Filmografia. Donne fuori dagli sche(r)mi (2)

Un otto marzo cinematografico in compagnia di donne diverse per età, condizione sociale, nazionalità, contesto storico, ma accomunate dal desiderio di conquistare la propria libertà e di vivere in un mondo libero da pregiudizi e stereotipi.

 

Cinque donne realmente vissute: la scrittrice francese Violette Leduc, amica di Simone de Beauvoir; la deputata cecoslovacca socialista Milada Horáková, oppositrice del nazismo, torturata e impiccata nel 1950 in pieno regime comunista; la pittrice canadese Maud Lewis, che esce dalla prigione del proprio corpo attraverso i colori della tavolozza e il proprio carattere solare; la tennista americana Billie Jean King che lotta contro il sessismo nello sport; Waris Dirie, la somala guardiana di capre che diventerà modella e ambasciatrice delle Nazioni Unite contro le mutilazioni femminili.

Tre documentari: sulle donne che hanno fatto la Resistenza in Italia; sulle donne che hanno dovuto lottare persino per poter correre, come Kathrine Switzer, la prima maratoneta donna nel 1967; sulle donne straniere che sono riuscite a realizzare i propri sogni in Italia.

Sette storie di donne determinate, risolute a raggiungere i propri obiettivi, negli Stati Uniti, in Israele, in Svezia, in Svizzera, in Brasile, e che vogliono avere il pieno controllo della propria vita, dignitose, grintose, combattenti, resistenti, appassionate.

“Ci sono donne… E poi ci sono le Donne Donne” (Antonia Storace)

Violette

Regia: Martin Prévost. Interpreti: Emmanuelle Devos, Sandrine Kiberlain, Olivier Gourmet, Catherine Hiegel, Jacques Bonaffé, Olivier Py – Francia, 2013 – Biografico, 139’ – Rating: PG+13 -Voto IMDb: 7,1/10

Nata al di fuori del matrimonio nel secolo scorso, povera e non amata, Violette Leduc incontra Simone de Beauvoir nel dopoguerra a Saint-Germain-des-Prés. Tra le due donne si sviluppa un intenso rapporto destinato a durare per tutta la vita, basato sulla ricerca da parte di Violette della libertà attraverso la scrittura e sulla convinzione di Simone di possedere tra le mani il destino di una scrittrice straordinaria.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=Y1KTE5gVpe8

Milada

Regia: David Mrnka. Interpreti: Ayelet Zurer, Robert Gant, Anna Geislerova, Vica Kerekes… - Repubblica Ceca, 2017 – Biografico, 123’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 5,7/10

Avvocatessa, deputata socialista che si era battuta per i diritti delle donne per poi partecipare, durante la guerra, alla lotta partigiana antinazista, Milada Horakova diventa attivista per la difesa dei diritti umani e lotta contro ogni avversità per difendere le sue idee nella Cecoslovacchia comunista. Il film è visionabile sulla piattaforma Netflix in italiano.

Trailer in inglese: https://www.youtube.com/watch?v=NKbvYs_-Sto

Maudie. Una vita a colori

Regia: Aisling Walsh. Interpreti: Ethan Hawke, Sally Hawkins, Kari Matchett, Gabrielle Rose, Zachary Bennett – Irlanda, Canada, 2016 – Biografico, 115’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,7/10

Tratto dalla storia vera di Maud Lewis, pittrice canadese naif vissuta negli anni ’30 e affetta da artrite reumatica fin dalla giovane età. Maud, determinata e desiderosa di raggiungere l’indipendenza, lascia la famiglia e va a fare la governante da un uomo scontroso e scapolo che col tempo le chiede di sposarlo. Condivideranno una vita difficile alleviata dagli splendidi colori e dal coraggio di Maudie.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=tCJO6Ax_ev8

La battaglia dei sessi (Battle of the Sexes)

Regia: Jonathan Dayton, Valerie Faris, Interpreti: Emma Stone, Steve Carell, Andrea Riseborough, Sarah Silverman, Martha MacIsaac – USA, Gran Bretagna 2017 ­– Biografico, 121’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 6,8/10

Nei primi anni '70 Bobby Riggs, tennista ormai di cinquant'anni ed ex campione, cerca di convincere Billie Jean King, sulla cresta del tennis femminile di allora, a sfidarlo. Lei inizialmente rifiuta e lui si accontenta di gareggiare contro Margaret Court, ma la vittoria che ottiene preoccupa King, scoraggiata per la differenza di compensi tra tennis femminile e maschile e, più in generale, per la battaglia di parità tra i sessi. Così Billie Jean King torna sui suoi passi e decide di accettare una sfida che diventerà leggenda.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=66kNX3PB-EI

Fiore del deserto (Desert Flower)

Regia: Sherry Hormann. Interpreti: Liya Kebede, Sally Hawkins, Anthony Mackie, Craig Parkinson, Meera Syal, Juliet Stevenson, Soraya Omar-Scego, Timothy Spall, Chris Wilson - Gran Bretagna, Germania, Austria, Francia 2009 – Drammatico, 120’ - Rating: Pg+13 - Voto IMDb: 7,4/10

Somalia. La dodicenne Waris vive in una tribù nomade nel deserto ed è destinata ad un matrimonio combinato. Waris però decide di ribellarsi al suo destino, fugge prima a Mogadiscio e poi arriva a Londra dove, clandestina e analfabeta, riesce a mantenersi con lavori di fortuna. Ma Waris Dirie è molto bella e grazie all'incontro con il fotografo Terence Donovan, la sua vita prende una svolta positiva. Diventa, infatti, una celebre e richiesta top model, che, attraverso varie interviste e un'autobiografia, userà il suo successo per sensibilizzare il mondo su una delle più brutali mutilazioni praticate sulle bambine africane, l'infibulazione, diventando anche ambasciatrice speciale dell'ONU.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=r13DtjMDuBk

Libere

Regia: Rossella Schillaci. Italia, 2017 – Documentario, 76’ – Rating: PG+13

Qual è stato il ruolo delle donne nella Resistenza italiana? Il film racconta, con le voci delle protagoniste, cosa ha significato quel periodo di lotta, combattuta insieme agli uomini ma anche e soprattutto per la loro stessa liberazione. Attraverso un montaggio suggestivo di film d'archivio, estrapolando un filo narrativo dalle interviste a partigiane, realizzate negli ultimi quarant’anni dall'Archivio nazionale cinematografico della Resistenza, emerge una precisa visione di quel periodo, “rivissuto” nella memoria e nei ricordi, a cui si fa risalire, per molte di loro, la prima vera nascita del femminismo, dove la lotta è vista anche come emancipazione e ricerca di libertà, dove si acquista una maggiore libertà sessuale e si richiede la parità nel lavoro e nella famiglia.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=EETyn0VwuyI

Free to run

Regia: Pierre Morath. Svizzera, Francia, Belgio 2016 – Documentario, 90’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,2/10

Le donne hanno dovuto lottare anche solo per correre una maratona. Solo cinquant’ anni fa questo sport era riservato solamente agli uomini, regolato da norme antiquate e sessiste. Kathrine Switzer è stata la prima donna a partecipare alla maratona di Boston nel 1967 e dieci anni dopo, nel 1984, la maratona donne è diventata sport olimpico.

Trailer sottotitolato in italiano: https://www.youtube.com/watch?v=PGy7aDvVTsg

Strane straniere

Regia. Elisa Amoruso. Italia, 2016 – Documentario, 78’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 6,6/10

Ana, Ljuba, Radi, Sihem e Sonia: cinque donne arrivate in Italia da Paesi diversi. Tutte si sono affrancate da un passato e da relazioni che le costringevano a limitare le proprie ambizioni. Tutte hanno avviato imprese di successo.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=NtbPx32RW70

Tre manifesti a Ebbing. Missouri (Three Billboards Outside Ebbing, Missouri)

Regia: Martin McDonagh. Interpreti: Frances McDormand, Woody Harrelson, Sam Rockwell, Peter Dinklage, John Hawkes, Abbie Cornish, Caleb Landry Jones, Lucas Hedges, Kerry Condon, Zeljko Ivanek, Amanda Warren – USA, 2017 – Drammatico, 115’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 8,3/10 - 2 Premi Oscar: Miglior attrice e Miglior attore non protagonista. 

Mildred è una madre e una donna dal temperamento forte e irascibile. E’ alla ricerca dell’assassino di sua figlia e per questo compie una mossa coraggiosa: compra tre cartelloni pubblicitari con un controverso messaggio di "incitamento" diretto a William Willoughby, il venerato capo della polizia della città.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=Y9qVjoWYBUw

Libere disobbedienti innamorate - In between ( Bar Bahar)

Regia: Maysaloun Hamoud. Interpreti: Sana Jammelieh, Shaden Kanboura, Mouna Hawa – Israele, Francia 2016 – Drammatico, 96’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,4/10

Cosa fanno tre ragazze arabe a Tel Aviv? Fanno quello che farebbero tutte le ragazze del mondo: cercano di costruire il perimetro dentro cui affermare la propria identità. Amano, ridono, piangono, inseguono desideri, inciampano, si rialzano. Amano e ridono ancora, magari bevendo, fumando canne e ballando, in attesa dell'alba...

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=r5NOJjvsW4Q

Le donne della mia vita (20th Century Women)

Regia: Mike Mills. Interpreti: Annette Bening, Billy Crudup, Elle Fanning, Greta Gerwig – USA, 2016 – Drammatico, 119’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,4/10

A Santa Barbara, Dorothea Fields è una determinata madre single che a metà degli anni Cinquanta, in un momento pieno di cambiamenti culturali e ribellione, sta crescendo da sola il figlio adolescente Jamie. Per la sua educazione, Dorothea chiede l'aiuto di due giovani donne: Abbie, un'artista punk dallo spirito libero, e Julie, un'adolescente vicina di casa, tanto esperta quanto provocante.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=SNAc_KuJXAg

Aquarius

Regia: Kleber Mendonça Filho. Interpreti: Sonia Braga, Maeve Jinkings, Irandhir Santos, Humberto Carrão, Fernando Teixeira – Brasile, 2016 – Drammatico, 140’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,6/10

Clara è un critico musicale e vive in un piccolo palazzo degli anni Quaranta chiamato "Aquarius", che si affaccia sullo splendido lungomare di Recife. Una compagnia immobiliare ha già acquistato tutti gli appartamenti dell'edificio per farne un grattacielo di lusso, ma Clara è decisa a non cedere la casa a cui è legata dai ricordi di una vita. Dopo i primi approcci amichevoli, gli speculatori ingaggiano una vera e propria guerra fredda con la donna, in un crescendo di violenza psicologica: abituata da sempre a combattere, Clara non ha intenzione di arrendersi, neanche davanti all'ultima, sconvolgente minaccia.

Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=gbyxDHGL2xA

Sami Blood

Regia: Amanda Kernell. Interpreti: Lene Cecilia Sparrok, Mia Sparrok, Maj Doris Rimpi, Olle Sarri, Hanna Alström, Malin Crépin, Andreas Kundler – Svezia, 2016 – Drammatico, 110’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,4/10

Elle Marja ha 14 anni ma sa già di non voler seguire le tracce della famiglia. Figlia di allevatori di renne della comunità Sami nell'estremo nord svedese, la ragazzina è vittima della discriminazione etnica degli anni '30. Sottoposta alla certificazione della razza per frequentare la scuola riservata solo ai Sami, Elle Marja sogna una vita migliore in cui non sentirsi più diversa.

Trailer originale con sottitoli in italiano: https://www.youtube.com/watch?v=9-RW3p6TsTM

Contro l’ordine divino (Die göttliche Ordnung)

Regia: Petra Biondina Volpe. Interpreti: Marie Leuenberger, Max Simonischek, Rachel Braunschweig, Sibylle Brunner, Marta Zoffoli, Bettina Stucky, Therese Affolter, Sofia Helin – Svizzera, 2017 – Drammatico, 97’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 7,4/10

1970. Nora è una giovane casalinga e madre, che vive in un piccolo e caratteristico borgo svizzero con il marito e i due figli. La campagna svizzera è toccata dai grandi sconvolgimenti sociali che il movimento del 1968 ha portato con sé ma Nora non sembra risentirne. Almeno fino al giorno in cui inizia a lottare pubblicamente per il suffragio delle donne, su cui gli uomini sono chiamati a esprimersi il 7 febbraio 1971. Uscita prevista in Italia l’8 marzo 2018.

Trailer originale con sottotitoli in italiano: https://www.youtube.com/watch?v=m51GuweUWFg

La tempesta di sabbia (Sand Storm)

Regia: Elite Zexer. Interpreti: Lamis Ammar, Ruba Blal, Hitham Omari, Khadija Al Akel, Jalal Masrwa – Israele, Francia 2016 – Drammatico, 87’ – Rating: PG+13 - Voto IMDb: 6,9/10

Difficile la ribellione per le donne beduine. Questo film racconta di Layla, giovane beduina che è andata a studiare in città e che torna al villaggio per il matrimonio del padre con una seconda moglie. L’arrivo della ragazza relativamente emancipata sconvolgerà la piccola comunità di provincia. Il film è visionabile sulla piattaforma Netflix.

Trailer originale con sottotitoli in inglese: https://www.youtube.com/watch?v=YvdVpi9jl6E

 

 

Pin It
Accedi per commentare

Una sorellina per Paolino

Presto mamma coniglio avrà un piccolo e tutti sono felici...

Tutti tranne Paolino. Il suo amico Robi l'ha avvertito: i neonati sono una vera catastrofe e Paolino, a dire il vero, preferirebbe avere un criceto, piuttosto che un bebè.

Ma, quando nasce la sorellina, cambia tutto...

Una storia piena di umorismo e tenerezza che parla dei dubbi e delle paure di tutti i bambini, quando arriva a casa un fratellino.

Età consigliata: dai 3 anni.

 

autore: Brigitte Weninger, Éve Tharlet (traduzione di L. Battistutta)

editore: Nord-Sud

”Vorrei scappare in un deserto e gridare…”

Questo libro svolge brillantemente l'importante compito di far conoscere ad un pubblico "laico" un disturbo di cui i mass media parlano spesso, fornendo tuttavia, come accade non di rado, notizie in gran parte inesatte e talora decisamente errate. E’ scritto da un medico pediatra e da un ingegnere, ambedue genitori di bambini affetti da ADHD, quindi da persone che hanno avuto modo di conoscere il disturbo nelle più intime pieghe della sua quotidianità familiare.

Il primo autore, in quanto pediatra, ha arricchito questa conoscenza con le capacità di osservazione e di comprensione derivate dall'esercizio quotidiano della sua professione: una conoscenza partecipe, quale "l'esperto" estraneo non ha. Nello stesso tempo il linguaggio riesce a essere "laico", quindi con la massima comprensibilità per tutti, ma soprattutto per i genitori, cui specificamente si rivolge. A questi pregi si aggiunge la capacità espressiva degli autori, che rende piacevole la lettura.

Il libro dunque parte da esperienze vissute, che però sono state elaborate ed approfondite attraverso il confronto con gli "esperti" e soprattutto da un lodevole impegnativo studio dei dati scientifici esistenti, che vengono correttamente esposti e sono puntualmente aggiornati. Esso rappresenta anche un significativo documento sulle difficoltà in cui viene spesso a trovarsi un genitore di bambino con ADHD a causa delle disfunzioni organizzative e delle insufficienti conoscenze che si trovano anche tra i medici, ampiamente testimoniato da un buon numero di lettere di genitori, non poche delle quali devono far riflettere i medici e in particolare i neuropsichiatri su un certo tipo di errore che è stato a lungo commesso. Un errore che fa parte di uno stereotipo culturale derivante da vecchie teorie o da cattiva interpretazione delle stesse e che si basa sull'assunto "la colpa è sempre dei genitori"! Com'è successo per l'autismo (potremo mai calcolare il danno e la sofferenza che questa impostazione ha provocato nei genitori e di conseguenza nei figli?), ora continua, a volte, per l'ADHD.

Già da anni la letteratura scientifica ha contraddetto queste teorie relativamente all' autismo e all'ADHD, ma evidentemente non tutti si aggiornano. Ben lungi dal negare che tante problematiche del bambino dipendano dall'ambiente e soprattutto da quello familiare, ma bisogna saper distinguere e non imputare allo stato d'ansia riscontrabile nella madre, ad esempio, la causa della patologia del bambino. Questo suggerisce una insufficiente capacità di approfondire i meccanismi della relazione interpersonale e a volte appare un modo del terapeuta di scaricare ad altri le responsabilità: «La colpa è di voi genitori, curatevi voi altrimenti io non posso far nulla per il bambino!». Anche nei casi in cui vi è una responsabilità più o meno ampia dei genitori, l'atteggiamento del terapeuta deve essere diverso, non accusatorio ma, secondo il proprio ruolo, "terapeutico", cioè di indirizzo, di richiamo e di ricerca della collaborazione da parte del genitore.

Più o meno indirettamente il libro mette in luce anche un'altra carenza che a volte si riscontra in alcuni operatori neuropsichiatrici (non solo in Italia): l'insufficiente conoscenza di tecniche terapeutiche in senso lato. Essi sono preparati per un solo tipo di psicoterapia efficace per alcuni disturbi, mentre non hanno evidentemente conoscenza di altre tecniche di intervento terapeutico non farmacologico, efficaci per altri tipi di disturbo. Questo perché è necessaria una maggiore capacità del terapeuta di usare approcci diversi in rapporto a problematiche diverse. Il libro non manca da questo punto di vista di segnalare interventi semplici ma talora molto efficaci di guida ai genitori e agli insegnanti.

Un libro per laici, che sarà utile pure ai medici e agli altri operatori del settore, perché dà un panorama scientificamente corretto dell'ADHD e degli interventi da adottare in favore di coloro che ne soffrono e anche perché riporta, attraverso le lettere dei genitori, una istruttiva esperienza di casi clinici.

autore: Raffaele D'Errico, Enzo Aiello

illustratore: S. Deflorian

editore: AIFA

Intelligenza emotiva per un figlio

Questo libro è l'applicazione all'educazione dei figli della teoria che Goleman illustra nel suo famoso saggio "Intelligenza Emotiva".

L'intelligenza emotiva è una facoltà il cui quoziente intellettivo si fonde con virtù morali quali l'autocontrollo, la pervicacia, l'empatia e l'attenzione per gli altri e che, opportunamente coltivata, può permettere a tutti di condurre una vita migliore.

A prima vista può sembrare un manuale, visto che si propone di insegnare ad essere dei buoni "allenatori emotivi" per i figli. In realtà ci sono molti spunti interessanti e informazioni molto utili riguardo le varie fasi dell\'età evolutiva. Gottman divide schematicamente i genitori in quattro categorie: il genitore "censore", modello autoritario per intenderci; il genitore "noncurante", quello che si disinteressa delle emozioni del figlio; il genitore "lassista", che nonostante comprenda il figlio non offre indicazioni di comportamento né aiuta il figlio a risolvere il problema; il genitore "allenatore emotivo" che oltre a comprendere e a rispettare le paure e sentimenti del figlio riesce a porre dei limiti e aiuta a risolvere i problemi.

autore: John Gottam con Joan De Claire (tradotto da A. Di Gregorio e B. Lotti)

editore: BUR Biblioteca Univ. Rizzoli