La scuola primaria

La scuola primaria (ex scuola elementare) accoglie in prima gli alunni che compiono i sei anni entro il 31 marzo 2006 (vedi decreti attuativi dicembre 2004). La recente riforma (vedi legge 53/2003 in Approfondire) ha modificato radicalmente la struttura organizzativa delle varie tipologie di orario come il modulo o il tempo pieno che ora si chiamano a 31 e a 40 ore.

Le classi a 31 ore (ex modulo) non si avvalgono più della rotazione di tre insegnanti: hanno un insegnante prevalente (detto tutor) che si occupa dell’apprendimento delle aree di conoscenza principali (italiano, logico-matematica e studi sociali) mentre un altro docente si occupa delle educazioni per un totale di 27 ore settimanali. A queste ore si aggiunge un’attività aggiuntiva diversa da scuola a scuola (segnalata nel POF) per altre 3 ore settimanali.

Le classi a 40 ore avranno sempre l’insegnante prevalente e un insegnante satellite per le educazioni, con un monte ore totale di 27 ore di lezione, 10 di mensa e ricreazione e 3 ore settimanali come per il modulo.
In molte scuole, inoltre, si stanno dividendo i curricoli in modo diverso, con un insegnante che si occupa dell’area linguistica + alcune educazioni + la mensa mentre l’altro si occupa dell’area logico matematica e delle restanti attività.

Pin It
Accedi per commentare

Genitori Manipolatori. Riconoscere e fuggire l'amore malato

Sappiamo tutti che colpevolizzare i figli, insultarli o denigrarli in pubblico sono azioni abominevoli, che intaccano l'autostima dei ragazzi, rendendoli insicuri delle proprie sensazioni. Ma a nessuno viene in mente che ciò significhi non amare i figli, né tanto meno essi hanno la percezione di subire un sopruso. 

In effetti non è facile capire dove sta il limite tra un normale sbotto genitoriale, un momento di debolezza o insicurezza educativa e un comportamento persistente di maltrattamento emotivo. La differenza sta nella frequenza e nei modi impiegati per esercitare il proprio potere, instillando sensi di colpa con comportamento spesso insensati e ingiustificati. I genitori di questo tipo sono "manipolatori" patologici, sono quelli che in psichiatria vengono definiti con personalità narcisistica.

Leggi tutto...

Mi fido di te

Attenzione! La lettura di "Mi fido di te" di Gea Scancarello può causare smodati accessi di entusiasmo in chi da sempre segue con interesse gli stili di vita sostenibili e l'affermarsi dell'idea che un mondo diverso, non dominato dall'economia e dal denaro sia possibile. Perché in questo saggio il mondo dell'economia collaborativa non è solo immaginato, auspicato o sognato, ma è il mondo reale e concreto in cui si muove l'autrice nella sua vita di oni giorno. 

Leggi tutto...

Ai bambini piace leggere

"Scegliendo questo libro, avete dimostrato di essere interessati all'amore dei bambini per la lettura... Spero che i miei suggerimenti possano suscitare in voi nuove idee, stimolandovi a sviluppare nuovi metodi che contribuiscano al tentativo di educare i figli alla passione per la lettura."

Lettori non si nasce, lo si diventa, ma, come c'insegna Kathy Zahler, non è detto che il diventarlo debba essere noioso, faticoso o difficile. In questo libro ci presenta cinquanta attività divertenti, facili e pratiche che possono aiutare i banbini a sviluppare un amore duraturo per i libri. Ogni attività è descritta in modo semplice ed esauriente. Le istruzioni spiegano cosa fare, che materiale procurarsi e come incoraggiare i ragazzi a voler sapere sempre di più. Un manuale utilissimo per genitori ed insegnanti.

autore: Kathy A. Zahler (traduzione di A. Zabini)

editore: TEA