Astrid Lindgren

A Berlino è stato organizzato un raduno dei fedelissimi di Pippi Calzelunghe, ovvero dei sosia del mitico personaggio creato dalla svedese Astrid Lindgren.
Il ricordo va subito a quelle incredibile trecce rosse, così dritte che più dritte non si può. E subito dopo al suo cavallo pezzato, ed anche parlante. Ed infine ai due bambini, fortunati compagni nelle fantastiche avventure della piccola rossa.



Pippi Calzelunghe ha incarnato per tante generazioni di bambini la meraviglia e la straordinarietà di avere un'amica per la quale tutto è possibile. Un’amica del cuore che vive da sola e che si destreggia tra i malandrini, che trasforma un banale pomeriggio di giochi in una magnifica avventura. In lei, e nei suoi due piccoli amici, hanno convissuto la straordinarietà e l’ordinarietà, la stessa straordinarietà e ordinarietà che hanno caratterizzato la vita della sua autrice.

La scrittrice Astrid Lindgren nasce nel 1907 a Vimmerby in una famiglia numerosa, seconda di quattro figli. Nel 1925, a soli 18 anni, una gravidanza inaspettata, e fuori dal matrimonio, la costringe a lasciare la cittadina natia per trasferirsi nella grande Stoccolma, lontana dai duri giudizi: qui affronta grandi difficoltà, per prima quella economica. Astrid si vede costretta a dare in affidamento il piccolo Lars ad una coppia di Copenhagen. La madre affidataria, però, dopo qualche tempo si ammala gravemente; alla Lindgren non rimane che riprendere il bambino e affidarlo ai suoi genitori.

Nel 1931 la scrittrice si sposa con un suo collega e può finalmente riprendere Lars con sé. Nel 1934 la seconda gravidanza: nasce una bambina, Karin. E proprio grazie a Karin prendono vita le famose avventure di Pippi. La bambina, costretta a letto per una malattia, chiede alla madre di raccontarle le storie di Pippi Calzelunghe, un nome di fantasia inventato proprio dalla piccola. Le storie inventate da Astrid Lindgren, seduta sul letto della figlia, sono all’altezza del nome, fantasiose e improbabili, e riscuotono l’immediato gradimento della bambina.

Soltanto nel 1944 le storie di Pippi Calzelunghe vengono trasferite sulla carta e poi pubblicate nel 1945.
Oltre alla storie della bambina dalle trecce rosse, Astrid Lindgren ha scritto molti altri libri e racconti (persino gialli), tradotti in più di 70 lingue. Ha dedicato anche parte della sua vita alla difesa dei diritti dei bambini e degli animali: questo suo impegno è stato premiato con numerose e prestigiose onorificenze. La Svezia la ricorda ogni anno grazie a un premio letterario sulla letteratura per ragazzi, a lei dedicato. Muore nel 2002, a 94 anni.

Alla vigilia del suo novantaquattresimo compleanno le fu chiesto cosa desiderasse in regalo: pace nel mondo e vestiti carini, rispose. Proprio come avrebbe risposto Pippi Calzelunghe.

Da leggere:
Pippi calzelunghe
Karlsson sul tetto
Rasmus e il vagabondo
Emil
Vacanze all’Isola dei Gabbiani
I fratelli Cuordileone
Ronja

Sito ufficiale:
http://www.astridlindgren.se

Pin It
Accedi per commentare

Mauro e il leone

Dei leoni certo bisogna avere paura, sono belve che possono diventare terribili. Ma un giorno, qui, una bellissima ragazza vestita di rosso dà il via a un patto magico fra i bambini e i leoni. È così che un bambino, Mauro, e un poderoso Leone, Ulisse, diventano amici per la pelle. Tanto che, come Ulisse è pronto a tutto pur di aiutare Mauro, anche il bambino si sente pronto a tutto quando è il leone che deve essere aiutato e difeso. Così comincia questa grande storia fittissima di avventure sorprendenti, in un mondo spesso popolato di personaggi infidi e malvagi.

È una storia famosa che ha affascinato moltissimi bambini.
Illustrazioni dell'autore.

Consigliato dai 5 anni

Il mondo è tuo

Un albo illustrato per grandi e piccini, che insegna ai più piccoli, e ricorda ai più grandi che, si è liberi di essere e fare quello che si vuole, nonostante la strada non sarà priva di difficoltà che ci faranno crescere.

Leggi tutto...

La donna Italiana: 1861-2000, il lungo cammino verso i diritti

Il percorso delle donne italiane verso il riconoscimento dei diritti è stato più lungo e faticoso rispetto a quello di molti altri paesi, tuttavia in Italia ci sono stati personaggi all'avanguardia che hanno anticipato i tempi con le loro idee e i loro sogni:dall'intellettuale lombarda Anna Maria Mozzoni, al parlamentare pugliese Salvatore Morelli alla socialista Anna Kuliscioff.

Leggi tutto...