Settimana per l'Allattamento Materno (SAM)

Tutti gli anni, dall'1 al 7 di Ottobre, si svolge la Settimana per l'Allattamento Materno (SAM), un evento che riunisce gli sforzi di tutti i promotori dell'allattamento materno, i governi e gli enti, per generare sostegno e sensibilizzare l'opinione pubblica su questo argomento. Ogni anno il tema è diverso; quello per il 2005 è Allattamento e cibi per la famiglia: salutari & fatti con amore – Nutrire con altri cibi mentre l'allattamento al seno prosegue.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità, l'Unicef e le associazioni mediche raccomandano l'allattamento esclusivo al seno durante i primi 6 mesi di vita, seguito da un allattamento al seno complementare fino ai 2 anni e oltre. Lo scopo della SAM 2005 è di attirare l'attenzione sul valore dell'allattamento prolungato oltre i 2 anni; suscitare la consapevolezza dei rischi e dei costi dell'introduzione di altri cibi e bevande prima dei 6 mesi in bambini nutriti al seno e quindi rafforzare il sostegno per l'allattamento esclusivo al seno almeno fino a questa età; aggiornare le informazioni e le idee su cibi e bevande necessari a bambini e lattanti; confrontare le idee per rendere più semplice l'alimentazione complementare e farne un momento di apprendimento e amore. 

Gli organizzatori sottolineano quanto si sia discusso sulla scelta del titolo di quest'anno. La decisione di parlare di "cibi per la famiglia" è legata alla constatazione che, nella maggior parte delle comunità domestiche di tutto il mondo, i bimbi piccoli vengono nutriti con lo stesso tipo di cibo che mangia il resto della famiglia, e che la transizione verso cibi solidi nella dieta dei bambini più grandi a complemento del latte materno segna una nuova fase nel loro sviluppo sociale, emozionale e comportamentale, svolgendo un ruolo molto importante nella loro relazione con i genitori e con le altre persone che li accudiscono.

L'alimentazione con cibi complementari e l'allattamento prolungato al seno fanno parte di un momento di passaggio dall'allattamento esclusivo al seno ai cibi mangiati da tutta la famiglia.

(Informazioni tratte dal sito www.mami.org)


Pin It
Accedi per commentare

Il bambino nascosto. Favole per capire la psicologia nostra e dei nostri figli.

“Sono due bambini nascosti protagonisti di queste pagine: quello che sta dietro ogni comportamento e sintomo infantile e quello che ognuno di noi adulti si porta dentro, proiettandolo spesso inconsapevolmente sui bimbi che ci camminano accanto nella vita.

Il libro vuole aiutare a scoprire attraverso la rielaborazione fantastica di effettive storie infantili come ogni comportamento, dal punto di vista psicologico, si strutturi in maniera del tutto inconscia nel mondo interno fin dai primissimi anni della nostra esistenza.

La fatica di crescere viene analizzata a partire da temi diversi (l’abbandono dell’infanzia, la nostalgia, la perdita, il tradimento, la paura), tutti ugualmente significativi del disagio infantile. Ed è così che la scoperta del mondo interno di un bambino attraverso la riappropriazione delle nostre stesse emozioni di una volta costituisce una valida chiave d’accesso al mondo dei ragazzi, per poterli capire e aiutare meglio”

autore: Alba Marcoli

editore: Mondadori (collana Oscar saggi)

Dov'é la mia mamma?

"Ho perso la mamma!" esclama la scimmietta che si è perduta nella foresta.

"Dai, piccolino, su con la vita" dice alla scimmia la farfalla Rita. "Ti aiuto a cercarla...".

Ma Rita continua a sbagliarsi e - chissà perché - invece di mamma scimmia trova elefanti, rane, pappagalli, serpenti...

La storia, rilassante, è tutta in rima ed è divertente, oltre che didattico, scoprire che la Rita continua a sbagliarsi perchè non sapeva di dover cercare un animale somigliante alla scimmietta... dopotutto i suoi bambini, i bruchi, non sono uguali a lei, una farfalla!
Dolcissimi l'ultimo errore di Rita (trova il papà) e il ritrovo della mamma.

Per bambini di 2-5 anni.

autore: Julia Donaldson, Alex Scheffler

editore: Emme Edizioni

Stella fata del bosco

Grandi alberi, rocce, animali: il bosco può far paura, soprattutto a un bambino timido e fifone
come il piccolo Sam. Ma Stella, entusiasta e affettuosa, saprà mostrare al fratellino la bellezza
di api e farfalle, lepri e tartarughe, giganti e fate, e fra scambi di battute surreali e irresistibili
lo convincerà ad amare la foresta e tutte le sue creature.

Leggi tutto...