini, bande criminali, mercanti di schiavi, maghi e mostri orrendi, pirati e scimmie, folletti e coccodrilli.

Età di lettura consigliata: da 4 anni.

autore: Pinin Carpi

editore: Einaudi Ragazzi

La Shoah dei bambini. La persecuzione dell'infanzia ebraica in Italia 1938 -1945

Il Novecento è stato anche il secolo dei bambini, in cui è nata una cultura dell'infanzia, in cui ci si è accorti dell'importanza del vissuto infantile sullo sviluppo della persona, anche da adulta. Eppure o forse proprio per questo, nello stesso tempo, il progetto nazista ha rimosso proprio l'infanzia nella sua specificità, per estirpare le radici di una popolazione. 
L'attenzione ai bambini è necessaria per fondare un futuro di diritti e di pace, eppure anche adesso in tutto il mondo l'infanzia è violata, non rispettata, negata.

Leggi tutto...