Filmografia. La Shoah. Atti di coraggio

Tutti “eroi per caso” i protagonisti di questa filmografia dedicata alla Shoah e quasi tutti incredibilmente veri, cioè individui realmente esistiti come Oskar Schindler, l’imprenditore tedesco reso immortale dal film di Steven Spielberg. “Chi salva una vita, salva il mondo intero” recita lui traendo la citazione dal Talmud e non si vanta, anzi gli sembra di non essere riuscito a fare di più, lo fa spontaneamente, con generosità, ispirandosi ad una sorta di “banalità del bene” perché ritiene d’aver fatto solo il proprio dovere di uomo. Chiunque aiutava gli ebrei rischiava la propria vita e quella della propria famiglia, inoltre le operazioni di salvataggio non erano affatto semplici anche a causa dell’antisemitismo delle popolazioni. Nonostante ciò coloro che sono riusciti a salvare una persona o mille hanno dimostrato che anche nei momenti più bui e in condizioni estreme ognuno è in grado di scegliere autonomamente. I loro gesti hanno fatto crollare la debole difesa di chi affermava di “aver obbedito a un ordine”. Nel Giorno della Memoria, e non solo in questo giorno, queste storie raccontano ai ragazzi delle scuole superiori che di fronte alla barbarie esiste sempre la possibilità di resistere e di opporsi al male al di là di ogni credo o ideologia.

 Dai 13 anni

Gli invisibili (Die Unsichtbaren)

Regia: Claus Räfle. Interpreti: Max Mauff, Alice Dwyer, Ruby O. Fee, Aaron Altaras, Victoria Schulz, Florian Lukas – Germania, 2017 – Biografico, 110’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,4/10

Berlino, 1943. Il regime nazista ha ufficialmente dichiarato la capitale del Reich "libera dagli ebrei". Tuttavia alcuni di loro sono riusciti in un'impresa apparentemente impossibile: sono diventati 'invisibili' agli occhi delle autorità. Tra questi Cioma, Hanni, Eugen e Ruth, quattro giovani coraggiosi troppo attaccati alla vita per lasciarsi andare ad un triste destino. Questo film racconta la loro incredibile e commovente storia vera, rivelando un capitolo poco conosciuto della resistenza degli ebrei durante la Seconda Guerra Mondiale.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=ZMFGNhDwueU

 

La signora dello zoo di Varsavia (The Zookeeper's Wife)

Regia: Niki Caro. Interpreti: Jessica Chastain, Daniel Brühl, Johan Heldenbergh, Iddo Goldberg, Shira Haas, Michael McElhatton, Marta Issová, Goran Kostic, Arnost Goldflam, Martin Hofmann – USA, 2017 – Biografico, 127’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7/10

La storia di come a partire dal 1939, intenzionati a mantenere nelle migliori condizioni gli animali dello zoo di Varsavia nei tempi bui del nazismo, i due gestori dello zoo (Jan Zabiriski e sua moglie Antonina) riuscirono a salvare la vita a trecento ebrei. Il film è l’adattamento cinematografico del romanzo Gli ebrei allo zoo di Varsavia, scritto da Diane Ackerman e basato sul diario della vera Antonina Zabinski.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=iCeW3bUJSqI

 

Lettere da Berlino ( Jeder stirbt für sich allein)

Regia: Vincent Perez. Interpreti: Emma Thompson, Daniel Bruehl, Brendan Gleeson, Mikael Persbrandt, Louis Hofmann – Germania, 2016 – Drammatico, 103’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,2/10

Trasposizione del romanzo Ognuno muore solo (1947), di Hans Fallada, basato su una storia vera, quella di Otto ed Elise Hampel, giustiziati nel 1943, il film è la rielaborazione letteraria dell’inchiesta della Gestapo che portò alla decapitazione di due coniugi berlinesi di mezz’età accusati di avere diffuso materiale anti-nazista. Definito da Primo Levi «il libro più importante che sia mai stato scritto sulla Resistenza tedesca al Nazismo».

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=KU4ad25OKfY

 

Naked among Wolves - Il bambino nella valigia (Nackt unter Wölfen)

Regia: Philipp Kadelbach. Interpreti: Florian Stetter, Peter Schneider, Sylvester Groth, Sabin Tambrea, Rainer Bock… - Germania, 2015 – Drammatico, 105’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,2/10

Nel marzo 1945 nel campo di concentramento di Buchenwald un bambino ebreo di tre anni viene nascosto in una valigia. Gli sforzi per mantenerlo in vita si tradurranno in una metafora degli sforzi messi in atto per preservare l'umanità tra i detenuti. Adattamento di un romanzo di Bruno Apitz.

Clip: https://www.youtube.com/watch?v=_VuQHjKaQxM&t=17s

 

Il labirinto del silenzio (Im Labyrinth des Schweigens)

Regia: Giulio Ricciarelli. Interpreti: Alexander Fehling, Andre´ Szymanski, Friederike Becht, Johannes Krisch, Hansi Jochmann – Germania, 2014 – Drammatico, 124’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,3/10

Johann Radmann, giovane procuratore nella Germania dell'Ovest del dopoguerra, indaga su una cospirazione di massa messa in atto per coprire i passati oscuri e la connivenza con il regime nazista di importanti personaggi pubblici. Un’emozionante storia di coraggio, responsabilità e di lotta per la giustizia.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=e1dzfHRcS8Y

 

Süskind – Le ali dell’innocenza

Regia: Rudolf Van den Berg. Interpreti: Jeroen Spitzenberger, Katja Herbers Karl Markovics, Tygo Gernandt – Olanda, 2012 – Drammatico, 112’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 6,9/10

Amsterdam, estate del 1942. Walter  Süskind si ritiene fortunato ad aver trovato un lavoro presso il Concilio Ebraico che gli garantisce protezione dalla deportazione in atto ad opera delle truppe naziste. Il suo compito è quello di organizzare le file dei detenuti ebrei da mandare al lavoro in Germania, ignorando a quale sorte questi vadano incontro fino a quando una notte assiste all'arresto di una coppia i cui piccoli figli riescono a fuggire. Tratto da una storia vera.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=kMGM9qYhmfw

 

Il coraggio di Irena Sendler (The Courageous Heart of Irena Sendler)

Regia: John Kent Harrison. Interpreti: Anna Paquin, Goran Visnjic, Michelle Dockery, Danuta Stenka, Marcia Gay Harden– USA, 2009 – Drammatico, 95’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,3/10

Biopic dedicato a Irena Sendler, infermiera cattolico polacca, divenuta famosa per avere salvato, insieme con una ventina di altri membri della Resistenza polacca, circa 2.500 bambini ebrei, facendoli uscire di nascosto dal ghetto di Varsavia, fornendo loro falsi documenti e trovandogli rifugio in case al di fuori del ghetto.

Trailer in inglese: https://www.traileraddict.com/courageous-heart-irena-sendler/trailer

 

Rosenstrasse

Regia: Margarethe von Trotta. Interpreti: Katja Riemann, Maria Schrader, Jürgen Vogel – Germania, 2003 – 136’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 6,8/10

Ruth Weinstein, una signora newyorkese, ha appena sepolto il marito. Nel dolore riflette sulla religione ebraica ortodossa e organizza un lutto di trenta giorni per tutta la famiglia. Inoltre, disapprova il matrimonio della figlia Hannah con il sudamericano Luis. Per capire come mai la madre si comporti così stranamente, Hannah, alla ricerca di indizi, si reca a Berlino. Qui conosce Lena Fisher, che le racconta di avere incontrato sua madre da bambina in una strada chiamata Rosenstrasse dove, nel 1943, centinaia di donne si riunirono per manifestare contro la deportazione dei loro mariti ebrei. Il film è visionabile su Raiplay.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=QEVT_3689dk

 

Monsieur Batignole

Regia: Gerard Jugnot. Interpreti: Gérard Jugnot, Michèle Garcia, Jules Sitruk, Jean-Paul Rouve – Francia, 2002 – Commedia, 100’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7/10

Siamo a Parigi nel 1942, la Francia è occupata dalle truppe naziste. Il rosticciere e salumiere Edmond Batignole cerca di sopravvivere come tutti gli altri cittadini. Potrebbe, se solo volesse, farsi prendere dalla vigliaccheria e collaborare con i tedeschi, come fa una buona parte delle persone che lo circondano. Sceglie invece di lottare per salvare la vita di Simon, un ragazzino ebreo.

Trailer in francese: https://www.youtube.com/watch?v=yN_rPMNWpao

 

Perlasca. Un eroe italiano

Regia: Alberto Negrin. Interpreti: Luca Zingaretti, Jerome Anger, Amanda Sandrelli, Franco Castellano, Marco Bonini – Italia, 2002 – Biografico, TV-movie, 120’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,3/10

Durante gli anni della Seconda guerra mondiale, Giorgio Perlasca vive a Budapest quando l'Ungheria viene invasa dai nazisti. Dopo aver assistito alle persecuzioni ai danni degli ebrei da parte delle SS, Perlasca decide di usare l'attestato di benemerenza rilasciatogli anni prima da Francisco Franco per il suo impegno nella guerra civile spagnola e riesce a farsi passare per console spagnolo. La nuova carica gli permetterà di salvare le vite di oltre 5 mila ebrei. E’ possibile visionare il film diviso in 2 episodi sul sito di raiplay.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=Yp_B1kvqTYc

 

Jakob il bugiardo (Jakob the Liar)

Regia: Peter Kassovitz. Interpreti: Robin Williams, Alan Arkin, Bob Balaban, Hannah Taylor-Gordon, Mark Margolis – USA, 1999 – Drammatico, 105’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 6,5/10

Jakob vive nel ghetto ebreo della Polonia occupata dai nazisti. Molti membri della comunità sono già stati mandati nei campi di concentramento. Una sera, ingiustamente accusato di aver violato il coprifuoco viene condotto nell'ufficio del comandante della Gestapo. Qui gli capita di ascoltare una trasmissione radio proibita, che annuncia i successi dell'Armata Rossa sulle forze tedesche. Evitato l'arresto, Jakob viene rilasciato dal Comando con le prime notizie sulla guerra dopo anni di silenzio. Da quel giorno inventa bollettini e dispacci per tenere alto il morale della comunità.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=k_E2XNx7ZGc

 

Dai 16 anni

 

In darkness

Regia: Agnieszka Holland. Interpreti: Robert Wieckiewicz, Benno Fürmann, Agnieszka Grochowska, Maria Schrader, Herbert Knaup – Germania, Polonia 2011 – Drammatico, 145’ –  Rating: PG+16 - Voto IMDb: 7,3/10

Leopold Socha è un operaio che lavora alle fogne della cittadina di Lvov, in Polonia, al tempo dell'occupazione nazista. Un giorno si imbatte in un gruppo di ebrei che cerca di fuggire al proprio destino. In cambio di soldi l'uomo accetta di nasconderli nei cunicoli delle fogne. A lungo andare, quello che era iniziato come un modo per racimolare dei soldi diventa una questione di principio al punto di arrivare a mettere in pericolo la propria vita e quella della sua famiglia, per nascondere gli ebrei. Tratto da una storia vera.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=wSrojwNg71c

 

Defiance. I giorni del coraggio

Regia: Edward Zwick. Interpreti: Daniel Craig, Liev Schreiber, Jamie Bell, Alexa Davalos, George McKay, Tomas Arana, Mark Feuerstein, Allan Corduner, Jodhi May, Mia Wasikowska – USA, 2009 – Drammatico, 137’ – Rating: PG+16 - Voto IMDb: 7,3/10

Nel 1941 gli ebrei dell'Europa Orientale vengono uccisi a migliaia dai nazisti. I tre fratelli polacchi Bielski riescono a sfuggire alla cattura nascondendosi nei boschi della vicina Bielorussia, dove si uniranno alla resistenza russa e costruiranno un villaggio che permetterà di salvare la vita a più di 1200 ebrei. Tratto da una storia vera e dal libro, “Gli ebrei che sfidarono Hitler” di Nechama Tec. 

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=3JB3YsTOo7c

 

La Rosa Bianca - Sophie Scholl (Die letzten Tage)

Regia: Marc Rothemund. Interpreti: Julia Jentsch, Alexander Held, Fabian Hinrichs, Johanna Gastdorf, André Hennicke, Florian Stetter – Germania, 2005 – Drammatico, 117’ – Rating: PG+16 - Voto IMDb: 7,6/10

Monaco, 1943. Mentre la guerra di Hitler devasta l'Europa, un gruppo di coraggiosi giovani universitari decide di ribellarsi al nazismo e alla sua disumana macchina da guerra. Nasce così la Rosa Bianca, un movimento di resistenza al Terzo Reich. Sophie Scholl è l'unica donna che si unisce al gruppo; una ragazza come tante, che il tempo matura in una combattente audace ed impegnata. Il 18 febbraio 1943, Sophie ed il fratello Hans vengono scoperti ed arrestati mentre distribuiscono volantini all’università. Orso d’argento miglior regia e miglior attrice.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=vqAIvSA3Sy8

 

Schindler’s List

Regia: Steven Spielberg. Interpreti: Liam Neeson, Ben Kingsley, Ralph Fiennes, Caroline Goodall, Jonathan Sagalle… - USA, 1993 – Drammatico, 200’ – Rating: PG+16 - Voto IMDb: 8,9/10

Oskar Schindler arriva nel 1939 a Cracovia con l'intenzione di arricchirsi sfruttando gli ebrei in una fabbrica di vasellame. Ma, colpito dalla ferocia nazista, decide di "giocare" una pericolosa avventura: salvare i suoi operai dallo sterminio. Si ridurrà in miseria, ma, per merito suo, più di mille israeliti, destinati ai campi di stermino, sopravvivranno alla guerra. 7 Premi Oscar.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=mqp5PgbOzEg

 

Pin It
Accedi per commentare

Tecnobarocco. Tecnologie inutili e altri disastri

Leggendo questo libro molti troveranno delle conferme a dei ragionamenti  che spesso sorgono spontanei di fronte a innovazioni tecnologiche che la gente ha subito come traumi e che invece di semplificare l’esistenza  l’hanno resa più complicata. La domanda è quasi sempre la stessa: “Ne abbiamo veramente bisogno?”  Cambiamo ogni due o tre anni sistemi operativi che non comportano necessariamente miglioramenti;  affrontiamo lunghissime telefonate presso enti e aziende, digitando vari codici di accesso col telefono a pulsanti, solo per ascoltare un’alberatura di messaggi vocali che rende impossibile il contatto con un operatore; immagazziniamo una mole immensa di immagini digitali di cui non ricordiamo più niente; compriamo il cellulare di ultima generazione quando per comunicare ci bastava la prima versione.  Mario Tozzi (geologo e noto conduttore di trasmissioni televisive di divulgazione scientifica) e molti altri della sua stessa generazione,  non “nativi digitali”,  hanno vissuto l’epoca in cui si andava in biblioteca a fare le ricerche scolastiche, si usava il telefono con il duplex, ci si muoveva con la mappa geografica, si giocava al biliardino e al flipper, ma soprattutto ci si spostava  con automobili dotate di quel magnifico e comodo aggeggio chiamato deflettore per il quale anche Francesco Guccini nel suo libro “Dizionario delle cose perdute” pensa di  fondare una Lega (Prodeflettore!).

 

Leggi tutto...

Arcobaleno fa la pace

Il pesciolino Arcobaleno e i suoi amici vivono spensierati in fondo all'oceano. Poco lontano, una bella balena blu si lascia cullare dalle onde osservandoli placidamente.

"Perché ci guarda in quel modo?" si chiedono un giorno, insospettiti, i pesciolini.

"Grande e grossa com'è, chissà quanto mangia. E se divorasse tutto quello che c'è in giro?".

Sentendoli parlare così, la balena, che in realtà stava solo ammirando le loro belle scaglie brillanti, s'indispettisce e la sua rabbia non resterà senza conseguenze...

"Dobbiamo fare la pace" decide allora Arcobaleno "perché quando si litiga si finisce per stare male tutti".

Sì, ma in che modo?

Sembrava complicato, ma quanto è semplice fare la pace! Balena e Arcobaleno parlano a lungo. La balena spiega ad Arcobaleno perché si è arrabbiata... i due ridono insieme e trovano un accordo e ben presto nessuno riesce a spiegarsi più perché quel bisticcio sia mai avvenuto.

Le illustrazioni sono ulteriormente abbellite dalle lamine rifrangenti che fanno luccicare le scaglie dei pesciolini.

Per bambini in età prescolare.

Della stessa serie
"Arcobaleno, il pesciolino più bello di tutti i mari" che insegna la felicità nel donare 
"Arcobaleno, non lasciarmi solo!", che insegna a non creare gruppi esclusivi e ad accettare anche coloro che sono diversi da noi.

autore: Isabella Bossi Fedrigotti, Marcus Pfister

editore: Nord-Sud

I No che aiutano a crescere

A prima vista si può pensare che questo libro presenti il "No" come strumento educativo e non come conseguenza di un normale rapporto tra le persone.

Almeno, così pare leggendo la quarta di copertina:
Un neonato strilla, un bambino vampirizza la madre, un adolescente sta fuori fino a notte fonda. Per paura di frustrarli, i genitori spesso rinunciano a educare i figli, a riconoscere i confini tra l'io e il mondo, a controllare gli impulsi, a dominare l'ansia, a sopportare le avversità. Nelle famiglie si creano cosi situazioni di disagio per la semplice incapacità di dire un no. Dovrebbe essere ovvio che in certi casi bisogna dire di no, eppure l'opinione comune è che sia meglio dire di sì. Non saper negare o vietare qualcosa al momento giusto può pero avere conseguenze negative sulla relazione tra genitori e figli, come anche sullo sviluppo della personalità dei bambini.

In realtà, il libro è un'analisi lucida e profonda del comportamento dei bambini dalla nascita all'adolescenza e del loro rapporto con i genitori. I "No" e i limiti non sono solo quelli che il genitore dice al bambino, ma sono soprattutto quelli che il genitore impara a dire a se stesso per favorire la crescita del figlio. Le ragioni del bambino sono sempre tenute in considerazione, come pure l'interazione madre-figlio. I limiti sono anche per la madre, quando non sa accettare che il figlio possa essere diverso da come lei se lo immagina, quando non accetta che possa essere autonomo, o quando interferisce con il ritmo e le sue modalità di apprendimento.

È pieno di ottimi spunti e di buon senso e, a dispetto del titolo, non è affatto un incoraggiamento a una revisione autoritaria del ruolo genitoriale.

autore: Asha Phillips (traduzione L. Cornalba)

editore: Feltrinelli